Geekissimo

Disastri Informatici Top 5. Voi quali ritenete i peggiori?

 
Andrea Guida (@naqern)
18 Giugno 2009
13 commenti

disastri informatici

Da Microsoft a Google, passando per Skype ed eBay, nessuno è perfetto. Anzi. A volte le aziende operanti nell’IT ne combinano di così grosse che non è difficilissimo stilare una lista con alcuni dei peggiori disastri informatici entrati nella storia.

Di seguito ne trovate cinque, un piccolissimo esempio di quanto è accaduto in tutti questi anni (e continuerà ad accadere), e vi possiamo garantire che non si è salvato proprio nessuno. Preparatevi a mantenere le mascelle per lo shock!

1995: dichiarazioni sballate e i dati fiscali degli americani su piazza

  • La storia di Intuit MacInTax, uno dei più bacati software per la redazione delle dichiarazioni dei redditi, ha dell’incredibile. Nel marzo del ’95 venne scoperto perfino un bug che consentiva a chiunque di collegarsi con il computer centrale della Intuit e consultare i dati di chi aveva utilizzato il programma.
  • Motivi e soluzioni: semplice, un rimborso ai contribuenti per tutte le dichiarazioni dei redditi errate spedite al Fisco USA.



1998: il “black-out” di eBay

  • Tra il 10 e l’11 Giugno del 1998 si è verificato uno dei “black-out” più fragorosi dell’era di Internet, quello di eBay. Il celeberrimo sito di aste on-line, rimase “down” per ben 22 ore compromettendo la bellezza di 2.3 milioni di trattative.
  • Motivi e soluzioni: la colpa del patatrac fu affibbiata ad alcuni database corrotti, dichiarati poi a posto. Peccato che 14 mesi dopo un problemino hardware causò un nuovo “black-out” lungo 14 ore.

2007: il “black-out” di Skype

  • Questa ve la ricorderete sicuramente. Dal 16 Agosto 2007, per un paio di giorni il popolarissimo client VoIP Skype è risultato pressoché inservibile, con buona pace di tutti coloro che lo utilizzavano per comunicare con amici, parenti e colleghi sparsi in giro per il mondo.
  • Motivi e soluzioni: sembra incredibile, ma la colpa di questo disastroso “black-out” è in qualche modo imputabile agli aggiornamenti automatici di Windows. A seguito della loro applicazione, infatti, milioni di PC in tutto il mondo si sono riavviati ed hanno tentato di riconnettersi contemporaneamente a Skype, che ha collassato.

2007: WGA e l’invasione dei pirati

  • Stesso anno, stesso mese, altro evento tragicomico. Era il 26 Agosto del 2007 quando Windows Genuine Advantage, il tanto chiacchierato sistema anti-pirateria di Microsoft, “impazzì” e per circa 19 ore cominciò a classificare tutte le copie di Windows analizzate (comprese quelle originali) come piratate.
  • Motivi e soluzioni: come spiegato da Alex Kochis nel “Genuine Windows Blog”, a causare il tutto è stato un cocktail composto da codice in fase beta e software non rilasciato da Microsoft dopo l’invio accidentale di codici di pre-produzione ai server del WGA.

2009: Google paranoico

  • Ebbene sì, anche il motore di ricerca numero uno al mondo può andare in tilt, e l’ha fatto appena qualche mese fa. Come molti di voi ben ricorderanno, era lo scorso 31 Gennaio quando “big G” diede segni di paranoia segnalando qualsiasi sito Web presente nei risultati delle sue ricerche come malevolo. Fortuna che il tutto durò per non più di un quarto d’ora.
  • Motivi e soluzioni: come spiegato in un post di Marissa Mayer, la causa della “paranoia” di Google è stata un semplicissimo slash (“/”) inserito per sbaglio nella “black list” di Google. In pratica, facendo fede a quell’erronea istruzione, il motore di ricerca segnalava tutti i siti contenenti uno slash nel loro indirizzo (ovvero tutti!) come pericolosi.
Se volete approfondire l’argomento e scovare qualche altro disastro informatico, fate pure riferimento a questa pagina. Intanto, non esitate a dirci qual è stato secondo voi il peggior “buco” informatico di tutti i tempi.
Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Google segna Digg sulla lista della spesa! Ma a che gli serve?

Google segna Digg sulla lista della spesa! Ma a che gli serve?

Marissa Mayer e Kevin Rose che ne pensate di questa coppia? La prima meno nota è la VicePresidente per i Search Products & User Experience di Google, il secondo noto […]

Google primo anche tra i 100 top brand, boom per il settore tecnologico

Google primo anche tra i 100 top brand, boom per il settore tecnologico

Uno degli aspetti più importanti per il successo o insuccesso di una qualsiasi azienda è il suo marchio, brand. Quando una compagnia o azienda ha un marchio forte e di […]

L’evoluzione dei loghi delle grandi aziende informatiche

L’evoluzione dei loghi delle grandi aziende informatiche

Riprendiamo a parlare delle compagnie e delle aziende che si sono sviluppate maggiormente grazie ad internet e più in generale in campo informatico, dopo avervi mostrato l’evoluzione e i significati […]

La “Silicon Valley” e i quartier generali dei colossi dell’informatica

La “Silicon Valley” e i quartier generali dei colossi dell’informatica

La maggior parte delle aziende che operano nel campo informatico sono situate nella zona meridionale di San Francisco, denominata “Silicon Valley” (in italiano “valle del silicio”) proprio per la grande […]

Scopri quanti domini sono ospitati sullo stesso Ip con myIPneighbors

Scopri quanti domini sono ospitati sullo stesso Ip con myIPneighbors

MyIPneighbors è un interessante servizio che ci permette di conoscere quali sono i nostri “vicini” di Ip. Già perchè ad un unico indirizzo Ip non corrisponde sempre un solo dominio, […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1pecciola

    Google paranoico nettamente. Sinceramente mai provato prima un senso di ‘vuoto informatico’ come in quella situazione.
    Senza Gmail mi sentivo perso…sensazione davvero strana. Non pensavo potesse farmi questo effetto!

    18 Giu 2009, 12:14 pm Rispondi|Quota
  • #2che te lo dico a fare

    mi meraviglio che nessuno abbia segnalato la data 20 novembre 1985
    :p

    18 Giu 2009, 12:24 pm Rispondi|Quota
  • #3Luckz

    Ricordo quello di Google visto che avvenuto da poco e quello del WGA che mi stava facendo impazzire.

    18 Giu 2009, 12:44 pm Rispondi|Quota
  • #4Andrea Guida (Naqern)

    @ che te lo dico a fare: beh dai, che cattiveria! 😀

    18 Giu 2009, 2:44 pm Rispondi|Quota
  • #5riccardo96

    Cos’è successo il 20 novembre 1985?

    18 Giu 2009, 3:43 pm Rispondi|Quota
  • #6killy

    che è successo il 20 novembre dell’ 85 scusate?

    18 Giu 2009, 4:16 pm Rispondi|Quota
  • #7Andrea Guida (Naqern)

    @ killy: prova a dare un’occhiata qui. 😉

    ciao!

    18 Giu 2009, 4:22 pm Rispondi|Quota
  • #8killy

    aaaa hahahaha cattiveria veramente Xd povero zio Bill 😛

    18 Giu 2009, 4:24 pm Rispondi|Quota
  • #9Vict90

    che te lo dico a fare dice:

    mi meraviglio che nessuno abbia segnalato la data 20 novembre 1985
    :p

    hahahahahahahahahahahahahhaha

    18 Giu 2009, 4:35 pm Rispondi|Quota
  • #10murray

    io vorrei ricordare una data in cui non è successo praticamente nulla, ma di cui hanno parlato tutti i girnali di tutto il mondo per diversi giorni come se fosse la fine del mondo, salvo poi non accadere niente di che, ripeto non è stato un disastro ma poteva essere il peggiore, la data era 01-01-2000 il problema prendeva il nome di millennium bug.

    18 Giu 2009, 11:05 pm Rispondi|Quota
  • #11derma

    Il peggior disastro informatico avvenne
    quando “qualcuno” ebbe la in-felicissima “idea”
    di creare i computer ad “immagine e somiglianza”
    degli esseri umani… perciò sono “bacati”.

    20 Giu 2009, 12:54 am Rispondi|Quota
  • #12Strageek

    c’è anche il bug dell’ anno 2038. date un’ occhiata qui http://it.wikipedia.org/wiki/Bug_dell%27anno_2038 che ha già colpito AOLserver

    18 Lug 2009, 2:46 pm Rispondi|Quota
  • #13Al

    Il peggiore di tutti i tempi, Windows 10.

    11 Giu 2019, 2:00 pm Rispondi|Quota