Geekissimo

VirtualBox: come ridurre le dimensioni dei dischi fissi virtuali

 
Andrea Guida (@naqern)
9 Aprile 2009
8 commenti

Chissà quanti di voi ameranno utilizzare l’ottimo VirtualBox per gestire le proprie macchine virtuali (e quindi provare sistemi operativi e programmi senza intaccare il “vero” sistema) e chissà quanti di voi avranno scelto di adoperare un disco fisso virtuale ad espansione dinamica (che più aumentano i dati in esso contenuti e più aumenta in dimensioni). Peccato che questi ultimi si facciano sentire negativamente, molto negativamente, quando lo spazio sull’hard disk, quello “vero”, inizia a scarseggiare.

E sì, cari amici geek, il principale difetto dei dischi virtuali in formato VDI è che, nonostante l’eventuale cancellazione di dati e programmi, una volta espanse, le loro dimensioni non tornano più quelle iniziali. Insomma, si finisce presto con l’avere un file grande il doppio di quanto in realtà serva, e questo, da bravi “smanettoni”, non possiamo proprio permetterlo.

Eccoci quindi pronti a vedere insieme come ridurre le dimensioni dei dischi fissi virtuali in VirtualBox. Rimbocchiamoci le maniche e mettiamoci subito al lavoro!


  1. Avviare la macchina virtuale di cui si desidera rimpicciolire il disco virtuale;
  2. Disinstallare i programmi superflui, eliminare i dati non più necessari e deframmentare il disco fisso (l’ultimo passaggio vale solo se si utilizza Windows come sistema virtuale, chiaramente);
  3. [Passaggio da fare solo su Windows] Scaricare l’utility Sdelete, che consente di riempie di “zeri” lo spazio inutilizzato in sul disco fisso virtuale;
  4. [Passaggio da fare solo su Windows] Scompattare il file “sdelete.exe” nella cartella “X:\Windows\System32” del sistema virtualizzato;
  5. [Passaggio da fare solo su Windows] Aprire il prompt dei comandi, digitare “sdelete -c c:“, premere il tasto Invio, attendere il completamento dell’operazione e spegnere la macchina virtuale;
  6. [Passaggio da fare solo su Linux] Recarsi nel terminale, digitare “sudo apt-get zerofree” e premere il tasto Invio per scaricare l’utility Zero Free;
  7. [Passaggio da fare solo su Linux] Riavviare la propria copia virtuale del sistema del pinguino nella modalità “recovery” e dare il comando “df” da terminale per scoprire il nome del disco fisso virtuale da riempire di “zeri” nei suoi spazi inutilizzati (dovrebbe essere qualcosa tipo /dev/sda1);
  8. [Passaggio da fare solo su Linux] Dare il comando “mount -n -o remount,ro -t ext3 /dev/sda1 /” (sostituendo “/dev/sda1” con l’indirizzo del proprio disco fisso virtuale) per montare il file system nella modalità di sola lettura;
  9. [Passaggio da fare solo su Linux] Dare il comando “zerofree /dev/sda1” (sostituendo “/dev/sda1” con l’indirizzo del proprio disco fisso virtuale) per riempire di “zeri” gli spazi inutilizzati dell’HD virtuale e, ad operazione completata, spegnere la macchina virtuale;
  10. Recarsi nel prompt dei comandi (Windows NON virtuale) o nel terminale (Linux NON virtuale) e dare il comando “VboxManage clonehd “indirizzo del disco virtuale originale”.vdi “nome del disco virtuale compresso”.vdi” (senza virgolette iniziali e finali, ottenendo qualcosa come VboxManage clonehd “X:\Users\Utente\.VirtualBox\VDI\macchina virtuale”.vdi “clone disco compresso”.vdi) per creare una copia compressa del disco fisso virtuale oggetto del trattamento “dimagrante”. Da notare come in Windows, prima di dare il comando “VboxManage” sia necessario dirigere prima il prompt dei comandi nella cartella dov’è installato VirtualBox (es: “C.\Programmi\Sun\xVm VirtualBox”) e che il file di output potrebbe essere rilasciato in una cartella diversa da quella del disco fisso virtuale originale (ad es: “C:\Documents and Settings\utente\.VirtualBox\HardDisks“).

Per importare il nuovo disco virtuale in VirtualBox, non occorre far altro che:

  1. Avviare VirtualBox;
  2. Cliccare sul pulsante Nuova;
  3. Cliccare sul pulsante Next;
  4. Dare un nome alla macchina virtuale, selezionare il sistema dal menu a tendina, e cliccare su Next;
  5. Inserire le dimensioni della RAM da dare alla VM e cliccare su Next;
  6. Cliccare sul pulsante Esistente;
  7. Cliccare su Aggiungi;
  8. Selezionare il file VDI “dimagrito” precedentemente generato e cliccare sul pulsante Seleziona;
  9. Cliccare su Next;
  10. Cliccare su Finish.

Ed ora, divertitevi!

Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Windows Vista, come risolvere il problema della navigazione lenta nelle cartelle di rete

Windows Vista, come risolvere il problema della navigazione lenta nelle cartelle di rete

Ed eccoci tornati a parlare di quei grandi-piccoli problemi che affliggono Windows Vista e che, se risolti, riescono a semplificare incredibilmente il lavoro quotidiano sui PC nei quali è appunto […]

Come ripristinare un account in Windows Vista quando cancellato per sbaglio o si è dimenticata la password

Come ripristinare un account in Windows Vista quando cancellato per sbaglio o si è dimenticata la password

Ahinoi anche ai geek più bravi ogni tanto capita di cancellare per sbaglio un account utente in Windows e, perché no, anche di dimenticarsi qualche importante password di accesso, recentemente […]

Windows Vista e l’aggiornamento killer KB937287, come risolvere il problema dei riavvii continui

Windows Vista e l’aggiornamento killer KB937287, come risolvere il problema dei riavvii continui

Purtroppo Microsoft non è nuova a regalare ai propri utenti esperienze traumatiche dovute al non corretto funzionamento di, più o meno importanti, aggiornamenti per il sistema operativo. Ultimo, esemplare caso, […]

Windows, come personalizzare le informazioni contenute nei tooltip

Windows, come personalizzare le informazioni contenute nei tooltip

Uno dei modi più semplici e veloci che si hanno su Windows (ma non solo) per sapere qualche dettaglio “al volo” su file e programmi, sono sicuramente i tooltip (vale […]

Le 8 regole per disegnare un logo perfetto

Le 8 regole per disegnare un logo perfetto

Come già ribadito in diverse occasioni, uno dei principali mezzi per far colpo sui lettori di un sito/blog è quello di adottare una grafica semplice ma allo stesso tempo bella […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1Fabio

    Molto interessante! Grazie 1000.
    Fabio

    9 Apr 2009, 1:42 pm Rispondi|Quota
  • #2Dario

    segnalo che la procedura per l’installazione dell’utility zerofree di linux descritta nell’articolo funziona solo con le distribuzioni debian based (come ubuntu)

    9 Apr 2009, 4:19 pm Rispondi|Quota
  • #3Timothy

    6 Mag 2009, 10:38 pm Rispondi|Quota
  • #4Davide

    Ho trovato un altro modo alternativo per snellire la fase finale:
    – ho seguito i passi fino al punto 5
    – ho esportato la macchina virtuale in ovf (+ vmdk)
    – ho rinominato, per sicurezza, il vecchio vmdk (non si sa mai)
    – ho cancellato la vecchia macchina virtuale
    – ho importato la nuova macchina virtuale
    Risultato: vecchio vmdk: 6GB -> nuovo vmdk 1.3GB

    3 Lug 2009, 6:33 pm Rispondi|Quota
  • #5Sergio

    C’è chi copia o sbaglio?
    http://scarearies.comli.com/?p=88

    19 Ago 2011, 2:37 am Rispondi|Quota
  • #6Giuseppe

    Il passaggio 5 non é corretto:
    il comando giusto é "sdelete -z c:"

    4 Dic 2011, 3:04 pm Rispondi|Quota
  • #7Fabio

    Da me il risultato su una macchina virtuale con Windows 8 è stato pessimo: il comando “sdelete -c c:” ha provocato un aumento notevole delle dimensioni del disco virtuale: prima era 39GB e poi è diventato di ben 59GB!

    7 Giu 2013, 6:49 pm Rispondi|Quota
  • #8Max

    Così non funziona…
    Sdelete dalla versione 1.60 ha invertito i parametri -c e -z… perciò non da nemmeno errore… (no comment…)

    Quindi bisogna digitare:
    sdelete -z c:

    Poi con virtualbox da “C:\Program Files\Oracle\VirtualBox” o da dove avete VirtualBox:
    vboxmanage modifyhd c:\discoDaRidurre.vdi –compact
    In questo modo al posto di creare un altro clone gigante riduce direttamente la VM.

    (SO host: windows 8.1 // SO guest: XP // sdelete 1.61 // virtualbox 4.3.12)
    Sono passato da 40 a 16GB!

    16 Ago 2014, 4:56 pm Rispondi|Quota
Trackbacks & Pingback
  1. VirtualBox: come aggiungere un secondo hard disk a Windows - Geekissimo
  2. sirius latest movs648 abdu23na3288 abdu23na16