Geekissimo

G-Speak, il sistema operativo di Minority Report è realtà!

 
Andrea Guida (@naqern)
18 Novembre 2008
17 commenti

In barba ad iPhone e Windows 7, la tecnologia touch-screen è già stata dichiarata come “morta” dall’azienda californiana Oblong, sviluppatrice di G-Speak: il primo sistema operativo spaziale (ovvero, che permette di operare in tre dimensioni), che potete vedere in azione nel video di apertura del post.

Grazie a dei guanti dotati di appositi sensori e delle speciali telecamere, questo rivoluzionario OS (che ricorda molto da vicino quello visto nel film “Minority Report”) consente ad uno o più utenti (anche in contemporanea) di interagire – in maniera estremamente comoda e rapida – con molteplici schermi e/o computer, tramite il semplice movimento delle mani nell’aria, senza quindi dover toccare fisicamente la superficie del display.


Trattandosi di un prodotto finito e pronto per l’uso, come facilmente immaginabile, G-Speak è già entrato a far parte del lavoro quotidiano di alcune grandi aziende, nonché dell’intelligence a stelle e strisce (mica potevano fare tutta ‘sta fatica solo per far trastullare Tom Cruise con una trasposizione virtuale delle bolle degli imballaggi, eh?!), che lo utilizzerà per i più svariati fini.

Insomma, siamo finalmente di fronte a qualcosa in grado di rappresentare un “anno zero” per quanto concerne l’interazione tra uomo e macchina. Un qualcosa che sarebbe toccato – per una questione quasi morale – sviluppare a Microsoft, azienda capace, con la sua posizione dominante sul mercato, di portare ciò che vuole nelle case di milioni di utenti in tutto il mondo, e da troppo tempo ferma sulla classica interfaccia desktop (ebbene no, ci dispiace per zio Steve Ballmer, ma la sidebar e le finestre trasparenti non rappresentano una rivoluzione).

Che dire? Per ora dobbiamo rassegnarci ad ammirare G-Speak solo tramite dei filmati. Il suo alto costo (non svelato pubblicamente), per ora, non ne consente infatti una diffusione di massa, e purtroppo non abbiamo elementi che ci portino a pensare che ciò possa verificarsi in tempi brevi.

Via | Engadget
Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Novità in Google Video: possibile cercare e vedere un video contemporaneamente

Novità in Google Video: possibile cercare e vedere un video contemporaneamente

La schermata di default di Google Video, TV view, è stata aggiornata con una feature che era secondo me da aggiungere già da parecchio, ovvero la possibilità di effettuare ricerche […]

Learn-To: Cosa sono i processi svchost.exe e ctfmon.exe, perchè esistono ma soprattutto si possono disabilitare?

Learn-To: Cosa sono i processi svchost.exe e ctfmon.exe, perchè esistono ma soprattutto si possono disabilitare?

In qualità di tutore dei miei post ma soprattutto di articolista di Geekissimo, dopo una ripetuta discussione aperta in questione di un Video-Tutorial da me realizzato, nello specifico: Come ottimizzare […]

Youtube ancora più social, parola d’ordine è condividere

Youtube ancora più social, parola d’ordine è condividere

La definirei una specie di rivoluzione quella che è avvenuta su YouTube nelle scorse ore, infatti è stata data un impronta ancora maggiore verso il web 2.0 e la condivisione. […]

Come creare un dual boot con Windows Vista e Mac OS su PC

Come creare un dual boot con Windows Vista e Mac OS su PC

Quale miglior modo per iniziare una nuova settimana, se non una di quelle guide per veri geek?! Come avrete sicuramente intuito dal titolo, nell’articolo di oggi vedremo insieme come creare […]

Newscast personalizzati dalla Northwestern University

Newscast personalizzati dalla Northwestern University

Immagina di avere un telegiornale fatto su misura che ti aggiorna solo sugli argomenti di tuo interesse. Ci hanno provato/ci stanno provando in tanti, ma per adesso con scarsi risultati. […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1vadu

    che brutta cosa però….boh 🙁

    18 Nov 2008, 10:21 am Rispondi|Quota
  • #2Manuel88

    no non mi convince proprio… una cosa così sarebbe bella se fosse proprio come in minority report,ma qui non si toccano gli schermi e le schede quando le sposti,e mi darebbe un senso di distacco del pc troppo forte.
    quindi fino a che non arriveranno a fare degli “schermi olografici ” (penso si kiamino così xD) interattivi è molto meglio il touch screen ^^

    18 Nov 2008, 10:27 am Rispondi|Quota
  • #3marco

    e’ tutta colpa della musichetta di sottofondo… e’ ansiogena!

    18 Nov 2008, 10:40 am Rispondi|Quota
  • #4Zen

    può andar bene x qualche presentazione, qualche riunione ecc…ma x l’uso di tutti i gg, x l’utente consumer, non credo.
    A sto punto preferisco anch’io touchscreen e magari surface.

    saluti

    18 Nov 2008, 12:19 pm Rispondi|Quota
  • #5Mas

    Be guardandolo in quelle dimensioni esagerate, sembra troppo distaccato, ma non mi dispiacerebbe affatto usarlo tutti i giorni per gli usi più svariati, ma in dimensioni molto più piccole… diciamo un touchscreen senza touch 😀

    18 Nov 2008, 1:09 pm Rispondi|Quota
  • #6Edi

    un touch screen senza tuch esiste già in maniera molto + semplicistica, e cioè controllando il propio mouse tramite la webcam.Si utilizza una sola mano e si ha il pieno controllo del mouse con click, doppio click, click destro e pulsante sinistro premuto. Le evoluzioni possibili ovviamente nn sono paragonabili ad un sistema operativo appositamente pensato per lavorare in 3 dimensioni, ma le applicazioni sono cmq tantisime. Basti pensare al videogaming che trasforma un qualsiasi pc in una wii con qualsiasi gioco o alle mouse gesture…

    18 Nov 2008, 1:51 pm Rispondi|Quota
  • #7simone

    a me sa na figata….pero nn puo sostituire il classico pc

    18 Nov 2008, 2:00 pm Rispondi|Quota
  • #8Andrea Guida (Naqern)

    @ marco: hehe effettivamente 🙂

    @ Edi: sì, ma ci sono anni luce di differenza. Con G-space si possono spostare informazioni tra computer, interagire con altre persone, e molto altro. Purtroppo nulla di ciò che possiamo fare attualmente con il pc di casa…

    ciao 😉

    18 Nov 2008, 2:47 pm Rispondi|Quota
  • #9Gabriel

    che figata … però secondo me il “feeling” che c’è con la tastiera e il mouse è ancora troppo forte (e mi sembra giusto che sia così) … il secondo punto è che dal video tutti quelli che usano questo OS sembrano Lucky Luke con una pistola puntata … XD

    18 Nov 2008, 2:56 pm Rispondi|Quota
  • #10Andrea Guida (Naqern)

    @ Gabriel: è vero, ma con l’avvento del multi-touch in Windows 7 (e non solo) potremmo anche assistere ad una “migrazione” (almeno in parte) di diversi utenti verso la scrittura manuale (almeno per le operazioni come email con amici, annotazioni veloci, ecc.).

    Staremo a vedere 🙂

    ciao

    18 Nov 2008, 4:16 pm Rispondi|Quota
  • #11(^_^)

    se uno si gratta il cu.lo metre sta facendo una cosa è la fine…..

    18 Nov 2008, 4:29 pm Rispondi|Quota
  • #12Santino

    Una iccola domanda, continuate a chiamaro g-space nell’articolo, mentre nel video c’è scritto g-speak, tra l’altro riportato anche nel titolo.
    Comunque avrebbe molto piu’ senso g-space a questo punto.
    Anche se il nome fa pensare che l’abbia creato una nota azienda 😀 (non vi dirò mai che si chiama Google, per non fare troppa publicità :P)

    18 Nov 2008, 5:16 pm Rispondi|Quota
  • #13Andrea Guida (Naqern)

    @ (^_^): hahaha, vero! 🙂

    @ Santino: corretto. Grazie per la segnalazione. 😉

    ciao

    18 Nov 2008, 5:22 pm Rispondi|Quota
  • #14Edi

    @andrea guida
    ovviamente ci sono anni luce di differenza, dato che si tratta di un sistema operativo pensato appositamente x essere guidato tridimensionalmente è ovvio che le applicazioni possibili siano sicuramente molte più del controllare semplicemente il mouse con la mano. Bisogna anche ricordare che però il g-speack abbisogna di sensori, videocamere che innalzano incredibilmente i costi mentre le applicazioni possibili oggi come oggi dal pc di casa abbisognano di una cam e di un microfono al massimo x evitare anche l’utilizzo della tastiera. Quello che voglio dire è che nn mi sembra nulla di estremamente innovativo, c’è solo un adattamento del SO a sistemi di input già esistenti ma resi, a scapito di un esborso notevole di pecunia, più funzionali. Nulla di estremamente impensabile xò…

    18 Nov 2008, 6:15 pm Rispondi|Quota
  • #15Andrea Guida (Naqern)

    @ Edi: beh, allo stato attuale delle cose, hai ragione, però bisogna vedere il tutto nell’ottica di probabili evoluzioni del progetto per portarlo nelle case della gente. Non ci rimane che attendere e vedere che succede 🙂

    ciao

    18 Nov 2008, 6:22 pm Rispondi|Quota
  • #16Gabriel

    a me fa anche un po’ paura … non oso immaginare i teenager (i maschietti) del futuro con questo microonde munito di webcam a non finire intenti a navigare su certi siti un po’ piccanti XD … le tastiere sarebbero dei gingilli da avere assolutamente XD

    18 Nov 2008, 7:37 pm Rispondi|Quota
  • #17pepstx

    è una figata!!!
    ma da quale era l’anno tirato fuori? forse da ritorno al futuro!?
    tanto questa roba sul mercato di massa non ci arriverà mai!
    anche xchè la tecnologia di massa oggi punta ad essere sempre più piccola, e non così, in modo che sia fruibile in tutti i dispositivi mediali, anche a discapito della qualità; un pò come il pregiatissimo blu-ray e i film scaricati da internet, chi è che vince?
    a voi giudicare!!

    18 Nov 2008, 8:48 pm Rispondi|Quota
Trackbacks & Pingback
  1. Touch Screen? No, grazie. « Neuro’s blog