Geekissimo

Windows, Google rende noto un grave bug

 
Martina Oliva
2 novembre 2016
0 commenti

Google ha deciso di sfruttare l’occasione della festa di Halloween ormai trascorsa per pubblicare i dettagli di una grave vulnerabilità zero-day presente in Windows.

Windows

La vulnerabilità, scoperta dal Google Threat Analysis Group in Flash Player e nel kernel di Windows, è stata segnalata alle due aziende il 21 ottobre. Adobe ha rilasciato il 26 ottobre una nuova versione del plugin (23.0.0.205) che risolve il bug. Come è noto, Chrome viene aggiornato in maniera automatica, per cui gli utenti non devono fare assolutamente nulla per scaricare il plugin dal sito Adobe. La falla individuata nel kernel di Windows invece non è stata ancora corretta.

Nel dettaglio, la vulnerabilità in win32k.sys può essere sfruttata per ottenere privilegi di amministratore, eludere la protezione della sandbox e guadagnare il controllo totale del sistema operativo. Google Chrome blocca le chiamate al file win32k.sys, utilizzando la tecnica Win32k lockdown su Windows 10, ma Windows 8.1 e Windows 7 non sono protetti. Ad ogni modo, il problema rimane se l’utente usa un altro browser.

Riguardo invece il fatto che Google abbia deciso di render note le informazioni in oggetto, Microsoft ha ovviamente espresso il duo disappunto perché non ha avuto il tempo di sviluppare una patch. L’azienda di Mountain View, dal canto suo, ha tuttavia dichiarato che la divulgazione di tali informazioni risulta essere più che lecita visto e considerando che rispetta la timeline per la divulgazione in vigore da oltre trent’anni.

Google è inoltre del parere che sette giorni siano più che sufficienti per sviluppare un mix o comunque per pubblicare un avviso di sicurezza con le possibili soluzioni temporanee. Microsoft ha comunque dichiarato che Google ha messo in pericolo gli utenti e che il fix verrà rilasciato al più presto.

[Photo Credits | Adriano Castelli / Shutterstock.com • Via | VentureBeat]

Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Google, 7 giorni per correggere i bug

Google, 7 giorni per correggere i bug

D’ora in avanti a seguito della scoperta di gravi vulnerabilità su software e servizi altrui Google attenderà soltanto 7 giorni prima di comunicare pubblicamente il tutto. I vendor avranno quindi […]

Arriva Windows Live Translator. La risposta di Microsoft a Google Translate?

Arriva Windows Live Translator. La risposta di Microsoft a Google Translate?

La lotta al “possesso” della rete tra Microsoft e Google si è fatta sempre più forte e dura. Come ben sappiamo, il colosso che gestisce la maggior parte dei servizi […]

10 ottimi strumenti per sincronizzare qualsiasi tipo di informazione tra diversi dispositivi

10 ottimi strumenti per sincronizzare qualsiasi tipo di informazione tra diversi dispositivi

Anche chi non è propriamente geek conosce l’importanza e l’utilità di avere i propri dati sincronizzati tra diversi dispositivi. Dal PC di casa al portatile che si usa al lavoro, […]

Da Yahoo! fumata nera, Microsoft rilancia?

Da Yahoo! fumata nera, Microsoft rilancia?

Un’offerta troppo bassa e che mira a una fusione troppo a rischio antitrust. Questa la posizione ufficiale, secondo il Wall Street Journal, che Yahoo! avrebbe deciso di adottare, respingendo cosi […]

Microsoft “compra” Yahoo per sfidare Google

Microsoft “compra” Yahoo per sfidare Google

Questo matrimonio…s’ha da farsi, probabilmente l’avrete già letto, su qualche altro sito di news, ma noi di Geekissimo, abbiamo aspettato che passasse almeno una giornata, cosi da poter fare un […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento