Geekissimo

A New York cellulari vietati a scuola; in Austria vietati anche sui mezzi pubblici

 
Daniele Semeraro ([email protected])
27 aprile 2008
8 commenti
Telefonia

Dopo aver discusso, la scorsa settimana, dell’opportunità o meno di togliere internet dalle aule universitarie, ecco che sulla stessa scia stanno facendo discutere due notizie: una arriva da New York, l’altra dall’Austria. E in tutti e due i casi si tratta di telefonia mobile.

La prima notizia, dicevamo, arriva da New York, dove la Corte Suprema ha deciso che in tutte le scuole pubbliche saranno banditi i cellulari. Una decisione che preoccupa, più che gli studenti, soprattutto i genitori, che tramite il cellulare potevano controllare i movimenti dei figli ed essere avvisati in caso di emergenza, soprattutto nel tragitto casa-scuola. Secondo il tribunale, però, i cellulari ultimamente sono talmente diffusi che vengono usati per copiare nei compiti, come strumento di intimidazione e per mettere su YouTube video di diversa natura.


L’altra notizia, ancora più incredibile, arriva da Graz, in Austria, dove il sindaco ha deciso di bandire le telefonate dai mezzi pubblici. Non solo sarà multato chi viene sropreso a parlare ad alta voce al telefonino, ma anche chi ha una suoneria molto alta. Tra l’altro un’azione del genere era stata tentata già a Stoccolma, ma poi era miseramente fallita (d’altronde, chi dovrebbe controllare tutti i passeggeri di tutti gli autobus e tram cittadini?).

Si tratta, a mio avviso, di due leggi molto controverse. La prima di sicuro è fatta per il bene degli alunni (che in questo modo non si distraggono e non cadono in tentazioni di varia natura) ma rischia di far precipitare in un baratro di preoccupazione mamme e papà del ventunesimo secolo. La seconda appare, a mio avviso, ancora più incredibile: tra l’altro, lo cito come esperienza personale, l’autobus (a Roma le distanze sono enormi) è uno dei posti in cui faccio più telefonate, magari per sentire amici o colleghi lontani, perché sfrutto un momento in cui non è possibile fare molto altro. L’importante, come in tutte le cose, è non esagerare e non parlare ad alta voce. Che ne pensate? Avete qualche aneddoto simpatico, in merito, da raccontare?

Si ringrazia l’utente kastakephoto di Flickr per l’immagine
Via | Ars TechnicaBbc News
Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
“Wake up your phone”, la nuova campagna di SanDisk per informare gli utenti sulle potenzialità delle schede di memoria per cellulari e fotocamere

“Wake up your phone”, la nuova campagna di SanDisk per informare gli utenti sulle potenzialità delle schede di memoria per cellulari e fotocamere

“La maggior parte dei teen-ager non sa nemmeno di avere in tasca un telefonino capace di compiere decine e decine di operazioni e di immagazzinare centinaia di ore di film […]

“Drogati” per il telefonino? In Spagna due ragazzi sono stati addirittura condannati a trattamento sanitario obbligatorio in una clinica psichiatrica!

“Drogati” per il telefonino? In Spagna due ragazzi sono stati addirittura condannati a trattamento sanitario obbligatorio in una clinica psichiatrica!

Se non riuscite a staccarvi dal cellulare e guardate il telefonino in continuazione, allora forse avete qualche problema serio. La pensano così in Spagna, dove due ragazzini di dodici e […]

E Sony-Ericsson incontrò Windows Mobile ovvero XPERIA X1

E Sony-Ericsson incontrò Windows Mobile ovvero XPERIA X1

Una delle novità più attese del Mobile World Congress di Barcellona, sto parlando del primo cellulare di Sony Ericsson basato su sistema operativo Windows Mobile. Xperia X1 è comunque qualcosa […]

Nuove punte di diamante da Nokia ovvero N78 e N96

Nuove punte di diamante da Nokia ovvero N78 e N96

E’ arrivato il momento del successore dell’N73, il telefono di punta del settore media dell’azienda che va in pensione e viene sostituito dall’N78, vero computer multimediale che non disdegna la […]

Telefonini, ma è giusto chiamarli cosi?

Telefonini, ma è giusto chiamarli cosi?

Perché definirli telefonini? In fin dei conti oramai fanno di tutto e sopratutto nel caso dei ragazzi la funzione meno usata è proprio quella di telefonare. Sono nati moltissimi servizi […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1fabio

    Secondo me, come in tutte le cose, se si esagera va sempre a finire male..credo che per un genitore saper di poter contattare il proprio figlio in qualunque momento sia una bella cosa ma ricordiamoci che per le emergenze le scuole hanno sempre e comunque il telefono fisso!!!
    Io su treni,bus,(a volte macchina) non faccio altro che telefonare e se imitassero l’Austria sarebbe un bel problema 🙂
    Comunque quando mi trovo in pubblico e parlo sottovoce dall’altra parte mi dicono: perchè parli così? è successo qualcosa??? il fatto che non si capisca subito che si parla a bassa voce per non disturbare gli altri mi fa pensare!!!

    27 Apr 2008, 9:25 am Rispondi|Quota
  • #2okh

    wow!non credevo che negli USA potessero fare una legge del genere..complimenti all’America, comunque.

    27 Apr 2008, 9:38 am Rispondi|Quota
  • #3Mirko

    Forse come Italia, in Austria certe leggi sono fatte non per il bene comune della cittadinanza, ma bensì, per il bene delle finanze comunali.
    A mio avviso avendo buon senso, il cellulare usato come mezzo legittimo e utile, non dovrebbe essere espulso neanche dalle scuole, (eccetto l’uso nelle ore di lezione, totalmente inappropriato.)

    Cmq alla fine facendoci due conti… un uomo può realmente fidarsi di un altro essere umano.; )

    27 Apr 2008, 10:15 am Rispondi|Quota
  • #4Francesco d’Elia

    Basterebbe usare dei Jammers che da noi non si possono nemmeno detenere perchè violano la concessione dei gestori emettendo segnali di rumore bianco sulle frequenze assegnate..

    27 Apr 2008, 11:27 am Rispondi|Quota
  • #5Daniel

    qualche tempo fa, ero nella Chiesa del Gesù Nuovo a Napoli.

    Ad una signora squilla il cellulare e lei comincia tranquillamente a parlare (non c'erano messe né funzioni in quel momento).

    Un addetto alla vigilanza si avvicina e le fa notare che non è educato.

    La signora, ad alta voce, visibilmente irritata, dice alla persona al telefono "sono costretta a chiudere. Mi dicono che in chiesa non si può telefonare".

    27 Apr 2008, 12:00 pm Rispondi|Quota
  • #6thelordofthepc

    Non vedo un grande problema per quanto riguarda i telefonini, da noi in Svizzera ¨è anni che non si può portare il cellulare o oggetti eletronici a scuola. Però è vero che tutti lo tengono spento e lo usano fuori dalla scuola, ma quella del parlare al telefono nei luoghi pubblici non mi sembra tanto sensata.

    27 Apr 2008, 12:17 pm Rispondi|Quota
  • #7dadyweb

    nessuna delle due è sensata. cellulari spenti a scuola ed educazione sui mezzi pubblici, basta l’educazione! la si deve conquistare con il bene, anche se ci vuole + tempo. i risultati sono + soddisfacenti!

    27 Apr 2008, 8:47 pm Rispondi|Quota
  • #8Vins

    si certo…a nessuno è venuto in mente che vogliono bandirli per evitare che i prof rompicoglioni che superano i limiti vengano ripresi e messi su youtube???in questo modo si licenzierebbero molti insegnanti lavativi razzisti e ignoranti con una bella azione fai da te. Ora invece non piu. Secondo voi perchè si sono mossi solo dopo recenti sviluppi come la creazione di scuolazoo???
    Continuano a togliere libertà autonoma all uomo. E come si suol dire..ci pisciano addosso e ci dicono che piove.

    Saluti

    22 Ott 2008, 8:39 pm Rispondi|Quota
Trackbacks & Pingback
  1. A New York cellulari vietati a scuola; in Austria vietati anche sui mezzi pubblici