Geekissimo

Ci voleva Google per dare la caccia ai delinquenti?

 
Daniele Semeraro ([email protected])
18 settembre 2007
11 commenti
GoogleMaps

Probabilmente, negli ultimi mesi, avrete sentito notizie del genere: “Evasori fiscali beccati grazie a Google Maps”, “Con Google Earth si contrasta l’abusivismo edilizio”, e così via. Da qualche tempo, infatti, le autorità di tutto il mondo hanno iniziato ad utilizzare i servizi di mappe forniti da Google&co. per gli usi più disparati.

L’ultima notizia in ordine di tempo viene dal Wisconsin, negli Stati Uniti, dove grazie alle mappe di Google la polizia ha scoperto che un uomo stava coltivando ettari di marijuana all’interno del proprio terreno. Almeno per ora è impossibile dire quante autorità utilizzino ogni giorno Google Earth, ma una cosa è certa: questo tipo di servizi non costa praticamente nulla ed è più conveniente (in termini di denaro e anche di comodità) che prendere elicotteri o noleggiare costosissimi aerei. In tempi di ristrettezze economiche succede anche questo.


L’utilizzo di questo servizio si sta rivelando utile proprio per le dispute agrarie, per “beccare” coloro che denunciano “una piccola porzioncina di terra” e poi magari hanno chilometri e chilometri quadrati di campi oppure, come nel caso sopra descritto, per scovare coltivatori di sostanze illegali. Anche se, bisogna ammetterlo, spesso le mappe sono vecchie di mesi. Ma allora cosa succederà quando, in un futuro non troppo lontano, la cartografia sarà aggiornata magari ogni settimana?

Essere spiati da un occhio elettronico per di più gratuito certo non fa piacere a molti (soprattutto, ovviamente, a chi manda avanti progetti illeciti), ma come sempre si apre il dibattito tra favorevoli e contrari. Contrari perché ovviamente si va a minare la privacy di quello che ogni individuo può fare all’interno delle proprie “mura domestiche”; favorevoli perché ovviamente in questo modo si combatte ancora meglio il crimine. Complesso, dunque, decidere se schierarsi a favore o no di questa “nuova moda”. Voi cosa ne pensate?
Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Seguire il percorso della torcia olimpica con Google Maps o Earth

Seguire il percorso della torcia olimpica con Google Maps o Earth

Dal 766 a.C. ad nella città di Olimpia in Grecia si procede con l’accensione dalla torcia olimpica. Per questa edizione la torcia è stata accesa il 24 marzo, la staffetta […]

Creare una password sicura con Password Meter

Creare una password sicura con Password Meter

Password Meter è un tool online con il quale puoi testare la data del tuo compleanno, anniversario, nome dell’animale domestico per verificare che siano sicuri come pensi. Come molti di […]

Google e l’incredibile leggerezza del comandante di una base militare americana

Google e l’incredibile leggerezza del comandante di una base militare americana

Qualche tempo fa con un caro amico ci eravamo soffermati a cercare, su Google Earth, le basi militari americane e italiane. E avevamo constatato, con grande stupore, che era possibile […]

Cloud computing nuova era del web?

Cloud computing nuova era del web?

“Immaginate se, ogni volta che volete un bicchiere d’acqua, doveste prima accertarvi di aver collegato una pompa al pozzo e di aver sistemato tutti i filtri. E se un paio […]

Mai più culetti al vento: Google StreetView si “anonimizza”

Mai più culetti al vento: Google StreetView si “anonimizza”

Mai più culetti al vento o coppie fedifraghe riprese alla loro insaputa. Google StreetView, il servizio di Big G attivo negli Stati Uniti e in qualche paese europeo che permette […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1Arturo

    A mio giudizio è un ottimo strumeno. Privacy: le immagini servono per vedere nuove realizzazioni abusive e non certo tu che ti fai il bagno in piscina (considerando che non sono neanche in tempo reale).

    Piccola curiosità: l’idea di utilizzare le immagini satellitari per dare la caccia agli evasori fiscali e all’abusivismo venne in mente all’Assessorato all’Urbanistica della Regione Lazio tra il 1994 e il 2000. Il progetto non fu portato a termine perchè il servizio di consultazione delle immagini satellitari al tempo era troppo costoso anche per un ente regionale di quelle dimensioni (Google Maps non esisteva). L’Assessore era Salvatore Bonadonna, oggi senatore PRC, e il Presidente regionale era Piero Badaloni, oggi tornato a fare il giornalista.

    18 Set 2007, 12:01 pm Rispondi|Quota
  • #2Angelo

    Con questo servizio possono pure vedere che costruisce mega piscine e non le dichiara…soprattutto nei paesini sperduti

    18 Set 2007, 12:12 pm Rispondi|Quota
  • #3hugoss

    PER ME potrbbero mettere satelliti ovunque nello spazio e io farei filmare ogni singolo angolo della terra. Sai quanti rapinatori e malfattori verrebbero presi?
    SE non avete nulla da nascondere non ci sono scuse imho. A me non mi interessa se mi vedono mentre vado al cinema con la ragazza o altro. Tra le 4 mura non ti possono vedere nemmeno volendo e quello che succede fuori sono tue responsabilità.

    Io spingo perchè i satelliti riprendano TUTTO! Alla faccia dei benpensanti e dei fautori della privacy (che significa lasciatemi delinquere e non essere scoperto nell’eventualità anche remota che commetta qualche marachella)

    18 Set 2007, 12:47 pm Rispondi|Quota
  • #4hugoss

    ahah è il colmo un senatore comunista che si batte per ste cose ahah..che barzelletta

    18 Set 2007, 12:48 pm Rispondi|Quota
  • #5prostata

    Voglio essere ripreso anche in mutande! 😀
    In effetti l’interrogativo del titolo è abbastanza inquietante… possibile che debbano stare alla dipendenza di privati e che non ci abbiano pensato per i fatti loro da prima?!?

    18 Set 2007, 2:05 pm Rispondi|Quota
  • #6Sbronzo di Riace

    Però quando costruiscono interi quartieri abusuvi, non occorre certo il satellite per accorgersi.
    E’ successo a Casalnuovo (NA)

    http://www.mimandaraitre.rai.it/MMR_servizio/0,10135,1067474,00.html

    18 Set 2007, 2:47 pm Rispondi|Quota
  • #7gothcat

    ma come si fa a capire da un’immagine scattata da migliaia di metri se è cicoria o marijuana?
    cioè… sarà stato un campo verde e basta… °_°’

    18 Set 2007, 3:18 pm Rispondi|Quota
  • #8lisp1960

    Io faccio controlli trubutari e se ci fossero le mappe di google ad alta definizione sul territorio nazionale, vi garantisco che molti pagherebbero realmente il dovuto.

    18 Set 2007, 4:24 pm Rispondi|Quota
  • #9Ohm

    @gothcat:
    Avranno visto anche due che se la fumavano vicino 😛

    Addio privacy… dovrebbero comunque mettere delle regole di utilizzo IMHO. Perchè tanto sbagliato non è, ma fino ad un certo punto… la sottila linea della privacy …

    18 Set 2007, 6:52 pm Rispondi|Quota
  • #10Riccardo

    finchè lo usano le autorità ben venga.. ma se immagini settimanali fossero messe a disposizione di tutti non so fino a che punto ci piacerebbe…

    18 Set 2007, 9:05 pm Rispondi|Quota
  • #11mveltini

    Ma bin laden non lo possono prendere cosi?

    27 Set 2007, 3:29 pm Rispondi|Quota