Geekissimo

MIT, un algoritmo elimina i riflessi nelle foto scattate da un vetro

 
Martina Oliva
18 maggio 2015
0 commenti

Quando viene scattata una foto attraverso una finestra o una vetrata solitamente ci si ritrova a dover fare i conti con un fastidioso riflesso. Per far fronte alla cosa oggigiorno è possibile sfruttare appositi accessori studiati per ridurre il più possibile il disturbo che vengono applicati all’obiettivo della fotocamera utilizzata. Tuttavia l’impiego di tali accessori non sempre risulta pratico ed immediato. Grazie ad un nuovo algoritmo messo a punto dal MIT (Massachusetts Institute of Technology) un giorno sarà però possibile eliminare i riflessi in fase di post-produzione.

Foto che mostra l'obiettivo di una reflex in primo piano

Tratasi di un algoritmo di machine learning attraverso il quale è stato insegnato ad un computer a riconoscere quali elementi fanno parte del riflesso e quali invece rappresentano il soggetto inquadrato.

Allo stato attuale delle cose la tecnologia funziona solo con vetrate dallo spessore notevole o con doppi vetri poiché per distinguere le due immagini viene identificato il riflesso generato su entrambi i lati della superficie trasparente.

Per comprendere meglio il funzionamento dell’algoritmo è sufficiente dare uno sguardo alla seguente immagine.

Immagine che mostra il funzionamento del nuovo algoritmo del MIT che elimina i riflessi sulle foto

Nel riquadro più grande a sinistra è possibile osservare la fotografia di un edificio immortalato attraverso una finestra con il riflesso del dispositivo e di chi lo utilizza ben visibile. A destra lo scatto viene scomposto in due file differenti: nel primo in alto è visibile la facciata della struttura mentre quello in basso somiglia più ad un selfie realizzato allo specchio in cui è possibile avvistare il fotografo e la sua macchina fotografica Canon.

I primi test, condotti su un totale di 197 fotografie prelevate da Google e Flickr, hanno restituito risultati convincenti in circa la metà dei casi, per la precisione 96. Chiaramente si tratta di una tecnologia ancora migliorabile e perfettibile ma che comunque già dimostra le proprie potenzialità e che potrebbe dare i suoi buoni frutti qualora integrata come filtro o plug-in in Photoshop, GIMP, Lightroom o negli altri software solitamente impiegati per l’editing.

[Photo Credits | Korionov / Shutterstock.com]

Via | MIT News

Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Flickr, la fotocamera di iPhone è la più popolare

Flickr, la fotocamera di iPhone è la più popolare

Il 2015 è ormai giunto al termine, o quasi, e per Flickr è tempo di tirare le somme. Nel corso degli ultimi giorni il famoso sito di proprietà di Yahoo! adibito […]

Apple pensa alla fotografia 3D

Apple pensa alla fotografia 3D

Le foto che è possibile scattare utilizzando l’iPhone sono già ottime ma a quanto pare Apple non ha alcuna intenzione di fermarsi al risultato attualmente raggiunto. Per la fotocamera dei […]

iPhone 5S, il National Geographic ne elogia la fotocamera

iPhone 5S, il National Geographic ne elogia la fotocamera

Giorni fa Apple ha presentato ufficialmente l’iPhone 5S, il nuovo modello di melafonino già disponibile in alcuni paesi ed a breve anche in Italia. Tra le varie ed interessanti caratteristiche […]

Metrogram Live, visualizzare e gestire le foto di Instagram da Windows 8

Metrogram Live, visualizzare e gestire le foto di Instagram da Windows 8

Condividere foto con amici, parenti, colleghi e, talvolta, anche sconosciuti è diventata una vera e propria mania alimentata sempre di più dalle diverse ed apposite applicazioni adibite proprio allo scopo […]

Photovisi, il sito per creare i tuoi collage fotografici!

Photovisi, il sito per creare i tuoi collage fotografici!

Sarà anche vero che è arrivata l’era delle cornici digitali, soluzioni geek per eccellenza per tutti coloro i quali si cimentano nella fotografia amatoriale o amano vedere ad ogni momenti […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento