Geekissimo

Google benedice chi blocca le pubblicità su Internet: pazzia o strategia?

 
Andrea Guida (@naqern)
18 dicembre 2009
23 commenti

Cosa accade se il più importante pasticciere della città ammette che mangiare troppi dolci fa male? Le sue vendite migliorano o peggiorano? Nei clienti prevale il timore o viene premiata l’onestà del pasticciere?

Provate a chiederlo a Google, il più importante player mondiale nel campo della pubblicità on-line, che ha appena espresso il suo consenso verso quegli utenti che, tramite dei componenti aggiuntivi per il browser (Chrome compreso) come ‘Adblock’, bloccano le pubblicità contenute nei siti Internet. Spesso unica fonte di sostentamento di questi ultimi.

Ecco le parole pronunciate sull’argomento da Linus Upson, uno dei pezzi grossi della società, nel corso di una conferenza a Mountain View: «È improbabile che il mercato delle pubblicità venga messo a repentaglio dagli ad blocker. Se gli utenti bloccano la pubblicità – ha asserito Upson – è perché queste sono troppo assillanti».


Per ‘big G’, dunque, la diffusione di prodotti come ‘Adblock’ consentirà ai fornitori di pubblicità di comprendere i propri errori, rendendo i banner più discreti e i messaggi più efficaci.

Quanto alle persone che bloccano le pubblicità secondo chissà quali (assurdi) principi, Google dice che: «ci saranno sempre, ma se facciamo un buon lavoro e rendiamo le pubblicità più fruibili la gente non ricorrerà agli ad blocker».

Non ci sono dubbi. Il colosso di Mountain View sembra voler puntare tutto sulla strategia: noi diciamo di fidarci degli utenti, facciamo i simpatici, così loro ricambiano la nostra fiducia non bloccando le pubblicità su Internet. La gente, tornando alla metafora con cui abbiamo aperto il post, dovrebbe quindi premiare l’onestà del pasticciere.

Ma sarà davvero tutto così roseo? Davvero le persone, avendo tra le mani uno strumento in grado di eliminare banner, video e pop-up di ogni sorta, sarà così coscienziosa da pensare che abusando degli ad blocker finirà con l’annichilire il mercato delle pubblicità su cui si basa la maggior parte dei siti Internet (Murdoch permettendo)? Noi dubitiamo.

Pasticciere, cerca di essere il più convincente possibile, altrimenti finiremo tutti a dieta!

[Via | The Register] [Photo Credits | -eko- su Flickr]
Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Adlessle, sostituire gli annunci pubblicitari online con appositi widget informativi

Adlessle, sostituire gli annunci pubblicitari online con appositi widget informativi

La presenza di numerosi annunci pubblicitari sulle pagine web, si sa, può creare non pochi fastidi andando a contrastare quella che potrebbe essere una rapida e corretta visualizzazione di tutti […]

Google Adsense, compensi per i publisher in calo nel 2009

Google Adsense, compensi per i publisher in calo nel 2009

Brutte notizie in arrivo per tutti gli utilizzatori di Google Adsense, l’ormai famosissimo e importantissimo network pubblicitario creato da Google, e che ha costituito da sempre la maggiore fonte di […]

Google progetta di aumentare i ricavi da Blogger

Google progetta di aumentare i ricavi da Blogger

Blogger, il notissimo servizio di free blogging acquistato da Google nel 2002, sta per compiere tra poco più di un mese 10 anni, essendo nato nell’agosto 1999 da una piccola […]

Le donazioni non bastano, e se Wikipedia si affidasse alle entrate pubblicitarie?

Le donazioni non bastano, e se Wikipedia si affidasse alle entrate pubblicitarie?

Ultimamente Wikipedia è particolarmente sotto pressione a causa delle critiche sollevate da più sedi accademiche in merito soprattutto ai contenuti dell’enciclopedia, e da ciò è scaturita una divisione tra gli […]

Google AdSense modifica i termini e le condizioni del contratto con i clienti

Google AdSense modifica i termini e le condizioni del contratto con i clienti

Dopo più di due anni dall’ultimo aggiornamento, risalente al Novembre 2005, Google Adsense ha modificato alcuni termini e alcune condizioni del contratto con i propri clienti. La decisione è stata […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

 

  • #1Fexys

    La colpa non è nei banner pubblicitari, ma di come i webmaster la dispongono nei siti!
    Guardate Geekissimo, come hanno detto se ne trovano ben 12! Se si avesse buon senso basterebbe metterne 1 o al massimo 2 e vedrete che la gente non userebbe i programmi blocker..

    18 Dic 2009, 10:23 am Rispondi|Quota
  • #2Luca Dalbosco

    Assillanti????

    Ce ne sono 12 solo su questa pagina.. di cui 4 di google…di cui 3 nel testo…

    18 Dic 2009, 9:24 am Rispondi|Quota
    • #3Diego

      No ti sbagli non ce n'è nessuno… AdBlock+ con EasyList e Xfiles e Greasemonkey con AdSweep
      Sono immune!

      18 Dic 2009, 9:43 am Rispondi|Quota
    • #4Manuel88

      è la stessa cosa che ho pensato anke io xD

      18 Dic 2009, 10:00 am Rispondi|Quota
    • #5Claudio M.

      Il fatto che ce ne siano così tanti dipende molto da chi li mette. Google ti offre il servizio, i gestori dei siti che li usano ne abusano mettendoli in ogni buco vuoto della pagina e adirittura inventandosi anche i buchi qualora nn ce ne fossero.

      18 Dic 2009, 10:19 am Rispondi|Quota
    • #6Leonardo

      E che ho pensato pure io ;)!!! XD

      18 Dic 2009, 10:37 am Rispondi|Quota
    • #7F*ckdat

      quotone.
      Infatti secondo i miei ASSURDI principi evito di aver rotte le palle e uso flashblock e adblock, ASSURDO pensare di voler navigare senza tutte ste porcherie lampeggianti e fuorvianti huh?

      18 Dic 2009, 12:51 pm Rispondi|Quota
    • #8123

      però le pubblicità Google non presentano fastidiose animazioni, i colori chiari non danno fastidio e non c'è scritto molto perchè il solo nome riesce a conquistare. In più quanti di voi che usano Gmail notano la pubblicità in alto ? questa è pubblicità discreta e non invasiva

      18 Dic 2009, 1:46 pm Rispondi|Quota
  • #9Diego

    assurdo

    18 Dic 2009, 9:43 am Rispondi|Quota
  • #10Grande Capo

    Ad Block Plus per Firefox è una manna dal cielo…

    18 Dic 2009, 9:50 am Rispondi|Quota
  • #11Biagio

    io adblocker e noscript non li eliminerò mai dal mio FF, migliora la qualità della vita. Quando capita di trovarmi ad utilizzare un computer di qualche mio amico che non usa questi plugin e mi ritrovo la realtà di una pagina piena zeppa di ad banner e popup ringrazio i programmatori che ci hanno regalato questi strumenti.

    18 Dic 2009, 11:17 am Rispondi|Quota
  • #12Cristian Guerra

    Concordo, un ad block è il massimo. Se poi cominciano a mettere donnine nude o cose con suoni… la situazione diventa insostenibile!

    18 Dic 2009, 10:23 am Rispondi|Quota
  • #13Fexys

    Sto odiando sto intensedebate.. Per quale strano motivo i miei commenti non vengono approvati e gli altri sì?

    18 Dic 2009, 11:37 am Rispondi|Quota
    • #14kasx93

      Io lo vedo il tuo commento 😛

      Comunque io non uso un ad block, un tempo lo utilizzavo su firefox, ma lasciavo le pubblicità nella maggior parte dei blog che seguivo!

      18 Dic 2009, 12:20 pm Rispondi|Quota
  • #15boh

    io non le vedo…. sara' perche' ho adblock!
    provo a disabilitarlo un attimo

    pubblicita per
    dieta
    telecom
    national geographic
    videoconferenza

    sim noverca
    tim
    better
    tele2
    lastminute
    banco di sicilia

    oltre ad essere annoianti (soprattutto quelle infilate nel testo che si confondono e che danno veramente urto) sono anche inutili
    dovrebbe esserci anche una miglior ottimizzazione da parte di google

    18 Dic 2009, 10:40 am Rispondi|Quota
  • #16Lorenzo

    Grande Google! e grande l'esempio del pasticciere ahahahah..
    Comunque io uso ad block per non essere invaso dalla pubblicità..e probabilmente lo continuerei a usare, anche se questa diventasse meno invasiva. tanto non capiterà mai=)

    18 Dic 2009, 1:17 pm Rispondi|Quota
  • #17Silver D

    La pubblicità non serve mai a niente, solo a rompere le palle al navigatore, se volete che la smetta di utilizzare adblocker allora sminuite la spazzatura che mi devo sorbire ogni giorno per navigare in questo blog 😀

    18 Dic 2009, 3:47 pm Rispondi|Quota
  • #18D4Ri0

    assurdo!!!!!! ma non rompete le balle, io blocco tutto, solo su geekissimo ci sn un sacco di banner tanto per fare un esempio.

    18 Dic 2009, 3:30 pm Rispondi|Quota
    • #19Tim

      Si vede che non sei un informatico. Se lavorassi 10 ore al giorno ad un sito (che è il tuo lavoro) per niente, inizieresti ad odiare chi:

      1) offre il tuo stesso servizio gratis perchè ha il monopolio su altri servizi e può offrirlo in perdita
      2) chi ti dice "non mi rompere la palle, io blocco tutto!" esigendo il tuo lavoro, gratis, e basta.

      18 Dic 2009, 11:01 pm Rispondi|Quota
  • #203mentina

    Perchè questa dichiarazione?
    G sa quanti usano i blocker e quanti li useranno. Non parla a sproposito.
    Poi magari salterà fuori che G ne ha ha comprato uno.
    No, non salterà fuori.

    18 Dic 2009, 4:18 pm Rispondi|Quota
    • #21Andrea Guida

      beh, ma a meno che non sia a pagamento, che senso avrebbe sponsorizzare (o addirittura produrre) un ad blocker perdendo milioni di dollari di guadagni pubblicitari?

      18 Dic 2009, 4:45 pm Rispondi|Quota
  • #22Gianni

    beh ad esempio blocco solo quella nel testo che reputo immensamente fastidiosa (nota: nn è di google) e lascio le altre. penso che google abbia ragione, la pubblicità nn deve essere invadente o ottiene l'effetto contrario!

    18 Dic 2009, 11:00 pm Rispondi|Quota
  • #23Andrea

    Penso che la pubblicità sia considerata fastidiosa perchè non ci offre niente di vantaggioso, solo invitarci a comprare.
    Ma quando la pubblicità comincerà a essere veramente targettizzata, cioè quando sapranno che sono in via xxx ed è ora di pranzo e mi piace la cucina ungherese, e mi pubblicheranno il banner del nuovo ristorante ungherese dietro l'angolo, più la possibilità di stampare un voucher per una bevanda gratis a pranzo, non la riterrò così antipatica da bloccarla a tutti i costi.
    Comunque ricordate che Google non ci darebbe Gmail, Gdocs, etc etc etc gratis se non ci fossero clienti che pagano Adwords, blogger che pubblicano le pubblicità e persone che cliccano sulla pubblicità. Grazie Google.

    30 Dic 2009, 6:17 pm Rispondi|Quota