Geekissimo

6 utility di per pulire il Pc

 
Angelo Iasevoli
14 Giugno 2009
5 commenti

clean

Di tanto in tanto è necessario ripulire il computer da tutti quei programmi che installiamo, spesso solo per provarli, e che poi non usiamo più. Ci appesantiscono il sistema, infatti,  sia l’accensione che lo spegnimento del Pc ne risentono e rallentano. Oggi vi presento 6 software (1 opensource e 5 freeware) che vi aiuteranno a portare a termine il lavoro di pulitura.

Cominciamo con il software che secondo me è il migliore dei 6 (mio modestissimo parere). Il suo nome è CCleaner. Il software ha ormai superato la seconda versione ed è raro incappare in qualche bug. Oltre alla versione standard, è disponibile anche quella portatile che pesa meno di un megabyte.


Passiamo ora all’unico open source della lista. Bleachbit è di sicuro il programma dalla veste grafica più spoglia, ma che di sicuro, fa bene il suo dovere riuscendo a trovare tutti quei file temporanei ed altri “rimasugli” di programmi che occupano inutilmente spazio sul nostro disco rigido.

Comodo System Cleaner,  disponibile anche nella versione portatile,  merita un posto in questa lista. Il freeware in questione, non da la possibilità di disinstallare i programmi, ma solo quella di ripulire il sistema da tutti i file “fossili”. C’è da dire che però non funziona ancora bene su Windows 7, al contrario,  la versione portatile fa bene il suo lavoro.

FCleaner è tra quelli con più funzioni. Tra le più importanti troviamo le operazioni pianificate e la disinstallazione dei programmi (ma comunque non è l’unico ad avere quese caratteristiche). Il software freeware è disponibile anche nella versione portatile.

Glary Utilities: è proprio il caso di dirlo: la bellezza si accompagna all’utilità. Si, perché, la veste grafica ricorda vagamente quella di Windows 7. Anche questo programma è freeware ed è disponibile in versione portatile.

Siamo ormai giunti all’ultimo freeware della lista: nCleaner.
La velocità non è un suo pregio, ma comunque porta a termine il lavoro per cui è stato programmato (anche se, da un lavoro più lento, ne risulta una pulitura più accurata). Un altro neo, e che non è disponibile la versione portatile.

Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Video Tutorial: come inserire una firma HTML, RTF o CSS in Gmail con AutoHotKey

Video Tutorial: come inserire una firma HTML, RTF o CSS in Gmail con AutoHotKey

Uno dei limiti degli userscript funzionanti in Firefox grazie all’estensione Greasemonkey è che, in servizi web avanzati come Gmail, ogni minimo cambiamento di questi ultimi finisce con l’annullare il corretto […]

Come essere sicuri quando si utilizzano PC e connessioni Wi-Fi pubbliche

Come essere sicuri quando si utilizzano PC e connessioni Wi-Fi pubbliche

Quasi ogni geek, almeno una volta nella vita, ha a che fare con dei computer pubblici che molte volte si appoggiano su reti Wi-Fi pubbliche. Una situazione del genere può […]

4 ottimi strumenti per il backup dei file on-line

4 ottimi strumenti per il backup dei file on-line

Grazie alla diffusione della banda larga e al, per fortuna, sempre più fiorente mondo dei servizi web gratuiti, oggi fare un backup dei file on-line è davvero un gioco da […]

Tutte le alternative per Linux ai migliori software per Windows

Tutte le alternative per Linux ai migliori software per Windows

Ormai anche chi non è un vero geek incallito conosce (almeno per sentito dire) Linux ed il mondo del software libero. Il passare degli anni e la sempre più larga […]

I migliori strumenti free per sincronizzare i nostri segnalibri

I migliori strumenti free per sincronizzare i nostri segnalibri

Anche ai geek più in gamba, per una ragione o l’altra, sarà capitato almeno una volta di perdere tutti i segnalibri salvati nel proprio browser preferito. Inutile dire che questo […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1Denanizzato

    Vado in parte off-topic o off-post.
    nCleaner come tanti software e videogames è portable. Si ok non sempre nel senso stretto del termine, ma in pratica se lo installi sul virtuale e passi la cartella sull’host funziona perfettamente.
    Pensate che io questo lo faccio coi videogames. E mica quelli da poco?! Parlo di Crysis o Far Cry 2, di CoD – World at War o Gears of War 2. O anche con programmi come Adobe Reader,(il primo che ho scoperto essere simil-portable dopo una formattazione di un pò di anni fa), Google Earth e Winrar.
    Chiaro che il giochino non funziona per tutti i software e videogames , ma per quella che è la mia esperienza la percentuale si aggira sull’ 85-90%

    14 Giu 2009, 3:38 pm Rispondi|Quota
  • #2Diego

    Denanizzato quello che dici è una grande inesattezza:

    I software portabili sono quelli che possono essere usati senza installarli e che non ti creano file temporanei sul computer e chiavi nel registro.

    L’azione che fai tu è di quanto peggio si possa fare: se il software che installi in virtuale e poi porti in reale crea delle chiavi o dei file temporanei nel reale nel momento in cui decidi di sbarazzartene (presuppongo tu vada a cancellare la cartella) non c’è un programma di disinstallazione che si occupa di cancellare i file temporanei e le chiavi. Stai utilizzando Windows non Macintosh in cui la disinstallazione completa e ottimale la si fa semplicemente cancellando la cartella

    CI sono procedure molto complesse per portabilizzare i programmi… ti consiglierei di informarti su Winpenpack

    14 Giu 2009, 3:55 pm Rispondi|Quota
  • #3@nonimo

    Si, esatto. Ha ragione Diego.

    Molte volte è necessario addirittura estrarre il codice sorgente del programma per andare a modificare alcuni comportamenti. Per esempio, a volte, si fa in modo che il programma da portabilizzare anzichè salvare le impostazioni nel registro, le salvi in un file (di solito con estensione .ini) che rimarrà nella cartella del programma stesso.

    14 Giu 2009, 6:56 pm Rispondi|Quota
  • #4Denanizzato

    “nCleaner come tanti software e videogames è portable. Si ok non sempre nel senso stretto del termine”
    Mi pare di aver scritto in italiano intanto.Per cui non ho parlato di portable in senso stretto. Ovvio che i giochi creino anche delle cartelle per i salvataggi e altro in documenti o dati applicazioni.Per cui ciò che dite voi è assolutamente giusto infatti. Detto questo ora provate a cercare nel registro, programmi portable (che credo usiate), come firefox, spybot o ccleaner. Avete trovato qualcosa? Immagino di si.Piccole cose. Bene,a quanto pare sono praticamente lo stesso tipo di chiavi che troverete se avviate un gioco come COD4 o softwares come Band in a Box, Google Earth o TvuPlayer (giusto per dirne tre molto diversi tra loro) senza averli installati.
    Allora le domande sorgono spontanee, (serie e assolutamente non provocatorie):
    Siamo certi che un gioco come COD4 (per esempio), se normalmente installato, crei le stesse chiavi di registro di quando viene semplicemente lanciato da cartella? o è forse più invasivo?
    E cosa accade quando ci propongono di scaricare e usare programmi semplicemente zippati come emule o freefilesync o vlc o lo stesso firefox? Poi come li disinstallo e ripulisco il registro?
    Ultima domanda inerente al post in questo caso: Fcleaner viene definto portable.Scaricando la versione zippata a me pare che non ci sia un launcher o qualcosa di simile.Non crea nessuna chiave di registro,nessun file temporaneo?
    Chiedo per capire.Almeno in futuro mi risparmio la fatica 🙂

    ps: winpenpack lo conosco! 😉

    15 Giu 2009, 1:42 am Rispondi|Quota
  • #5ChriX

    Io non ho ancora capito che aspetta la microsozz a eliminare il registro di sistema e a rendere più “pulita” l’installazione/disinstallazione dei programmi..

    il registro di sistema in particolare è una sorta di cloaca fetida ricettacolo di ogni assurdità (tipo programmi che non hanno nessun settaggio da memorizzare ma ti rubano quelle 3 o 4 chiavi vuote tanto per gradire)..
    ed è proprio il registro l’elemento che più spesso è responsabile dei rallentamenti ed inceppamenti dei sistemi operativi made in redmont.
    Senza contare che non esiste quasi nessun programma che, pur disinstallato correttamente, toglie poi realmente tutta l’immondizia depositata in fase d’installazione..

    il mac è un sogno.. solo le applicazioni frutto di porting da windows creano a volte un pò di “sporcizia” in giro.. comunque un altro pianeta (e comunque non avendo il registro di sistema OSX non si appesantisce a mano a mano che si installano/disinstallano sempre più cose)

    15 Giu 2009, 3:11 am Rispondi|Quota