Geekissimo

Addio Geocities

 
Fulvio Minichini
26 ottobre 2009
2 commenti

New GeoCities accounts are no longer aviable

Dopo numerosi annunci incominciati con l’Aprile del 2009, altrettanto numerose proteste e tentativi di evitarlo, Yahoo ieri ha definitivamente chiuso Geocities.

Geocities per chi non lo sapesse, è stato negli anni ’90 il terzo dominio più visitato al mondo. Un servizio di web hosting che ha dato casa a milioni di piattaforme business. I suoi servizi a pagamento non sono ciò che lo ha fatto entrare nella storia del web, ma è il free hosting che lo ha determinato.

Geocities infatti è stato uno dei primi, e all’epoca certamente il più completo, servizio di free web-hosting della rete. Con una registrazione a Geocities siamo stati in grado di mettere su le nostre lavoratissime home-page, programmate stringa dopo stringa.

Geocities è stata la madre dei web-ring, le prime comunità a tema che sono comparse sulla rete hanno trovato una casa accogliente nei server di Geocities, acquistata nel 1999 da Yahoo. La sua chiusura è di certo un segno delle cose che cambiano.


Oggi come oggi un servizio di free-hosting su quel modello non ha più senso o comunque non è di certo un protagonista della rete. Con il cloud-hosting e la nascita dei CMS, Geocities era diventato uno fra i tanti, e neanche troppo conosciuto dal popolo della rete. L’utente comune preferisce sfruttare i servizi offerti dai vari social network per condividere la propria vita senza necessariamente mettere su una home-page. Anche il più shareaholic preferisce utilizzare i servizi di hosting gratuiti degli stessi CMS che imbarcarsi in un’opera di manutenzione e sviluppo continua.

Nonostante ciò Geocities rappresenta un vero e proprio patrimonio della rete. Le miliardi di informazioni conservate nei suoi servers rappresentano uno spaccato di cultura on-line e per fortuna non andranno persi. Questo grazie ad un gruppo di storici denominatosi Archive Team, i quali stanno già da tempo lavorando alla catalogazione e la selezione del materiale digitale presente nei server Yahoo. Un’iniziativa questa che appreziamo particolarmente e alla quale diamo tutto il nostro supporto.

Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Yahoo integra le foto di Flickr nella Ricerca Immagini

Yahoo integra le foto di Flickr nella Ricerca Immagini

Google non teme nessun avversario nel suo mondo. Stiamo parlando dei motori di ricerca in cui esiste quasi solo esclusivamente il servizio offerto da Mountain View, ma dobbiamo ammettere che […]

Yahoo! presenta Axis, il nuovo browser web visuale

Yahoo! presenta Axis, il nuovo browser web visuale

Nel corso delle ultime settimane si è parlato a più riprese di Yahoo!, della sua situazione finanziaria e del curriculum taroccato del suo oramai ex CEO ma, a differenza di […]

Novità per Yahoo Image Search

Novità per Yahoo Image Search

Yahoo ha apportato grandi cambiamenti al suo servizio per la ricerca d’immagini, ed ora risulta essere molto meglio del diretto concorrente Google Image Search, nonostante quest’ultimo abbiamo archivi speciali indicizzati […]

Trovato il limite a Yahoo! Mail, l’ennesima sconfitta dei servizi illimitati

Trovato il limite a Yahoo! Mail, l’ennesima sconfitta dei servizi illimitati

Yahoo! Mail viene spacciato come un servizio con spazio di storage per archiviare le nostre email illimitato, sicuramente lo spazio messo a disposizione è tanto ma non è illimitato. Similmente […]

Yahoo! ora ci si mette anche Google

Yahoo! ora ci si mette anche Google

Yahoo, Yahoo ed ancora Yahoo nella rete ormai è qualche giorno che non si parla d’altro, ovvero dell’acquisto da parte di Microsoft dell’ex colosso della ricerca. Avevo scritto qualche giorno […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

 

  • #1Matt

    Ah quanti ricordi con il mio gta3.it hostato su Geocities e le sue 200.000 e passa visite. Come servizio non ha nulla da rimpiangere adesso come adesso, però è stata una parte della nostra storia.

    27 Ott 2009, 12:11 am Rispondi|Quota
  • #2videogiochi

    Ehhhh…che tempi…altro che seo, webdesigner e tag nofollow…a quei tempi era già tanto veder funzionare le poche righe di codice html scritte rigorosamente a mano una ad una….quando le gif animate facevano da padrone del web….altro che icone 2.0!

    27 Ott 2009, 3:44 pm Rispondi|Quota
Trackbacks & Pingback
  1. Finisce l’era di Geocities «