Geekissimo

Reti pubbliche Wi-Fi: dobbiamo davvero fidarci? Il pericolo è dietro l’angolo

 
Daniele Semeraro ([email protected])
17 dicembre 2007
8 commenti
Wifi

Rispetto anche all’anno scorso ormai trovare una rete Wi-Fi libera, gratuita e senza password in giro per le città non è poi un’impresa così ardua. Utilissime quando siamo nei bar, nei ristoranti, negli aeroporti e abbiamo appresso il portatile (o anche i cellulari di ultima generazione) sia per controllare la posta che per continuare a lavorare senza “sprecare” minuti preziosi. Ma siamo sicuri che è tutto oro quello che luccica?

La maggior parte degli utenti che utilizzano queste reti, infatti, non sanno che le reti pubbliche portano con sé dei grandi inconvenienti in termini di sicurezza. Per dei criminali informatici (che possono magari essere i vostri vicini di tavolo) inserirsi in una rete libera e rubarvi la password dell’account e-mail o del conto in banca può essere davvero facile. Come? Creando, ad esempio, delle reti wireless dal proprio computer con dei nomi che ispirano fiducia (come “Bar Sport Wireless” o “Free wireless” – per dire…) e che però poi vanno a registrare password e dati sensibili direttamente sul computer del maleintenzionato.


Qualche consiglio per evitare spiacevoli situazioni? Forse è scontato dirlo, ma bisognerebbe connettersi solo alle reti wireless di cui ci si fida. Se, ad esempio, ci troviamo in un bar dove sappiamo che c’è internet Wi-Fi gratis e abbiamo a disposizione numerose reti da cui scegliere, è bene chiedere sempre al gestore dell’esercizio qual è la rete giusta alla quale connettersi. Altri esperti, poi, consigliano – quando ci si trova in posti pubblici – di crittografare tutte le e-mail confidenziali in uscita e di stare sempre attenti che gli indirizzi dei siti delle banche online inizino sempre con https:// (invece che con http), dove la “s” finale sta per “secure”.

Io devo ammettere che quando trovo reti gratuite “mi ci butto” senza troppe precauzioni, anche se – ad esempio – non farei mai operazioni bancarie; la posta e altri account, però, li ho sempre aperti senza problemi. Ora inizierò sicuramente a stare più attento. E voi, solitamente, come vi comportate? Prendete “precauzioni” quando vi connettete a un wireless che non conoscete, o fate “di tutto”?

Si ringrazia l’utente mringlein di Flickr per la foto
Via | Usa Today
Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
8 ottimi strumenti gratuiti per monitorare e proteggere i siti web

8 ottimi strumenti gratuiti per monitorare e proteggere i siti web

Chi gestisce un sito web o un blog lo sa benissimo: non c’è nulla di peggio che vedere la propria “creatura” off-line, magari per motivi sconosciuti e senza sapere da […]

Come essere sicuri quando si utilizzano PC e connessioni Wi-Fi pubbliche

Come essere sicuri quando si utilizzano PC e connessioni Wi-Fi pubbliche

Quasi ogni geek, almeno una volta nella vita, ha a che fare con dei computer pubblici che molte volte si appoggiano su reti Wi-Fi pubbliche. Una situazione del genere può […]

Condannato a 9 anni di prigione il super-spammatore mondiale

Condannato a 9 anni di prigione il super-spammatore mondiale

La notizia sta facendo, piano piano, il giro del mondo. La Corte Suprema della Virginia, negli Stati Uniti, a ha condannato a nove anni di carcere Jeremy Jaynes, accusato di […]

Come scoprire se qualcuno accede senza permesso alla nostra casella di posta elettronica

Come scoprire se qualcuno accede senza permesso alla nostra casella di posta elettronica

Con gli attuali, immensi, ottimi servizi come Gmail, le nostre caselle di posta elettronica sono diventate ancora più preziose rispetto a quanto non lo fossero già qualche anno fa. Infatti […]

Keylogger Hardware: la nostra privacy non è mai al sicuro

Keylogger Hardware: la nostra privacy non è mai al sicuro

Proprio recentemente abbiamo parlato del problema dei computer “pubblici”, e di come cercare di proteggere al meglio la nostra privacy quando si è costretti ad utilizzarli. Abbiamo visto come sia […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

 

  • #1stetzu

    gran bel consiglio, per quanto banale, non avevo mai pensato a uno specie di “pishing” su rete pubblica..

    17 Dic 2007, 2:32 pm Rispondi|Quota
  • #2danielyno

    XD XD basta non connettersi !!!! ahahah scherzo cmq non avevo mai pensato in questi termini

    17 Dic 2007, 2:59 pm Rispondi|Quota
  • #3Frenz

    Reti free negli aeroporti in Italia?!?!? a Malpensa la wifi è un salasso per la carta di credito!!

    17 Dic 2007, 3:09 pm Rispondi|Quota
  • #4bastax

    io solo quelle ho, e pure con i nomi ingannevoli, tipo retelibera e robe simili…. soldi non ne faccio passare, ma tanto solo da lì per ora posso venire su internet.. non c’è qualche software apposito?

    17 Dic 2007, 3:53 pm Rispondi|Quota
  • #5Micheluzzo

    In effetti ora che ci penso io sono mesi che mi connetto ad alcune reti wi-fi che trovo in giro senza alcuna precauzione… cacchio!

    17 Dic 2007, 4:25 pm Rispondi|Quota
  • #6ViK

    Per di più, questo tipo di "scherzetto" non richiede di certo un esperto hacker. Basta un pc qualsiasi, magari con un antenna wirless buona che copra il segnale della wi-fi pubblica con un'altra con lo stesso nome…

    17 Dic 2007, 7:15 pm Rispondi|Quota
  • #7Francesco

    Abbastanza paraonico visto che ci dovrebbero essere legioni di Hacker che aspettano solo me come in Crypto di DAN BROWN..

    17 Dic 2007, 9:34 pm Rispondi|Quota
  • #8Vittori0z

    Sono sicuro come ha detto shor che la rete wi-fi pubblica nn sia sicura, ma dipende anche dall’ uso ke ne facciamo, ad esempio io mi collego solo con il mio iPod touch per vedere youtube o le mappe su google maps e quindi poco mi importa se gli hacker mi controllano l’iPod al massimo scoprirebbero il mio nick nelle chat on-line 🙂

    18 Dic 2007, 6:44 pm Rispondi|Quota
Trackbacks & Pingback
  1. Reti pubbliche Wi-Fi: dobbiamo davvero fidarci? Il pericolo è dietro l’angolo
  2. Links della settimana (22) at Paolo Gatti’s web corner
  3. » Rubare una connessione Wi-Fi. Legale o moralmente e legalmente sbagliato? Geekissimo