Geekissimo

“In internet ci sono troppe distrazioni, e in questo modo non stiamo preparando i nostri figli per il futuro”

 
Daniele Semeraro ([email protected])
31 Maggio 2008
11 commenti
Ragazzi

Ogni giorno se ne sente una, dal punto di vista del comportamento delle persone in rete. Questa volta partiamo da un articolo abbastanza particolare, che spiega come i servizi del Web 2.0 portino molta distrazione, soprattutto a chi dovrebbe utilizzare la rete per studio o lavoro. Secondo un gruppo di ricercatori, facciamo notte per studiare, frequentiamo tutti i corsi all’università, ci facciamo il mazzo… ma poi ci perdiamo in un bicchiere d’acqua utilizzando YouTube, Facebook, Digg, Neatorama, eBay, Flickr, Amazon (e così via). Per non parlare dei siti porno o dei giochi online.

Secondo l’articolo, insomma, ogni volta che stiamo lavorando e che ci sentiamo stressati o oberati dal lavoro, ecco che con pochi click capitiamo quasi senza volerlo su siti assolutamente inutili che sono divertenti ma ci fanno perdere un mucchio di tempo. Secondo questa scuola di pensiero, “internet è uno strumento incredibile per quanto riguarda la produttività e offre l’accesso a una mole immensa di informazioni. Ma distrae troppo. E rende la concentrazione sul lavoro sempre più difficile da ottenere”.


La distrazione, si legge ancora, non è come un ostacolo che possiamo evitare quando siamo in macchina; ma è come un batterio resistente alle medicine: appare e riappare senza che possiamo fare niente. Il problema è che non solo questa “scuola di pensiero” si rivolge agli adulti, ma anche ai più piccoli. Secondo loro, infatti, tutti pensano a preparare i figli per il loro futuro donando loro computer o portandoli in scuole dove viene insegnata l’informatica.

Ma poi spesso i ragazzi si distraggono e iniziano a guardare siti che con la scuola c’entrano poco, oppure iniziano a giocare. Insomma, cosa bisognerebbe fare, allora? In nome di questa “distrazione” dovremmo vietare a bambini e ragazzi di utilizzare il computer? Questo – a mio giudizio – li porterebbe ad avere poi un enorme digital dvide sul mondo del lavoro. Che ne pensate? Notate anche in voi e nei vostri figli questa particolare distrazione?

Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Brizzly, Facebook e Twitter in una sola pagina

Brizzly, Facebook e Twitter in una sola pagina

Facebook o Twitter? Twitter o Facebook? Un dilemma, che molti sicuramente si saranno proposti. I due social network sono completamente diversi, non si somigliano in nulla ma a molti è […]

TotSpot per un divertimento assicurato dei vostri ragazzi

TotSpot per un divertimento assicurato dei vostri ragazzi

TotSpot è un servizio web 2.0 capace di rendere divertenti le giornate dei vostri bambini.Molto utile, soprattutto per stimolare continuamente i propri ragazzi giocando e ridendo. “TotSpot, un posto per […]

“Dal prossimo anno pagelle solo online”. Ci sembra un po’ azzardato… e tra l’altro in Italia già si fa

“Dal prossimo anno pagelle solo online”. Ci sembra un po’ azzardato… e tra l’altro in Italia già si fa

Sta facendo molto parlare di sé, in questi ultimi giorni, l’annuncio del neo-ministro della Funziona pubblica, Renato Brunetta, secondo cui entro un anno, un anno e mezzo anche le pagelle […]

I blog? Sono meglio dei siti statici, ecco perché

I blog? Sono meglio dei siti statici, ecco perché

Se state per creare uno spazio web per voi o la vostra azienda, sarete sicuramente impelagati in uno dei dilemmi tecnologici più assidui degli ultimi anni: “faccio un normale sito […]

Le migliori 25 estensioni per Firefox per aumentare la propria produttività

Le migliori 25 estensioni per Firefox per aumentare la propria produttività

Chi lavora utilizzando il web sa benissimo cosa vuol dire perdere la concentrazione, ed automaticamente il proprio livello di produttività a causa di piccole o grandi distrazioni che, sommate tra […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1kharim

    mi sembra la solita storia delle mamme isteriche che anche a scuola hanno litigato con la preside per togliere i ponti o festività perché si perdevano quelle 5 ore di “lezione”.
    e comunque se hai dei figli che su internet non fanno altro che giocare è colpa dei tuoi figli e non di internet visto che non mi pare che girino pubblicità pop-up che parlino tanto di giochi su internet se cene sono sono pochi…..

    31 Mag 2008, 11:07 am Rispondi|Quota
  • #2sanbiv

    Lo noto in me 😀
    Mi capita spesso, per lavoro (realizzo sito web – programmazione) di vedere siti concorrenti/ studiarne funzionalita’ e per questo perdermi nei meandri del web intere giornate 🙁

    31 Mag 2008, 11:49 am Rispondi|Quota
  • #3padim

    Siamo “ragazzi” malati di internet e…di Gekissimo !!

    31 Mag 2008, 12:46 pm Rispondi|Quota
  • #4Cheope

    Verissimo! Il web distrae e come! Tutto sta però alla capacità di ognuno di auto-moderarsi e di avere buona forza di volontà… Altrimenti si può ricorrere ad uno di quei programmini apparente inutili che ultimamente spuntano come funghi che promettono di evitare di cadere in tentazione perchè disabilitano la connessione e gli avvisi per un tot di tempo impostabile…

    31 Mag 2008, 1:16 pm Rispondi|Quota
  • #5sanbiv

    @morgan : la tv!!! 😀

    31 Mag 2008, 3:42 pm Rispondi|Quota
  • #6morgan

    io credo che battiamo sempre sullo stesso tasto, ciò demonizzare internet di tutti i problemi esistenti. Se non ci fosse stato internet ora ci sarebbe qualche altro mezzo per stare appiccicati e distratti davanti a qualcosa.

    31 Mag 2008, 3:47 pm Rispondi|Quota
  • #7Riccardo

    Concordo, distrae tantissimo, si forse dovrebbe essere bandito l’uso del pc+internet a tutti..

    31 Mag 2008, 5:49 pm Rispondi|Quota
  • #8sanbiv

    Comunque la distrazione se la cerca uno.
    Se il figlio ipotetico deve farsi una ricerca su wikipedia e per sbaglio digita youtube.it sulla barra dell’indirizzo, oppure se sempre per sbaglio digita giochi on line nella casella di ricerca di google, non si puo’ dare colpa ad internet.
    A casa dei miei non c’è internet, eppure i miei fratelli si distraggono dalla play station, e prima ancora si distraevano con il pallone giocando a calcio. Io mi distraevo facilmente facendo esperimenti di chimica e mi divertivo un casino con una cella fotovoltaica a fare esperimenti, perdevo giorni al posto di studiare. ma a chi do la colpa?? 🙂

    1 Giu 2008, 12:25 am Rispondi|Quota
  • #9Valerio

    Ho 15, emmetto di stare moltissime ore al giorno sul PC (minimo 5 ore al gg) ma nonostante ciò riesco a conciliare benissimo la scuola con eccellenti risultati, e gli allenamenti di calcio, 4 allenamenti alla settimana che mi tengono occupato non poche ore, gioco nelle giovanili del Piacenza Calcio.

    Internet e il web possono portare sicuramente alla distrazione, ma è compito di ciascuno capire quanto è ora di staccare, e comunque se uno non utilizza internet, perderebbe tempo a giocare alla playstation, o con altre consolle, non si può accanirsi contro il web, è una delle tante diverse modalità di svago dei ragazzi, allora andrebbero proibite tutte? No, è compito della responsabilità di ognuno, i genitori, capisco che abbiano sempre meno tempo da dedicare ai propri figli, pero’ invece di imporre di staccare internet dovrebbero fare capire quando è ora di smettere.

    ciao ciao
    Valerio.

    1 Giu 2008, 2:16 pm Rispondi|Quota
  • #10ChristinMoriart

    Hello to every , since I am actually eager of reading this weblog’s post to be updated regularly. It consists of fastidious information.

    24 Set 2013, 9:34 am Rispondi|Quota
  • #11minecraft

    Hi there, I enjoy reading through your article. I wanted to write a little comment to support you.

    22 Set 2018, 9:33 am Rispondi|Quota
Trackbacks & Pingback
  1. “In internet ci sono troppe distrazioni, e in questo modo non stiamo preparando i nostri figli per il futuro”
  2. Tweegee.com, il web per bambini e preadolescenti! - Geekissimo