Geekissimo

Scopriamo perchè scegliere una Web Radio ad una Radio FM

 
@mister6339 (Michele Laganà)
16 Giugno 2008
30 commenti

In Italia esistono tante realtà Radiofoniche. Ci sono i grandi network, Radio Deejay, Virgin Radio, RDS e tante altre, ma esistono anche le piccole radio private che con fatica riescono ad andare avanti. Da un po’ di anni però, alla realtà radiofonica FM, si è aggiunto il Web. Internet, con il suo brulicare di Radio Web, si pone come un’ottima scelta alla radio tradizionale che siamo abituati ad ascoltare.

Nell’articolo di oggi cercherò di elencare i principali motivi del perché uno dovrebbe scegliere una Web Radio rispetto a una radio FM. Il primo che mi sento di inserire è quello che riguarda la copertura, con internet, infatti, non esistono radio regionali o disturbi d’ascolto, come quel fastidioso “fruscio”, e inoltre la qualità audio è migliore rispetto a quella FM. Un’altra caratteristica importante è anche la semplicità d’uso del mezzo, per ascoltare le Web Radio basta, infatti, collegarsi al sito ufficiale di una radio e premere il link che vi aprirà in automatico il player per l’ascolto.


Insomma, quelle dette sopra sono solo due delle principali caratteristiche ma ne esistono tante altre. L’interattività. Molte Web Radio in questo periodo stanno rendendo l’ascoltatore sempre più presente nella vita della radio permettendogli, addirittura, di scegliere quali brani mandare in onda. Questa funzione non è ancora permessa da tutte le Radio, ma dipende molto dal programma di trasmissione utilizzato dalla “Station” stessa, quindi, in alcune radio, potreste trovare questa funzionalità, mentre in altre no.

In questo “Elenco” aggiungerei il vasto assortimento di generi disponibili. Esistono parecchie radio dedicate a un solo genere musicale, mentre altre sono dedicate a un solo artista. Facilità nella creazione. Creare una radio web è ormai diventato facilissimo, per la rete sono disponibili diverse guide. Questo ha portato a una nascita di web Radio sempre più forte in questi ultimi mesi.

Per concludere l’articolo, vado a segnalarvi un po’ di radio che ho trovato “Spulciando” la rete: RadioByte, RIN Digital Network, Portofino Network, Radio 2.0, Network Studio 5, RadioSnowbord, LolliRadio. Una vasta lista di radio è presente sul sito ufficiale di Shoutcast, per trovare quelle italiane basterà fare una ricerca con la parola Italy.

Insomma, le radio presenti sul web sono sempre di più, la rete sta entrando sempre più all’interno delle case degli italiani e non solo, ora ci si mette anche la radio. Voi che WebRadio ascoltate di più? Segnalatemele nei commenti.
Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Altri 40 siti dove trovare musica gratis

Altri 40 siti dove trovare musica gratis

Si sa, chi ama avere un sottofondo musicale alle proprie giornate lavorative davanti al PC non ne ha mai abbastanza, ecco perché dopo avervi segnalato già oltre 40 siti dove […]

Oltre 40 siti dove trovare musica gratis

Oltre 40 siti dove trovare musica gratis

Cosa sarebbero le nostre lunghe giornate passate davanti al PC senza un po’ di buona musica di sottofondo? Probabilmente solo delle lunghe giornate passate davanti al PC, con molto più […]

Google sta creando la prima automazione radiofonica via WEB!

Google sta creando la prima automazione radiofonica via WEB!

Esistono diversi programmi per la gestione di una Radio sia FM che Web. Oggi però aggiungiamo a questa enorme lista di programmi, formata da MBStudio, Dj Pro, Networks 2000, Xautomation […]

RipShout, registrare le radio on-line al meglio

RipShout, registrare le radio on-line al meglio

Quasi in modo inaspettato, in un’ipotetica stretta di mano tra passato, presente e futuro, la radio è riuscita a trovare una seconda giovinezza proprio grazie al mezzo che in molti […]

Come ottenere il meglio dalla propria musica digitale

Come ottenere il meglio dalla propria musica digitale

Ormai, per noi geek, la parola “musica” è diventata sinonimo di mp3, iPod e digitale. Di cari, vecchi CD in giro non se ne vedono quasi più e questo non […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1io

    io preferisco la web radio ma con il mio pc un po’ lento sono costretto a sentirla alla radio fm altrimenti si bloccherebbe tutto. vorrei segnalarvi questa radio abruzzese: http://parsifal.it/

    16 Giu 2008, 11:30 am Rispondi|Quota
    • #2Daniel

      Io ascolto Afriradio, non si sentono solo i grandi successi internazionali del momento, ma anche brani dal mondo, di una bellezza inaspettata.

      15 Ago 2013, 1:04 am Rispondi|Quota
  • #3ZooLeaN

    io ascolto Radio Metrò, solo musica anni 80

    http://s6.mediastreaming.it:7110

    la trovo fantastica

    16 Giu 2008, 11:36 am Rispondi|Quota
  • #4Nekuia

    Articolo ottimo,
    se posso permettermi, però, il titolo fa un poco a pugni con l’italiano e sembra tradotto dall’inglese. Posso suggerire la sostituzione di “scegliere” con “preferire”; oppure “perché scegliere una web radio invece di una Fm…?”

    Minuzie, ovviamente. Ma su chi è bravo stonano d più 😉

    16 Giu 2008, 12:20 pm Rispondi|Quota
  • #5AleTanz

    bell’articolo!

    io ascolto spesso Techno 4 Ever ( http://www.techno4ever.net/t4e/news.html ) tra le radio via internet; se vi interessa l’hardstyle (anche se ogni tanto passano qualcosa di più “tranquillo”) fateci un salto! 😉

    16 Giu 2008, 12:56 pm Rispondi|Quota
  • #6blogger rose

    Sicuramente vero,non ci sono interferenze,l’unico problema e’ la congestione degli slot ,che per grandi radio non e’ un problema…per ora.
    Ritengo che le cose si complicheranno,quando la tecnologia ( qualsiasi essa sia) di internet mobile sara’ VERAMENTE FLAT e ci saranno dei piccoli player che collegandosi potranno fare ascoltare le internet radio..ovunque.
    un elenco di radio sterminato ( anche tematiche) e’ sempre il buon….
    http://www.shoutcast.com
    un plauso a geekissimo e i suoi collaboratori.
    State diventando come livello punto informatico come serieta’…
    continuate su questa strada..!!

    16 Giu 2008, 1:25 pm Rispondi|Quota
  • #7ninogold

    http://www.radiomargherita.com solo musica italiana anni 60/70/80/90/oggi in FM in tutta italia e in 3 formati diversi sul web (normale,giovane,napoli)

    16 Giu 2008, 1:34 pm Rispondi|Quota
  • #8Matrix

    Comunuque ho i miei dubbi che la web radio sia di qualità migliore rispetto a quella tradizionale!

    16 Giu 2008, 1:59 pm Rispondi|Quota
  • #9cacchione

    blogger rose: sarebbe un complimento arrivare al ‘livello punto informatico’ ??

    16 Giu 2008, 3:34 pm Rispondi|Quota
  • #10Gyo

    Ci sono due punti, importantissimi, che rende la web-radio problematica rispetto all’FM.
    Innanzitutto la banda: spesso le web-radio hanno limiti di banda o un numero massimo di connessioni possibili. In questo senso l’FM permette di raggiungere una maggiore quantità di persone. Certo, le limitazioni di questo tipo vanno diminuendo con l’aggiornamento delle tecnologie che permettono compressione dei dati e aumento di banda. Ma anche così facendo la limitazione si sposta in avanti, ma non scompare.
    Secondo punto ma non meno importante è la portabilità. Teoricamente posso ricevere la web-radio sul mio cellulare collegandomi su rete 3G o GPRS, ma i costi sono ancora troppo alti. Per ricevere una radio FM non devo pagare niente in auto ma anche per strada con il cellulare di cui sopra ma anche con molti lettori multimediali portatili.
    Per concludere l’FM seppur vecchia, rimane una tecnologia egregia per quello che deve fare, ovvero trasmettere programmi audio ad un grande numero di persone contemporaneamente e magari in movimento.
    La radio su web ha grandi pregi ma anche grandi limitazioni.

    16 Giu 2008, 3:42 pm Rispondi|Quota
  • #11manubiond

    a me piace da morire m2o… http://www.m2o.it/m2o/player

    16 Giu 2008, 3:56 pm Rispondi|Quota
  • #12Mister6339

    @Gyo:
    E’ giustissimo quello che dici tu, io non volevo dire che la radio FM è da buttare, ma che la WebRadio è la sfida che le radio fm devono combattere, ormai in Italia un privato non si può più aprire la propria Radio come si poteva fare tempo fa, perché ci sono i grandi network che in meno di un mese ti si pappano tutto.
    Un po’ di mesi fa si parlava, su un forum, di un progetto ameriGano che permette di portare la radio Web sulla macchina. Per ora non si sa ancora nulla, ma pensa se questo diventa realtà? Le RadioDeejay dei miei stivali si troveranno in grande difficoltà, molte volte chi fa una cosa per Hobby o per passione, e non per riceverne un profitto ogni mese, la fa 100 volte meglio! 😉

    16 Giu 2008, 4:50 pm Rispondi|Quota
  • #13ninogold

    è vero mister6339, ma se si riuscisse a portare la web radio in una macchina, quindi un mezzo in movimento, significa che si potrebbe portare anche l’intero web nella macchina, quindi sarebbe una rivoluzione x il mondo della radio e nn solo e nn una semplice sfida!
    xò cmq resterebbe il problema dei costi che invece con l’FM nn esistono!
    la verità è che siamo ben lontani da un cambiamento di sistema della radiodiffusione sonora,almeno in termini economici per l’ascotatore,quindi teniamocci ben stretto l’FM!!

    16 Giu 2008, 4:59 pm Rispondi|Quota
  • #14Daniel

    mi sembra che in shoutcast manchi la RAI.
    Evidentemente loro non si abbassano a distribuire le proprie trasmissioni come web radio al di fuori del sito RAI.
    mah !

    16 Giu 2008, 5:11 pm Rispondi|Quota
  • #15Gyo

    Mister6339, il mio commento voleva solo essere complementare al tuo articolo.
    Anzi, vorrei suggerire di utilizzare RadioPlay, un software gratuito ed italiano che permette con una semplice interfaccia di ricevere su computer una enorme quantità di radio e T su web.
    Link: http://www.radio-play.it/

    16 Giu 2008, 5:25 pm Rispondi|Quota
  • #16acor3

    @daniel: la rai non la trovi in shoutcast perche distribuisce in formato RealMedia(TM)… usi realplayer e te la senti anche senza andare sul sito RAI

    per quanto riguarda un eccellente web-radio-player per windows vi segnalo screamer radio… ne ho parlato qui

    http://www.acor3.it/dblog/articolo.asp?articolo=1

    16 Giu 2008, 8:40 pm Rispondi|Quota
  • #17Mister6339

    @Gyo:
    Certo e lo apprezzo, la mia era solo una risposta al tuo commento!

    @Nino:
    Ti parlo per esperienza (Ho avuto una WebRadio per un anno e poco più), i costi non sono poi così esagerati, in media si spende un 200 euri all’inizio (Software di regia, PC, spazio web e server per lo streaming), ma poi ne vai a spendere pochi al mese, certo se poi devi comprare più server perché hai molti ascoltatori, vuol dire che riesci anche a fare un guadagno grazie agli sponsor che inserisci sul sito. Un rientro lo hai.
    Io per ora mi tento la Web a casa e l’FM fuori! Anche perché non ho scelta! 😛

    16 Giu 2008, 9:59 pm Rispondi|Quota
  • #18Old

    Ciao, intanto complimenti, gekissimo ormai &egrave…: una web radio fondata nel gennaio 2007. Una radio composta esclusivamente da volontari e le cui trasmissioni sono totalmente prive di pubblicità. Soprattutto una radio libera, com'era negli anni '70: diciamo quello che ci pare, mettiamo la musica che ci pare e trasmettiamo dalle 9 di mattina alle 1,30 di notte. Soprattutto rock, in tutte le sue sfaccettature, ma anche world, soul, blues etc. Tutto insomma tranne house & disco.

    A presto

    16 Giu 2008, 10:53 pm Rispondi|Quota
  • #19cavallofurioso

    scusate…ma mi sono sempre chiesto una cosa: ma anche per le web radio si pagano i costi dei brani o no??? intendo siae e tasse varie..si apgano anche in questo caso??

    17 Giu 2008, 1:48 pm Rispondi|Quota
  • #20Mister6339

    @Cavallo:
    Certo, esistono delle licenze particolari rilasciate dalla SIAE. Uguale per SCF!

    17 Giu 2008, 2:27 pm Rispondi|Quota
  • #21blogger rose

    Per cacchione…
    vedi tu,punto informatico e’ uno dei punti di riferimento italiani piu’ seguiti
    in italia ( e piu’ seri a mio parere)
    Per continuare citando il modo di ascoltare musica oggi,un modo senz’altro diverso dalla propria radio preferita…
    http://www.jango.com/
    niente a che vedere con una radio vera in cui ti appassioni ai conduttori,e li segui con passione.
    Comunque se la copertura web mobile diventasse cosi’ affidabile ( senza buchi e uniforme) assisteremmo a un altra rivoluzione…pensate le autoradio che ricevono il segnale es.wimax mobile e continuano a “sintonizzarsi”su cosa vuoi,magari anche un amico che mette su un server shoutcast,per farvi sentire la sua compilation…magari e’ il futuro tra due o tre anni…

    17 Giu 2008, 6:12 pm Rispondi|Quota
  • #22alan

    sinceramente preferisco le webradio, non c’è pubblicità e puoi scegliere il tuo genere musicale preferito senza doversi sorbire canzoni non gradite. io personalmente amo la vecchia musica anni 80 e ascolto spesso goldenradio (www.goldenradio.it) ma mi piace anche la musica classica e ho scelto venice classic (http://veniceclassic.radioonda.it/)

    17 Giu 2008, 8:14 pm Rispondi|Quota
  • #23dj GCE

    Per me il futuro è fatto da Internet più il satellite (vabbé che però io ho la malattia per la parabola :D)

    13 Lug 2008, 10:19 pm Rispondi|Quota
  • #24Papero

    Ciao Alan! Desiero segnalare a te e a tutti gli amici che esiste da poco anche Golden Hit Radio (www.goldenradio.it/hitradio/) con tutti i successi del momento sempre in stile Golden! Ti segnalo anche Radio Onda 1 (www.radioonda.it) con le canzoni più belle dagli anni 70 a oggi!

    7 Ago 2008, 2:48 pm Rispondi|Quota
  • #25LUCIANO DA SAN GIULIANO MILANESE

    Salve a tutti……volevo dire una cosa….. io sto mettendo i piedi una radio locale in web con studiradiofonici mixer 4 lettocd 2 giradischi 3 microfini ed amplificatori con 3 pc per messa i onda ed un potentisasimo streming con una pagina web…… rispetto la classica radiotradizionale locale dove noi adetti ai lavori possiamo trasmettere i nostri programmi in diretta….. come se fosse una radio in fm….. che ne dite grazie

    23 Feb 2009, 4:16 pm Rispondi|Quota
  • #26maurr

    LUCIANO DA SAN GIULIANO MILANESE dice:

    Salve a tutti……volevo dire una cosa….. io sto mettendo i piedi una radio locale in web con studiradiofonici…..

    Bene dacci il link della radio!!Auguri!!
    ( ricorda che se trasmetti musica o altro protetto da copyright devi avere una licenza apposita.Cosa diversa se trasmetti ESCLUSIVAMENTE musica o cose non protette o creative commons.Se la tua radio e’ commerciale pero’ anche le creative commons hanno dei vincoli,…cioe’ devi pagare qualcosa.)

    28 Feb 2009, 5:12 pm Rispondi|Quota
  • #27gigi

    Ciao a tutti,
    “Perche scegliere una web radio invece d’una in Fm????”
    Personalmente preferisco sentirmi le radio fm rispetto alle webradio , in quanto
    “Fatto qualche rara eccezione” , la professionalità e di conseguenza la qualità dei programmi/palinsesti della maggioranza delle web radio è alquanto scarsa.
    Apprezzo sicuramente l’intraprendenza di tanti, neospeaker che si improvvisano “webradio-editori”
    purtroppo pero, fare l’editore radiofonico “non e un gioco” , farlo seriamente vuol dire investire in persone,know,infrastrutture, marketing ecc ecc.

    Secondo voi quante webradio hanno oggi i mezzi per competere “seriamente” con i Broadcast ?????

    Sicuramente un giorno anche non lontano, l’fm sarà sorpassato dal web, ma le web radio “Vincenti”
    Saranno strutturate professionalmente “cioè aziende” in tutto e per tutto simili agli attuali Broadcast.

    20 Apr 2009, 10:31 pm Rispondi|Quota
  • #28mirko

    a questo proposito vi segnalo questo link, uno show pazzesco che mi fa divertire un casino. http://www.spreaker.com/show/what_s_my_age_again

    19 Giu 2010, 9:46 pm Rispondi|Quota
  • #29rosario

    ciao a tutti ho una webradio ma o ilprobblema che miarriva a singhiozzi coem psso risolvere il probblema mi dicono che fastweb no va bene eppure e la miglior compagnia in italia e strana sta cosa lo streamingh e esterno
    che suggerimenti midate per non avere piu di sturbi nella radi perche molte persone mi dicono che la radio arriva malea singhiozzi e no si capisce niente

    30 Mar 2012, 12:10 pm Rispondi|Quota
  • #30mario

    Perché invece non scegliere un buon libro di grammatica?

    26 Mar 2015, 11:43 am Rispondi|Quota