Geekissimo

StandaloneStack, gli stack di Mac OS X Leopard su Windows

 
Andrea Guida (@naqern)
2 novembre 2008
17 commenti

Secondo una nota massima, gli stupidi copiano mentre i geni “prendono spunto“. Ebbene, la genialità dell’autore di StandaloneStack: un interessantissimo software gratuito e no-install, è davvero fuori da ogni discussione. Stiamo infatti parlando di un “programmino” che porta egregiamente gli stack di Mac OS X Leopard su Windows, senza la necessità di installare barre dock.

Per chi non ne avesse mai sentito parlare, gli stack sono delle speciali icone che, una volta selezionate, danno un rapido accesso a gruppi di cartelle e documenti, mostrando i contenuti in un comodo “arco“, o in una griglia (a seconda delle proprie preferenze). Nei sistemi della mela sono contenuti nella barra dock, in quelli Microsoft, grazie a questo software, ovunque (desktop, barra di avvio veloce, cartelle, ecc.). Adesso, vediamo insieme come utilizzare StandaloneStack nel migliore dei modi:


  1. Scaricare StandaloneStack;
  2. Scompattare l’archivio in una qualsiasi cartella;
  3. Trascinare il file StandaloneStack.exe nella barra di avvio veloce (per creare un collegamento);
  4. Fare click destro sul collegamento appena creato, e selezionare la voce proprietà dal menu;
  5. Inserire desktop al termine della Destinazione (ottenendo quindi una cosa come: “C:\Users\Utente\Programmi\Stack\StandaloneStack.exe” desktop);
  6. Aprire il collegamento e selezionare la cartella a cui si desidera accedere tramite StandaloneStack, impostare il resto delle preferenze, e cliccare su OK;
  7. Ripetere l’operazione per tutte le cartelle che si desidera visualizzare in questo comodissimo modo.

Per modificare le impostazioni degli stack, non occorre far altro che cliccare su questi ultimi mentre si tiene premuto il tasto Ctrl o Shift della tastiera. Il peso del programma sulla RAM, invece, è praticamente nullo: un motivo in più per provarlo.

Scommettiamo che, dopo averlo provato per la prima volta, non ne potrete fare più a meno?
Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Jing, nuova versione freeware per creare screencast e screenshot

Jing, nuova versione freeware per creare screencast e screenshot

Jing è una applicazione gratuita molto snella in grado di catturare screenshot o screencast, combinando 2 funzioni normalmente appannaggio di 2 software differenti. Questo utilissimo programma, già segnalato da Geekissimo […]

Phantasmagoria, applicare tantissimi effetti speciali alle foto digitali con un solo click

Phantasmagoria, applicare tantissimi effetti speciali alle foto digitali con un solo click

Ed eccoci tornati a parlare di fotoritocco: questa volta non tramite un video tutorial, ma tramite Phantasmagoria, un ottimo programma gratuito e multi-piattaforma (nella sua versione java) che permette di […]

aTunes, l’ottima alternativa open source ad iTunes

aTunes, l’ottima alternativa open source ad iTunes

E’ una verità indiscutibile: le nostre lunghe giornate di lavoro al PC, senza una buona dose di sottofondo musicale sarebbero molto più dure da “digerire” e portare a termine ancora […]

3 ottimi software gratuiti per zoomare lo schermo del PC

3 ottimi software gratuiti per zoomare lo schermo del PC

Soprattutto chi utilizza i computer da almeno una decina di anni, si è reso conto di quanto le risoluzioni dei monitor siano aumentate in maniera esponenziale ad un ritmo veramente […]

I migliori 10 download manager per ogni esigenza

I migliori 10 download manager per ogni esigenza

Senza dei download manager di fiducia, la vita di ogni geek, degno di tale definizione, non sarebbe più la stessa. Sì, ma cosa fare se non si ha ancora una […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

 

  • #1permissiondenied

    mah si critica l’Apple e poi si cerca di scopiazzarla più possibile…
    PS però bell’articolo 😉

    2 Nov 2008, 12:57 pm Rispondi|Quota
  • #2Zimo

    Me gusta, me gusta… sono appassionato a rocketdock ma anke questa applicazione non è niente male!!!!! Grazie per la segnalazione… ciaociaooo

    2 Nov 2008, 1:06 pm Rispondi|Quota
  • #3Zimo

    volevo dire affezionato 😛

    2 Nov 2008, 1:07 pm Rispondi|Quota
  • #4yuri

    mi sembra bello appena rientro…se accedo a win lo metto, poi adoro i programmi eseguibili 🙂

    2 Nov 2008, 1:31 pm Rispondi|Quota
  • #5TulipanoNero

    Di solito li “snobbo” questi “orpelli” però questo lo terrò in prova per un po’…..

    2 Nov 2008, 1:59 pm Rispondi|Quota
  • #6lilium

    ma non è che mi dovete fare impazzire?????
    aggiungo una correzione:

    Inserire -desktop al termine della Destinazione ( es. “C:\Users\Utente\Programmi\Stack\StandaloneStack.exe” -desktop )

    2 Nov 2008, 2:52 pm Rispondi|Quota
  • #7Fabio

    il suffisso da aggiungere “desktop” è per differenziare le cartelle… per esempio a me serve per tre cartelle diverse, allora creo 3 collegamenti e a ognuno metto un nome diverso per esempio “programmi” “cartelle” “musica” o quello che volete… Io ho un problema con i collegamenti, cerca di aprire i .lnk con qualche programma apposito e mi dà errore, sò che voi “traducete” gli articoli e quindi molto probabilmente non ne saprete niente, ma cè qualcuno anche tra i lettori che sà come sistemare? anche se sarà quasi sicuramente un bug del programma

    2 Nov 2008, 4:49 pm Rispondi|Quota
  • #8Fabio

    risolto con delle modifiche al registro per l’associazione dei .lnk
    ciao a tutti

    2 Nov 2008, 5:02 pm Rispondi|Quota
  • #9TulipanoNero

    Allora facciamo chiarezza del tutto i parametri di lancio dell’eseguibile sono (come riportato sul sito originale) i seguenti:

    – : the name of the stack, each stack must have a different name.
    Una stringa scelta dall’utente per identificare una serie di setting tra cui la cartella target “desktop” è un esempio ma posso usare “tizio”, “caio”, “sempronio”.

    – /notaskbar : the stack will not follow the taskbar orientation.
    Altra opzione da aggiungere successivamente alla stringa che identifica lo stack se voluta.

    – /top or /bottom or /left or /right : force the orientation of the stack.
    Altre opzioni da aggiungere ancora successivamente se volute.

    2 Nov 2008, 5:46 pm Rispondi|Quota
  • #10TulipanoNero

    ops ho perso un pezzo nel postare…

    2 Nov 2008, 5:47 pm Rispondi|Quota
  • #11arianna

    non riesco a fare il passaggio 5… non capisco dove devo inserire la parola… perchè “destinazione” non ce l’ho in proprietà 🙁 helpppppp

    2 Nov 2008, 7:44 pm Rispondi|Quota
  • #12cappo

    ma scusate,sta geniata è solo per vista o va anche su xp?

    2 Nov 2008, 8:46 pm Rispondi|Quota
  • #13TulipanoNero

    @arianna
    per caso stai guardando le proprietà direttamente dell’eseguibile? “destinazione” ce l’hai tra le proprietà del “collegamento” che lancia l’eseguibile, crei un collegamento all’eseguibile del programma, poi vai sulle proprietà di quel collegamento per modificare la “destinazione” ed aggiungere il nome dello stack

    2 Nov 2008, 9:20 pm Rispondi|Quota
  • #14alex

    a me non funziona,, aggiungo desktop nella destinazione ma mi dice che il percorso non è valido

    3 Nov 2008, 2:28 pm Rispondi|Quota
  • #15alex

    mi correggo subito non inserivo uno spazio prima di scrivere “desktop” …

    3 Nov 2008, 2:32 pm Rispondi|Quota
  • #16arianna

    @ TulipanoNero: si avevo sbagliato… adesso però se metto la destinazione. mi dà il percorso non valido -.-

    4 Nov 2008, 8:32 pm Rispondi|Quota
  • #17fabio

    a me quando apro il collegamento dopo aver fatto tutto mi viene fuori scritto error loading plugin mi sapreste dire perchè?

    7 Nov 2008, 6:19 pm Rispondi|Quota