Geekissimo

Odio e amore su Wikipedia e eBay. Una storia vera

 
Daniele Semeraro ([email protected])
5 Marzo 2008
13 commenti
Wikipedia_eBay

Quella che vi racconto oggi è una storia (vera) che ha come protagonisti Rachel Marsden, commentatrice e blogger canadese, e Jimmy Wales, co-fondatore di Wikipedia. La loro storia d’amore è finita proprio su internet con due colpi di scena che né l’uno né l’altra si aspettavano. A scatenare la polemica è stato Jimmy, che qualche giorno fa ha “editato” la propria voce su Wikipedia aggiungendo una postilla: “Non sono più legato a miss Marsden”.

Peccato, però, che lei abbia dovuto scoprire che la loro storia d’amore era finita… proprio su Wikipedia. E così, per vendicarsi, ha deciso di mettere in vendita online su eBay la maglietta e il maglione che l’uomo indossava durante la loro ultima notte d’amore. “Ciao, il mio nome è Rachel – si legge nella descrizione degli oggetti in vedita su eBay – e il mio ex-ragazzo, il fondatore di Wikipedia Jimmy Wales, mi ha appena lasciato con un annuncio sulla sua enciclopedia. Si è trattato di una mossa talmente classista che ho voluto fare anch’io qualcosa di simile, per questo vendo alcuni dei vestiti che ha lasciato nel mio appartamento di New York”.


“Entrambi questi vestiti – continua – sono stati lavati due volte con un sapone molto forte. Altrimenti non sarebbero stati in condizione di poter essere venduti”. Ma Rachel non si è fermata: ha mandato una trascrizione delle loro appassionate conversazioni ad alcuni blog specializzati in nuove tecnologie, chiedendo, tra l’altro, se Wales non avesse violato i principi di Wikipedia, secondo cui i contenuti devono essere scritti da un punto di vista neutrale e non possono contenere elementi che costituiscono narrativa romanzata o interpretazione storica.

Tra l’altro la signorina Rachel ha voluto aggiungere anche un tocco di “pepe” in più al proprio annuncio su eBay, specificando di non essere riuscita a togliere dalla maglietta “due macchie bianche, una sulla manica e un’altra sul retro”… Non sappiamo come andrà a finire la questione, sappiamo solo che il loro breve rapporto è finito dov’era iniziato: sulla rete. E sappiamo anche che, al momento in cui scriviamo, la maglietta è arrivata, all’asta, a una cifra di 2.125 dollari, mentre il maglione è quasi a 900. Una storia, dunque, incredibile, tanto più che riguarda una tra le figure più celebri del Web 2.0.

Via | Valleywag
Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Kwedit, compra online e paga di persona

Kwedit, compra online e paga di persona

Lanciato il 3 febbraio 2010, presto sicuramente ne sentirete parlare ancora più assiduamente. Kwedit è il primo sito di vendita online che offre come metodo di pagamento quello personale. Lo […]

Le reliquie di San Vincenzo, la spazzatura di Napoli e i vostri acquisti più “pazzi” su eBay

Le reliquie di San Vincenzo, la spazzatura di Napoli e i vostri acquisti più “pazzi” su eBay

Avete mai acquistato un oggetto particolarmente strano su eBay? La domanda potrebbe sembrare abbastanza banale, ma leggendo certe notizie probabilmente non lo è. L’Osservatorio di Telefono Antiplagio ha infatti denunciato […]

Trucco per vedere ed analizzare le statistiche dei feed dei blogger più famosi

Trucco per vedere ed analizzare le statistiche dei feed dei blogger più famosi

Le statistiche relative agli iscritti ai Feed Rss di un blog sono dati importanti per comprendere quanto questo sia seguito e apprezzato dalla platea di internet, analizzare bene interessi e […]

Wikipedia si appresta a lanciare un servizio video all’interno dei propri articoli

Wikipedia si appresta a lanciare un servizio video all’interno dei propri articoli

Nonostante i problemi a cui un enciclopedia online liberamente modificabile da chiunque va incontro e nonostante il tentativo da parte di Google di creare un servizio simile in grado di […]

Come installare Wikipedia sul PC (in italiano)

Come installare Wikipedia sul PC (in italiano)

Internet è sicuramente uno dei migliori mezzi per diffondere la cultura a livello mondiale, ed uno dei siti web (anche se può risultare riduttivo definirlo così) meglio riusciti proprio in […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1Michael Soprano

    è un pò arrabbiata eh? due macchie bianche… mmm… chissà cosa può voler dire 🙂

    5 Mar 2008, 9:08 am Rispondi|Quota
  • #2Slipperypond

    Classy non vuol dire classista, ma di classe, elegante. In questo caso c’è del sarcasmo 😀

    5 Mar 2008, 9:30 am Rispondi|Quota
  • #3Corrado

    Trovo incredibilmente squallido mettere le proprie cose in piazza… e che piazza, parlando di web…

    5 Mar 2008, 9:48 am Rispondi|Quota
  • #4Nexso

    Questa sì che sa come fare affari su eBay.

    5 Mar 2008, 11:02 am Rispondi|Quota
  • é davvero squallido e fuori luogo..!!!

    5 Mar 2008, 11:17 am Rispondi|Quota
  • #6mirkojax

    molto toccante sta storia, ho i brividiiii
    ma chi cacchio se ne frega?

    5 Mar 2008, 1:31 pm Rispondi|Quota
  • #7_DjN_

    beh un botta e risposta, e naturalmente come ogni storia, è la donna che deve fa piu casino quando si chiude 😀 lui ha scritto su wikipedia, lei ha ribattuto facendo di peggio 😀 sarà finita qua?

    5 Mar 2008, 2:36 pm Rispondi|Quota
  • #8scareface

    piu’ di 2000 euro per una maglietta?!

    mica scema

    5 Mar 2008, 2:55 pm Rispondi|Quota
  • #9Nicola

    Qualunque ragazza incavolata che è stata scaricata dal moroso potrebbe fare ste cose… però cacchio, lasciarla su Wikipedia, penso che Wales sia un gran patacca!!

    5 Mar 2008, 3:48 pm Rispondi|Quota
  • #10axel

    Deve essersi leggermente arrabbiata XD

    5 Mar 2008, 3:51 pm Rispondi|Quota
  • #11FiReX

    una maglietta più di 2000€, se per una mia me ne dessero anche solo 50€ le venderei tutte 😀

    5 Mar 2008, 8:53 pm Rispondi|Quota
  • #12Ugo Raffaele

    Squallidissimo… Non trovo altre parole…

    5 Mar 2008, 9:43 pm Rispondi|Quota
  • #13c0gito

    che tristezza …

    5 Mar 2008, 9:52 pm Rispondi|Quota
Trackbacks & Pingback
  1. Odio e amore su Wikipedia e eBay. Una storia vera
  2. Amori on line, il principe spesso e solo un rospo - MedicinaLive.com