Geekissimo

eBay, gli italiani comprano sempre di più dagli Stati Uniti (ma sempre di più, dagli Stati Uniti non si spedisce in Italia)

 
Daniele Semeraro ([email protected])
4 Giugno 2008
26 commenti
Pacco

Sembra davvero un controsenso, ma c’è poco da scherzare. Gli italiani che frequentano eBay acquistano sempre di più da venditori presenti negli Stati Uniti, anche se i venditori d’oltreoceano si fidano sempre meno delle nostre Poste, tant’è che molti vendono i propri oggetti con la clausola “non inviamo in Italia”. Partiamo dai dati, innanzitutto. Secondo eBay, nei primi tre mesi dell’anno gli italiani hanno acquistato dagli Stati Uniti quasi 700mila oggetti, con una crescita del 18 per cento rispetto allo scorso anno.

Gli italiani dagli Usa acquistano soprattutto attrezzature sportive (+63 per cento), accessori e ricambi per autovetture (+56 per cento) seguiti da strumenti e forniture per ufficio e fotografia (+47 e +44 per cento). Va bene anche il settore degli strumenti musicali, con il 42 per cento in più. Per quanto riguarda la spesa, i quasi 150mila italiani che hanno acquistato tramite eBay oggetti dagli Stati Uniti, sempre tra gennaio e marzo del 2008, hanno speso in media 56 dollari (l’equivalente di circa 36 euro) per ogni acquisto. Ma andiamo a vedere, invece, le note negative


Come ha dimostrato un’inchiesta di Repubblica la scorsa settimana, “siamo considerati la pecora nera mondiale del commercio elettronico” a causa del nostro sistema postale. La clausola “non spediamo in Italia” sarebbe presente su oltre 37mila inserzioni; tantissime, se comparate a quelle che non spediscono in Francia (3mila), Spagna (700) e Inghilterra (“quasi nessuna”). E addirittura, secondo alcuni utenti il tasso di insuccesso (cioè, il numero di oggetti che effettivamente non arrivano a destinazione) sarebbe quasi pari al cinquanta per cento.

Insomma: come sempre non ci facciamo una bella figura in campo internazionale, e ancora una volta per colpa del nostro carente sistema postale. E a fronte di migliaia di oggetti acquistati ogni mese, poi ci dobbiamo sentir dire che gli altri non si fidano di noi. Che ne pensate? Vi siete mai imbattuti in situazioni del genere? E come vi siete comportati? Avete cercato di convincere il venditore, o non c’è stato nulla da fare?

Si ringrazia l’utente Euan Mckenzie di Flickr per l’immagine
Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Acquisti online, in rialzo libri e CD

Acquisti online, in rialzo libri e CD

Ormai online possiamo acquistare qualsiasi genere di prodotto, dalle automobili ai vini pregiati, ovviamente il mercato più ampio è quello dell’elettronica con enormi negozi online che ci mettono a disposizione […]

eBay dovrà pagare 20mila euro di risarcimento alla Hermes. Un pericoloso precedente, che pone la società d’aste a rischio chiusura!

eBay dovrà pagare 20mila euro di risarcimento alla Hermes. Un pericoloso precedente, che pone la società d’aste a rischio chiusura!

Ancora problemi per eBay, che per l’ennesima volta si trova a dover pagare una multa per il comportamento scorretto dei propri utenti. Questa volta siamo in Francia: un tribunale d’oltralpe […]

Microsoft pagherà (più o meno) chi usa il suo motore di ricerca. Funzionerà, o è solo una mossa “disperata” anti-Google?

Microsoft pagherà (più o meno) chi usa il suo motore di ricerca. Funzionerà, o è solo una mossa “disperata” anti-Google?

Il potere di Google è ancora troppo spropositato rispetto a quello di Microsoft. E così la multinazionale di Redmond, a sorpresa, ha annunciato ieri che inizierà a pagare chi utilizzerà […]

Cuba, vanno in vendita i primi computer domestici legali

Cuba, vanno in vendita i primi computer domestici legali

Pur rimanendo un pressoché totale controllo sulle comunicazioni via internet, Cuba ha dato il via alla possibilità, per le famiglie, di acquistare un personal computer. Cosa fino ad ora proibita. […]

Odio e amore su Wikipedia e eBay. Una storia vera

Odio e amore su Wikipedia e eBay. Una storia vera

Quella che vi racconto oggi è una storia (vera) che ha come protagonisti Rachel Marsden, commentatrice e blogger canadese, e Jimmy Wales, co-fondatore di Wikipedia. La loro storia d’amore è […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1Roberto

    Gli americani non spediscono in Italia perché si preoccupano di farci arrivare la merce o perché hanno paura che gli “faremo un offerta che non potranno rifiutare”?

    4 Giu 2008, 9:13 am Rispondi|Quota
  • Mi suona davvero strano che il 50% della merce non arrivi a destinazione. Ho parecchi amici che comprano su eBay America eppure nessuno di essi si è mai lamentato per un pacco non arrivato; che abbia tutti amici che fanno parte di quel 50% OK? 😀

    4 Giu 2008, 9:52 am Rispondi|Quota
  • #3ggiacomoo

    anche dalla cina molti non spediscono in italia
    vuoi per i tempi-dogana delle poste italiane
    vuoi perchè gli italiani sono “furbi” e quando non firmano il postino dicono che non è arrivato…. (per avere rimborso o seconda spedizione)

    la “nostra furbizia” paga in ogni campo…

    4 Giu 2008, 9:57 am Rispondi|Quota
  • #4acor3

    gli americani potrebbero spedire con Fedex pagando le tasse doganali per la merce di importazione con destinazione italia direttamente alla fonte (in USA) e sarebbero sicuri che il pacco arriva…

    ma siccome vogliono guadagnare di più si assumono il rischio di spedirlo con la posta ordinaria (che in italia viene smistata da poste italiane) sperando che non venga fermato alla dogana… (di solito ci scrivono “gift”)

    so…
    no pain no gain !!!!

    4 Giu 2008, 10:04 am Rispondi|Quota
  • #5Tom

    Alla dogana ormai non sono stupidi, fermano tutto, hanno tutto da guadagnarci.

    4 Giu 2008, 11:45 am Rispondi|Quota
  • #667user

    Io ho fatto numerosi acquisti su ebay, anche da venditori esteri (uno addirittura dall’Australia) e non ho mai avuto problemi. Alcuni mesi orsono mi era capitato di trovare un oggetto che mi interessava su ebay.uk e, benché non fosse specificata la possibilità di spedire di tutta Europa, a una mia richiesta, il venditore non avuto problemi a spedirlo in Italia; ho ricevuto l’oggetto regolarmente in un tempo ragionevole.
    Non capisco perciò tutto questo allarmismo nei confronti delle Poste Italiane.

    4 Giu 2008, 12:08 pm Rispondi|Quota
  • #7gkei

    Ciao a tutt*! Purtroppo mi è capitato diverse volte di voler comprare dei CD dagli Stati Uniti ma il venditore “non spedisce in Italia”. E’ proprio una cosa assurda, spediscono IN TUTTO IL MONDO e non in Italia? Secondo me non è un problema delle Poste Italiane come loro vogliono farci credere. Infatti, nonostante tutto, ho comprato e compro diversi CD dagli Stati Uniti e sono TUTTI arrivati a destinazione, quindi non vedo il problema che si fanno questi venditori!
    Alcuni ho cercato di convincerli, ma nulla!:(
    Buon ebay a tutt*!

    4 Giu 2008, 12:10 pm Rispondi|Quota
  • #8cirio

    mha, tutt’quest’allarmismo non lo vedo, ho un amico che compra reglarmente in america e non ha mai avuto problemi.

    4 Giu 2008, 12:12 pm Rispondi|Quota
  • #9FELI79

    e vero e colpa della dogana

    e cmq io ho avuto problemi anche dalla germania!

    4 Giu 2008, 12:36 pm Rispondi|Quota
  • #10FELI79

    io ho avuto problemi anche dalla germania….

    4 Giu 2008, 12:38 pm Rispondi|Quota
  • #11LucaP

    I siti di e-commerce seri, e quindi anche i venditori seri, spediscono in tutto il mondo.

    4 Giu 2008, 1:06 pm Rispondi|Quota
  • #12mirkojax

    boh, Io ho smesso di vendere cose su ebay per l’italia per un altra ragione: perche’ c’era quasi sempre da discutere. Del tipo quello che punta, compra l’oggetto al momento di pagare ti fa le domande sull’oggetto oppure vuole lo sconto. Mi ricordo una che gli ho venduto una macchina fotografica kodak di colore verde degli anni 30 molto bella (ma perche’ l’ho vendutaaa???). Dopo che aveva comprato tutto mi fa “Se l’hai verniciata te puoi anchi non spedirla” … dopo un mese di email mi ha dato un feedback negativo. Diversamente con gli americani non c’e’ mai stato un problema o uno scambio continuo di email.

    4 Giu 2008, 2:09 pm Rispondi|Quota
  • #13mirkojax

    @acor3
    perche’ ci guadagnano di piu’ a fare la posta ordinaria?
    le spese sono sempre a carico del destinatario quindi non vedo dove il venditore ci rimetterebbe.

    Secondo me non fanno fedex perche’ verrebbe a costare troppo e la gente non comprerebbe l’oggetto.

    4 Giu 2008, 2:19 pm Rispondi|Quota
  • #14Pascal

    beh ma mi sembra ovvio. nemmeno io mi fiderei di spedire qualcosa di costoso in italia. l’ultima volta che ho spedito un pacco, contenente un DVD e un libro, è arrivato a destinazione dopo UN MESE! roba che se prendevo la macchina era recapitato in 3 ore!

    4 Giu 2008, 3:25 pm Rispondi|Quota
  • #15Piccchiatello

    Diciamo che la verità sta in mezzo , costi di spedizione tramite i corrieri sono improbi nel nostro paese e quindi ci si rifà alla poste italiane che non brillano affatto per celerità e trasparenza nel servizio.
    Molti di questi “mali” sarebbero gia’ passati se ci fosse realmente un sistema di tracking in grado si seguire passo passo la posta e realmente sapere quanti pacchi scompaiono o vengono aperti o quanti clienti “furbi” ci sono nel nostro paese.

    4 Giu 2008, 3:39 pm Rispondi|Quota
  • #16Alex

    Acquisto regolarmente materiale da Ebay proveniente da Stati Uniti, Gran Bretagna, Australia, Hong Kong …. e dove mi capita, mai avuto problemi per mia fortuna. Una cosa molto strana che ho notato su E-Bay è quella di mascherare gli oggetti provenienti dall’estero. Mi spiego meglio, fate una ricerca internazionale di 1 oggetto dal sito italiano E-Bay, entrate sul sito estero e fate la stessa ricerca, noterete che gli oggetti sono molti di più, e non importa la spedizione in italia, perchè comunque verrà offerta anche sui siti internazionali. Altro tema da discutere sarebbero i costi elevati per chi vende in italia, E-Bay e Paypal ci stanno guadagnando alla grande. Ma questo fa parte di un’altro discorso ….. Un saluto a tutti. E sempre GEEKISSIMO SIETE GRANDI !!!!!

    4 Giu 2008, 4:30 pm Rispondi|Quota
  • #17Mirtilla

    Con l’euro così forte, era normale che gli acquisti verso gli stati uniti sarebbero aumentati.
    Anche a me sembra strano che addirittura il 50% non arrivi.. mboh

    4 Giu 2008, 8:58 pm Rispondi|Quota
  • #18Piero

    La percentuale del 47% di fallimenti è riportata da uno dei venditori di ebay relativamente alle proprie transazioni con utenti ebay italiani.
    Come risulta evidente dalla comune esperienza la percentuale di pacchi internazionali problematici è di gran lunga inferiore.

    Ho comprato e venduto molto su ebay utilizzando quasi sempre raccomandata e pacco celere.
    Per la mia esperienza posso dire che le raccomandate arrivano quasi tutte mentre i pacco celere vengono troppo spesso smarriti o saccheggiati dagli omini SDA (che gestiscono questi servizi per conto delle poste).
    Ben diverso è il loro comportamento quando trattano i loro pacchi, quelli spediti dalle filiali SDA, con un costo ben più alto: in quel caso sono molto coscienziosi!

    4 Giu 2008, 10:19 pm Rispondi|Quota
  • #19Mike

    ma vogliamo parlare dei dazi e delle tasse, sia maledetto lo stato italianO

    4 Giu 2008, 10:21 pm Rispondi|Quota
  • #20OXO

    Per la mia esperienza, sono rari i venditori internazionali che non si affidano a servizi di spedizione seri, con tracking e quant'altro.

    Piuttosto, questi spedizionieri "seri" applicano costi di sdoganamento da denuncia per truffa, ben più alti del semplice pagamento dell'IVA.

    5 Giu 2008, 1:07 am Rispondi|Quota
  • #21robegian

    Già nello scorso febbraio avevamo parlato di qualcosa del genere in questa discussione: http://www.logicforum.it/forum-2/topic.asp?TOPIC_ID=10569

    E le cose sembrano andare sempre peggio…

    9 Giu 2008, 5:09 pm Rispondi|Quota
  • #22Ignazio

    compro spesso su e-bay anche dagli Stati Uniti mai persa una spedizione….
    mi sembrano favole queste storie!!!!

    28 Giu 2008, 7:59 am Rispondi|Quota
  • #23Alissa

    Mi sa che purtroppo questo articolo ha ragione. non parlo delle percentuali, non le conosco, ma usando Ebay mi imbatto in 2 problemi:
    1-che mi spediscano
    2-che arrivi
    Sul primo problema, sono sempre più i venditori che scrivono nelle iserzioni che spediscono ovunque, ma per AFRICA, america CENTRALE E DEL SUD, e ITALIA è obbligatoria l’assicurazione, ovvero è obbligatorio il corriere EMS oppure i servizi di posta con tracking, che sono generalmente costosi. Di solito spediscono, ma ti costringono ad acquistare la spedizione superassicurata, magari (mi è successo) 45$ di spedizione per 8$ di acquisto. Poi ci sono variazioni sul tema, ma è sempre la stessa solfa, Italia e a volte Malta, siete dei ladri. Per 2 ragioni, la prima è il nostro sistema postale e doganale da medioevo, dove trattengono, smarriscono, rubano. Il secondo è la “furbizia all’italiana” che spinge molta gente a dire che il pacco non è arrivato anche se lo è. Ciò è possibile perchè con spedizioni non assicurate, il postino smolla lì il tutto, si va alla posta solo se ci sono da pagare dazi o iva sulla merce in entrata (e su dazi e iva non mi soffermo, c’è da piangere!!!).
    2- le nostre dogane fanno schifo, ci mette mediamente un mese roba tracciabile ad arrivare, e parlo di cose piccole con piccoli valori dichiarati. Sempre che arrivi. Ogni ordine dagli usa è un’odissea, per non parlare di giappone e hong kong. E io faccio ordini piccoli per dimensioni e importi. Ammetto che raramente mi perdono le cose, ma arrivano dopo molto. I tempi di attesa per una lettera (letter!) dagli usa è di 10 giorni. Indovinate un pacco, magari spedito first class. Anche 2 mesi *SE ARRIVA*. Questo a cosa porta? A feedback negativi per venditori onesti, a causa di ritardi e furbetti.

    Morale, piuttosto che rischiare feedback negativi, e richieste di rimborso, costringono gli italiani a comprare spedizioni assicurate oppure eliminano l’italia dal loro concetto di “worldwide”. Ricordo poi che paypal, il metodo di pagamento più diffuso per queste cose, mette tranquillo il venditore solo se c’è prova dell’avvenuta spedizione: se uno mi spedisce una lettera con una carta magic costosa first class dagli usa, e la lettera si perde, io posso aprirgli un contenzioso con paypal, perchè non c’è riprova della spedizione. Quindi alla fine, finchè si compra un pc, ci si paga il corriere e va bene, ma per piccoli acquisti, la convenienza dell’euro forte si annulla di fronte alla nostra dogana e alla cattiva reputazione che abbiamo in giro. Insomma, in qualità di italiana spesso mi trattano da delinquente, anche se accettano i miei soldi. CHE PENA.

    24 Apr 2009, 3:29 pm Rispondi|Quota
  • #24adspy

    Per comprare con serenità in America occorre dotarsi di indirizzi virtuali. Un fornitore di questo servizio è Viaddress.com. Con Viaddresscosì è possibile acquistare da qualsiasi venditore negli Stati Uniti. Sarà cura di Viaddress trasferire poi i pacchi direttamente a casa vostra. È possibile registrarsi gratuitamente su http://www.viaddress.com, si riceve immediatamente una email con l’indirizzo degli Stati Uniti. Si può anche usare Viaddress per acquistare prodotti senza tassa di commissione se il venditore Americano non accetta carte di credito internazionali. È veramente utile! ecco il sito: http://www.viaddress.com

    20 Mar 2010, 9:42 pm Rispondi|Quota
  • #25JesikaParker

    Davvero un grande informazione, ho provato http://www.myparcelguru.com per US indirizzo di spedizione. Servizi come l'inoltro dei pacchetti che veramente risparmiare tempo e denaro.

    5 Gen 2011, 6:11 am Rispondi|Quota
  • #26Iona Kayser

    Pretty! This has been a really wonderful post.Thanks for providing these details.

    23 Gen 2019, 8:04 pm Rispondi|Quota
Trackbacks & Pingback
  1. eBay, gli italiani comprano sempre di più dagli Stati Uniti (ma sempre di più, dagli Stati Uniti non si spedisce in Italia)