Geekissimo

Html 5 e i browser web nel prossimo futuro

 
Gabriele Falistocco
5 giugno 2009
5 commenti

2009-06-04_100337

Continuiamo a parlare del futuro del web, toccando il tema dell’HTML 5 e delle sue implicazioni nel web che verrà. E’ da premettere, innanzitutto, che HTML 5 necessiterà ancora di anni per arrivare ad una versione finale che possa diventare il nuovo standard di riferimento, ma già da qualche tempo molti browser supportano vari elementi.

Esistono già liste degli elementi supportati e comparazioni tra browser sul supporto degli elementi dell’Html 5. I segnali che molti grandi player del web stiano iniziando a supportare già da adesso la nuova specifica sono tanti e non possono più essere trascurati da chi nel web ci vive e ci lavora.

Di esempi delle nuove potenzialità si comincia a popolare il web. Dailymotion, popolare sito di video sharing, ha presentato da qualche giorno il progetto Open Video, che permette, accedendo al sito con un browser compatibile con HTML 5 (come ad esempio il prossimo Firefox 3.5) è possibile caricare e visualizzare un filmato senza la presenza di alcun plugin (come Adobe Flash), ma semplicemente sfruttando il nuovo tag “video” dello standard HTML 5. Altri esempi di 5 funzionalità del nuovo linguaggio di markup sono stati resi disponibili tramite questa pagina durante la conference Google I/O svoltasi qualche giorno fa.


Ma che cosa ci aspetta nel futuro? Dal web 2.0 abbiamo imparato che il browser rappresenta l’applicativo più importante del nostro computer ed è la chiave per accedere a qualsiasi tipo di servizio. Il browser necessita ancora di plugin per poter assolvere ad alcune funzioni, come la visualizzazione dei video. In futuro, grazie all’Html 5 sarà direttamente il browser (indipendentemente dalla piattaforma e dal device su cui viene utilizzato) ad assolvere ad alcune funzioni senza più alcuna necessità di plugin esterni, Active X, Java, almeno per tutto ciò che riguarderà le funzioni base.

Non è un caso che Khronos stia lanciando iniziative volte a standardizzare anche il Web 3d all’interno del browser stesso. Google e Mozilla, che ora portano avanti gruppi di lavoro distinti per tutto ciò che riguarda il web 3d, potrebbero trovarsi presto a lavorare insieme sulla creazione di standard di questo tipo. Il successo di una tecnologia web sta, infatti, nel supporto che i vari browser forniscono a questa.

E’ indubbio, ormai, che il browser sia e sarà sempre il punto più importante del web e che ogni innovazione di quest’ultimo debba partire proprio da questo applicativo. E voi, che cosa ne pensate? Che cosa useremo per accedere al web fra 10 anni? Utilizzeremo standard open-source oppure vinceranno tecnologie proprietarie?

Photocredit: by Flickr

Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Firefox abdica in favore di Chrome all’interno del Google Pack inglese

Firefox abdica in favore di Chrome all’interno del Google Pack inglese

Giusto ieri l’amico Pierfrancesco segnalava di Google Chrome, uscito definitivamente dalla fase beta. La società di Mountain View, dopo questo evento, ha deciso di incrementare la pubblicità e la diffusione […]

“Accesso Negato: utilizzi Internet Explorer” – 403 day e l’iniziativa fallita

“Accesso Negato: utilizzi Internet Explorer” – 403 day e l’iniziativa fallita

Sono venuto a sapere solo oggi di un iniziativa abbastanza singolare lanciata un paio di settimane fa, che probabilmente non ha avuto il successo sperato in quanto se n’è parlato […]

Le migliori 25 estensioni per Firefox per aumentare la propria produttività

Le migliori 25 estensioni per Firefox per aumentare la propria produttività

Chi lavora utilizzando il web sa benissimo cosa vuol dire perdere la concentrazione, ed automaticamente il proprio livello di produttività a causa di piccole o grandi distrazioni che, sommate tra […]

Come trasformare gli script di Greasemonkey in estensioni per Firefox

Come trasformare gli script di Greasemonkey in estensioni per Firefox

Da bravi geek userete sicuramente moltissimi user script nel vostro browser, ad esempio tramite l’ottima estensione Greasemonkey per l’open source Mozilla Firefox. Come altrettanto ben saprete, il punto forte di […]

I migliori strumenti free per sincronizzare i nostri segnalibri

I migliori strumenti free per sincronizzare i nostri segnalibri

Anche ai geek più in gamba, per una ragione o l’altra, sarà capitato almeno una volta di perdere tutti i segnalibri salvati nel proprio browser preferito. Inutile dire che questo […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

 

  • #1Mau_

    Ne riparliamo quando IE sarà diventato il secondo o terzo browser, finché resta il primo questi rimangono solo sogni.

    5 Giu 2009, 9:16 am Rispondi|Quota
  • #2Gabriele Falistocco

    Di IE non ne ho parlato per niente nell’articolo, ma IE8 sembra aver cambiato completamente approccio rispetto al passato, visto che ad esempio passa il test Acid2 e supporta parzialmente anche Html 5 (non è pensabile supportarlo completamente, perchè tanto, come ho scritto, è ancora un working draft).

    Microsoft pare prendere finalmente sul serio gli standard aperti in fatto di browser, segnando un cambio di rotta significativo rispetto al passato (qualcuno si ricorderà, ad esempio, l’html prodotto da Frontpage, che solo IE riusciva a leggere decentemente…)…

    5 Giu 2009, 9:28 am Rispondi|Quota
  • #3BlackRose

    @ Gabriele Falistocco:

    Complimenti per l’articolo e grazie per il commento ottimistico sul futuro di IE! (non c’e’ la benche’ minima ombra di sarcasmo, sul serio!)
    Leggendo le tue parole, ho ritrovato per un attimo la speranza che qualcosa stia veramente cominciando a cambiare…
    Poi pero’ mi sono venute in mente certe dichiarazioni di Ballmer in merito a vecchi rumors che parlavano di un ipotetico IE powered by WebKit, qualcosa tipo: “Internet Explorer continuerà ad andare avanti con il suo engine attuale, che fa della sua difformità dagli standard un punto d’onore” [orrore!!!].
    E mi e’ venuto in mente che Safari, Opera e Chrome hanno da tempo totalizzato 100/100 all’*Acid 3*, mentre con IE8 siamo su un punteggio intorno a 20-25/100, se non ricordo male.
    E ancora (e questa e’ in assoluto la cosa piu’ triste che mi potesse venire in mente)… *Lui*, la disperazione di ogni web developer che sappia fare decentemente il suo lavoro: IE6. E’ ancora li’ e non sembra avere alcuna intenzione di volersene andare definitivamente.

    Forse ci vorrebbe una “rivoluzione”, da parte di chi il web lo “crea” dal nulla.

    6 Giu 2009, 3:02 am Rispondi|Quota
  • #4Gabriele Falistocco

    Acid 3 mantiene il supporto anche per cose non standard, come i CSS3, quindi non è così importante che abbia ORA un punteggio 20/100. Vedremo fra qualche tempo….

    Al di là di quello che Ballmer dice, la Microsoft ha nel corso dei passati anni abbracciato la famosa strategia “abbraccia, estendi ed estingui” nei riguardi dell’open source. Una falla in questa strategia è che le estensioni incompatibili generalmente spingono gli utenti a fare marcia indietro, specialmente quando queste estensioni hanno utilità limitata (esattamente come è stato per l’Html).

    IE6, si sa, è uno dei peggiori prodotti informatici di tutti i tempi. Mantiene ancora una quota mondiale del 16-17% e penso ce lo porteremo dietro per molti anni, visto che chi lo mantiene installato sono persone che con il computer non hanno molta dimestichezza.

    6 Giu 2009, 9:23 am Rispondi|Quota
  • #5Derek

    @ Gabriele Falistocco:

    IE6 non è uno dei peggiori prodotti di tutti i tempi.
    E’ un browser di più di 10 anni fa e va valutato e giudicato nel suo periodo natale, cioè quando internet NON era minimamente accessibile ed utilizzata come oggi, non esistevano che pochi abbozzi di CSS e nessuno standard realmente stabilito.
    Firefox nemmeno esisteva (Phoenix).
    10 anni fa era uno dei migliori, (ancora pochi rispetto ad oggi) browser in circolazione.

    La colpa è di chi usa un personal computer nel 2009 e non sa nemmeno aggiornare un browser o sappia che cosa sia.

    2 Ago 2009, 9:01 am Rispondi|Quota