Geekissimo

Impedire a chi ha usato la rete per compiere reati di accedervi per sempre: giusto o esagerato?

 
Daniele Semeraro ([email protected])
30 Dicembre 2007
4 commenti
PrigioneComputer

Oggi affrontiamo un’altra problematica legata alla Rete e ai reati che si perpetuano proprio attraverso rete. E la domanda che vi pongo è questa: impedire l’uso della Rete a chi ha usato internet per compiere reati è un atto necessario, o è solo un’eccessiva violazione della libertà personale? Negli ultimi anni il problema è stato affrontato in diverse sedi: mentre da molti è questo tipo di punizione è vista come un’azione necessaria, da altri invece è vista come un’azione eccessiva (e anche difficile da attuare), considerato che internet è entrato sempre di più nelle nostre vite.

Impedire l’uso del Www vorrebbe dire, ad esempio, impedire le telefonate via VoIP, impedire la prenotazione online di aerei, treni o alberghi, impedire la possibilità di ricaricare il telefonino, e così via. Ultimamente numerosi tribunali hanno etichettato come “eccessive” le punizioni del genere, ma pochi giorni fa un tribunale del New Jersey ha istituito una nuova legge che prevede che coloro che utilizzano internet per compiere reati debbano essere banditi dalla Rete.


La legge, in particolare, verrà applicata a chi usa il Web per catturare le proprie vittime, e sembra che porterà con sé solo una piccola eccezione, nei confronti di chi con internet ci lavora. Purtroppo quest’apertura non è bastata per fermare le polemiche: anche se al criminale vengono lasciate aperte solo la posta elettronica aziendale, le Web-apps e altre poche cose del genere, questo – dicono in molti – significa che la persona in questione non potrà accedere a tutta l’industria dell’intrattenimento, impedendogli ad esempio di scaricare legalmente film e musica.

Non pensate che chi scrive sia a favore dei cosiddetti “sex offenders”, anzi. Chi compie un reato deve pagare la sua pena, e spero davvero che le polizie di tutto il mondo continuino a combattere questo brutto tipo di reati, che tra l’altro sembrano essere in aumento, a causa ad esempio di tutti coloro che sui social network come MySpace si fingono ragazzini per adescare minorenni. Credo, però, che al livello in cui siamo arrivati ora, con internet che è diventato uno strumento che coinvolge tutta la nostra vita, forse chi fa le leggi (e anche i tribunali che le applicano) dovrebbero considerare anche questo fattore. Come al solito mi piacerebbe sentire la vostra opinione. Pensate che queste punizioni siano forse troppo eccessive e anacronistiche, o al contrario è meglio prevenire che curare?

Si ringrazia l’utente CrimsonNinjaGirl di Flickr per l’immagine.
Via | Techdirt
Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Togliere i collegamenti a internet dalle aule universitarie? Di certo non aumenterà l’interesse degli studenti nei confronti delle lezioni

Togliere i collegamenti a internet dalle aule universitarie? Di certo non aumenterà l’interesse degli studenti nei confronti delle lezioni

Nella maggior parte delle università italiane, ormai, sono presenti reti Wi-Fi gratuite per gli studenti, che permettono loro di collegarsi a internet, controllare la posta e fare ricerche da qualsiasi […]

I blog? Sono meglio dei siti statici, ecco perché

I blog? Sono meglio dei siti statici, ecco perché

Se state per creare uno spazio web per voi o la vostra azienda, sarete sicuramente impelagati in uno dei dilemmi tecnologici più assidui degli ultimi anni: “faccio un normale sito […]

Come liberare il più possibile lo schermo in Firefox

Come liberare il più possibile lo schermo in Firefox

Con l’andar del tempo e l’aumentare delle estensioni installate, Firefox tende a “mangiare” sempre più porzioni di schermo a causa dei miliardi di pulsanti integrati nelle varie toolbar e nella […]

Internet collasserà nel 2010. O no?

Internet collasserà nel 2010. O no?

Ultimamente sono in molti a parlare di una vicina morte (o collasso) di internet, dovuta al traffico eccessivo. Ultimamente sta facendo molto scalpore una ricerca pubblicata dal quotidiano statunitense Usa […]

Myanmar alla ribalta internazionale grazie alla rete. E ora?

Myanmar alla ribalta internazionale grazie alla rete. E ora?

La scia di sangue che sta accompagnando la durissima repressione del governo birmano (pardon, del Myanmar) contro le migliaia di persone scese in strada per chiedere maggiore democrazia è stata […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1Rik il Guelfo Bianco

    indipendentemente dal fatto che veramente se oggigiorno si impedisce ad una persona di usare internet lo ammazzi proprio, una cosa del genere equivarrebbe a dire:” tu hai ucciso una persona con un coltello, non puoi più usare i coltelli”, “tu hai rubato 1000 euro, non puoi mai più usare i soldi in vita tua”. Semplicemente assurdo.
    Ma tralasciando questo, se uno compie un crimine, si sconta i suoi anni di carcere come qualsiasi altro reato dove “in teoria” dovrebbe essere migliorato come uomo in modo che quando finisce di scontare la pena possa re inserirsi nuovamente nella società.

    30 Dic 2007, 10:36 am Rispondi|Quota
  • #2Francesco

    A parte il fatto che mi sembra una misura difficlmente praticabile,anzi davvero impossibile, mi sembra come quando la gente dice “i pedofili usano internet..” ma usano anche le videocamere, i cellulari, la posta, il fax.. Se voglio uccidere una persona non è per forza necessaria una 44 magnum , basta un posacenere di vetro o un martello, non è il mezzo che conta ma il fine, non è lo strumento ma l’atto.. Al centro di tutto c’è sempre l’uomo.. Se Internet domani scomparisse torneremmo ad organizzarci come era prima..

    30 Dic 2007, 10:42 am Rispondi|Quota
  • #3billgoldberg

    anche per me è una pratica poco praticabile e anche poco utile,perchè per una persona al giorno d’oggi è molto facile raggiungere internet!!

    30 Dic 2007, 1:41 pm Rispondi|Quota
  • #4Rouge73

    Ciao,
    in Francia sta per essere attuata una proposta di legge del genere ideata proprio dall’attuale presidente,in pratica risalgono all’utente fedifrago tramite IP e lo bannano per sempre dalla rete,il fatto è che così anche tutta la sua famiglia rimane fuori,tutto questo per naturalmente per dar man forte alle major della musica e del cinema.
    Ciao Alessandro.

    30 Dic 2007, 2:38 pm Rispondi|Quota
Trackbacks & Pingback
  1. Impedire a chi ha usato la rete per compiere reati di accedervi per sempre: giusto o esagerato?