Geekissimo

CopyrightSpot: valido aiuto nella ricerca di chi ci copia violando i nostri diritti!

 
Ferdinando Toscano
14 Ottobre 2008
3 commenti

Sarà un’impressione, ma probabilmente la maggior parte dei lettori di Geekissimo è composta da persone che, per passione o per qualcosa di più, scrivono su internet articoli, guide, post, dossier e cose simili e che quindi mettono a disposizione le proprie conoscenze ed il proprio tempo per i lettori, rilasciando molto spesso le proprie opere sotto Copyright o Creative Commons.

Come sappiamo credo tutti, queste forme di tutela del proprio operato, salvo dove espressamente specificato, implicano al loro interno il rispetto di elementari regole che difendono l’opera e quindi anche l’autore, da eventuali plagi o copie palesi che vanno a vanificare la proprietà intellettiva intrinsecamente interposta all’interno dell’elaborato.

Per tentare di arginare il problema delle copie nei casi in cui non sia rispettata la licenza di rilascio, o almeno dove non venga riportata la fonte dello scritto, possiamo trarre grande aiuto dai search egines, Google in primis, inserendo parti delle nostre opere nel campo di ricerca e arrivando quindi all’individuazione dei copioni. Ma non ci aiuta solo Google. Una bella mano ce la può dare anche CopyrightSpot!


CopyrightSpot è un servizio online purtroppo per ora ancora in alpha che ci consente, inserendo l’indirizzo diretto di una pagina o anche un semplice link ai feed, di individuare con una ricerca i contenuti da noi scritti ricercando nella rete le pagine che contengono le stesse frasi delle nostre opere e mostrando quindi sia pagine dove vengono attribuiti i diritti di paternità dell’opera, sia pagine dove questi ultimi non sono riportati.

Associando quindi questo servizio ai comuni motori di ricerca, potremo dunque cercare di arginare il problema dei plagi, molto spesso angoscianti e direi “antipatici” in quanto vedono i propri lavori uscire dalla testa di chi dice di averli elaborati ma invece non l’ha fatto, e intravedere la possibilità di procedere con eventuali chiarimenti o denunce qualora ci si ritenga lesi da questo fastidioso comportamento ad opera di poco creativi birboni.

Il servizio, essendo ancora nelle prime fasi di sviluppo, deve ancora crescere, ma le premesse per farlo sono buone. Seppur si debba probabilmente cominciare, e parliamo in generale, a pensare a forme di licenza come le Creative Commons (magari senza attribuzione dell’opera) o addirittura al Copyleft è giusto che chi opti per la tutela della paternità dei propri scritti venga tutelato, e ben vengano quindi i mezzi per farlo.

Via | KillerStartups

Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
MS Office Add-in per la dichiarazione della licenza Creative Commons all’interno di un documento

MS Office Add-in per la dichiarazione della licenza Creative Commons all’interno di un documento

Sfido a dimostrare che il pacchetto software maggiormente utilizzato dall’utente medio (e da una buona parte di geeks, più o meno professionisti) non sia MS Office. Una suite dotata di […]

The Plagiarism Checker, scopri chi ha rubato i tuoi contributi!

The Plagiarism Checker, scopri chi ha rubato i tuoi contributi!

Nei momenti più disparati, ci capita di comporre delle opere frutto della nostra grande fantasia. Come ogni utente di internet che si rispetti, terminata l’opera, non vediamo l’ora di caricarla […]

RefSeek, il motore di ricerca per studenti e studiosi!

RefSeek, il motore di ricerca per studenti e studiosi!

Quanti sono i motori di ricerca, chi vi scrive, non lo sa. Come non sa quanti di essi sono semplicemente brutte copie di Google. So però che ce ne sono […]

Blinkrs.com, per saperne di più sui backlink del nostro sito..

Blinkrs.com, per saperne di più sui backlink del nostro sito..

Abbiamo un blog e lo gestiamo con tanta pazienza e qualche sacrificio: vorremmo stimare l’apprezzamento della gente, e all’uopo ci muniamo di un bel contatore. Pensiamo di aver risolto, ma […]

AmpMode e Plorf: 2 nuovi servizi web 2.0 musicali per ascoltare e scaricare mp3 dalla rete!

AmpMode e Plorf: 2 nuovi servizi web 2.0 musicali per ascoltare e scaricare mp3 dalla rete!

Non raramente vi abbiamo presentato dei servizi web 2.0 “musicali”, ma quando vi abbiamo segnalato questi siti, l’abbiamo fatto molto spesso proponendo dei semplici motori di ricerca per canzoni, che […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1Daniel

    acc… io faccio spesso copia – incolla nei newsgroup e forum.
    Devo stare attento!

    14 Ott 2008, 9:42 am Rispondi|Quota
  • #2ilmirk

    semplicemente, ricordati sempre di citare la fonte!

    14 Ott 2008, 11:16 am Rispondi|Quota
  • #3Ferdinando Toscano

    Citare la fonte può essere già qualcosa, ma quando tutti i diritti sono riservati, anche quella conta poco…

    14 Ott 2008, 1:32 pm Rispondi|Quota