Geekissimo

KeRanger, il primo ransomware che colpisce OS X

 
Martina Oliva
8 marzo 2016
0 commenti

Nel corso delle ultime ore gli esperti di Palo Alto Networks hanno fatto la scoperta di KeRanger, ovvero il primo ransomware per OS X. Il malware è stato scovato all’interno dell’installer di Transmission, pubblicato sul sito ufficiale del famoso programma.

Foto di un iMac

Per chi non ne fosse a conoscenza ricordiamo che i ransomware sono una tipologia di malware, ben nota in ambiente Windows, utilizzata dai cybercriminali per chiedere un riscatto, dopo aver bloccato l’accesso ai file sfruttando la crittografia. Uno dei ransomware più diffusi sui sistemi operativi di casa Redmond è ad esempio Cryptolocker.

Per quanto riguarda la scoperta fatta su OS X Palo Alto Networks ha spiegato che KeRanger va a configurarsi come il primo ransomware effettivamente funzionante per Mac. Lo schema è sempre lo stesso: i file memorizzati sul computer vengono cifrati e per sbloccare l’accesso viene chiesto un riscatto, quasi sempre in Bitcoin. Nel caso di KeRanger, la somma da pagare per ottenere la chiave crittografia è 1 Bitcoin, circa 375 euro al cambio attuale.

Per riuscire nel loro intento i cybercriminali hanno dunque compromesso il sito del Transmission Project ed i file DMG sono stati sostituiti dalle versioni contenenti KeRanger. Il malware è stato firmato con un certificato valido, quindi non rilevabile dalla protezione Gatekeeper di Apple. Il ransomware attende tre giorni prima di effettuare una connessione ai server C&C (command-and-control) sulla rete Tor, quindi inizia a cifrare documenti, immagini, audio, video, email, database e archivi, utilizzando chiavi AES e RSA.

Se ne deduce quindi che gli utenti che hanno scaricato Transmission tra le 11:00 PST del 4 marzo e le 7:00 PST del 5 marzo hanno installato anche il malware KeRanger. Ad ogni modo al momento non c’è più nulla di cui preoccuparsi poiché Apple ha revocato il certificato fasullo e aggiornato l’antivirus XProtect. Trasmissione Project ha invece pubblicato la versione 2.92 del client BitTorrent.

[Photo Credits | rzoze19 / Shutterstock.com]

Via | Reuters

Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Mac, un malware cattura screenshot e li invia su server remoti

Mac, un malware cattura screenshot e li invia su server remoti

A conferma del fatto che il mondo Mac, così come ha insegnato il caso Flashback, non è da considerare come inviolabile e completamente estraneo agli attacchi malevoli, un nuova minaccia, […]

Mac, scovato un nuovo malware che mostra pubblicità non gradite

Mac, scovato un nuovo malware che mostra pubblicità non gradite

Pur essendo più sicura rispetto ad altre, la piattaforma Mac, così come il caso Flashback insegna ed a differenza di quanto è stato fatto per anni, non è sicuramente da considerare […]

Apple, disponibile l’update per contrastare Flashback

Apple, disponibile l’update per contrastare Flashback

La patch annunciata e promessa da Apple relativamente al malware Flashback nella sua variante K è stata finalmente e prontamente rilasciata dalla ben nota azienda della mela moriscata proprio nel […]

Apple, in arrivo il rimedio definitivo per Flashback

Apple, in arrivo il rimedio definitivo per Flashback

Se ne parla già da qualche tempo e nel corso degli ultimi giorni la minaccia Flashback nella sua variante Flashback.K è tornata a farsi sentire per gli utenti della mela […]

Flashback.K, infettati oltre 600 mila Mac

Flashback.K, infettati oltre 600 mila Mac

Quella che nel corso delle ultime ore ha infettato oltre 600 mila Mac (la maggior parte dei quali negli Stati Uniti e soltanto lo 0,3% dei casi fa riferimento all’Italia) […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento