Geekissimo

WiFi Guard, uno scanner di rete che individua i device collegati senza consenso

 
Martina Oliva
1 dicembre 2012
1 commento

Sfruttare una connessione Wi-Fi è sicuramente il miglior modo mediante cui collegare uno o più device ad internet.

Per quanto comode possano essere le connessioni Wi-Fi possono però rivelarsi poco sicure e non è poi così remota la possibilità che eventuali malintenzionati possano mettere in atto attacchi ad hoc entrando in possesso della password di rete e sfruttando la stessa a proprio piacimento.

Tenere sotto controllo tutti i device collegati ad una specifica rete potrebbe senz’altro essere utile al fine di evitare di andare incontro a spiacevoli situazioni di questo tipo.

Per poter eseguire in maniera ottimale l’operazione in questione è possibile ricorrere all’utilizzo di un’apposita risorsa quale WiFi Guard.

Si tratta di un software completamente gratuito ed utilizzabile senza alcun tipo di problema su tutti i sistemi operativi Windows, Mac e Linux (sia a 32-bit sia a 64-bit) che, appunto, consente di sapere immediatamente se la rete viene impiegata da terzi senza il proprio consneso.

WiFi Guard, infatti, altro non è che uno scanner di rete che analizza la stessa ad intervalli di tempo predefiniti fornendo immediatamente appositi report nel caso in cui vengano individuati nuovi dispositivi connessi che potrebbero appartenere ad un intruso.

Oltre che in manier automatica la scansione della rete può anche essere avviata manualmente semplicemente cliccando sull’apposito pulsante Scan Now annesso alla finestra del software (ad inizio post ne è disponibile uno screenshot d’esempio).

Agendo sempre dalla finestra di WiFi Guard è anche possibile specificare i dispositivi noti onde evitare di visualizzare avvisi anche nel caso in cui durante la fase di scansione vengano rilevati i device autorizzati.

Download | WiFi Guard

 

 

 

Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Kidsnapper, catturare screenshot e condividerli con altri computer della stessa rete

Kidsnapper, catturare screenshot e condividerli con altri computer della stessa rete

Per catturare screenshot è possibile attingere ad uno dei tanti ed appositi tool proposti svariate volte qui su Geekissimo che vanno a rivelarsi più o meno utili a seconda delle […]

Kapow, tenere traccia del tempo trascorso nell’eseguire compiti e progetti al PC

Kapow, tenere traccia del tempo trascorso nell’eseguire compiti e progetti al PC

Per la felicità di tutti coloro che si servono del PC come strumento di lavoro e sono alla disperata ricerca di una qualche risorsa mediante cui ottimizzare il proprio operato […]

StreetView Explorer, navigare tra le immagini di Google Street View direttamente dal proprio desktop

StreetView Explorer, navigare tra le immagini di Google Street View direttamente dal proprio desktop

Tutti o, quanto meno, la maggior parte di voi lettori di Geekissimo conoscerete sicuramente Google Street View, il servizio offerto dal gran colosso delle ricerche online, annesso sia a Google […]

Unique Content Verifier, scopri chi copia i tuoi contenuti online utilizzando un efficace applicativo da desktop

Unique Content Verifier, scopri chi copia i tuoi contenuti online utilizzando un efficace applicativo da desktop

Sono in molti gli utenti in possesso di un blog o, in linea ben più generale, di un spazio online adibito alla pubblicazione di contenuti d’informazione di varia tipologia, soggetti […]

10 strumenti utili e trucchetti per BitTorrent

10 strumenti utili e trucchetti per BitTorrent

Ormai la tecnologia di P2P chiamata BitTorrent non ha davvero più bisogno di alcuna presentazione: grazie alla sua elasticità, velocità e facilità di utilizzo è diventato un mezzo molto diffuso […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1-.-

    il 99% degli attacchi li fanno a MAC spoofato con un pc di quella rete(sniffato in precedenza e senza chiedere permessi ed autorizzazioni) proprio per evitare queste cose o i “MAC FILTERS” che sono di base per un AP…a che serve sto programma insomma?

    1 Dic 2012, 3:12 am Rispondi|Quota