Geekissimo

Come nascondere file torrent in semplici immagini: Hid.im!

 
Ferdinando Toscano
16 Luglio 2009
1 commento

Hid.im

Il mondo dei torrent, malgrado i duri colpi inflitti all’estero da sentenze che ne condannavano l’uso e malgrado i vari cambiamenti di natura (vedesi il caso PirateBay, per esempio), resta in ogni caso, una realtà che copre una grossa fetta del traffico peer to peer.

Peer To Peer non significa illegale: P2P significa condivisione di file, a prescindere dai diritti o meno che qualcuno ha da pretendere su di essi. Torrent significa invece un grande standard, basato sul download di file mediante il download di altri file. I cosiddetti .torrent, da oggi “nascondibili” anche in delle semplici immagini grazie al sito Hid.im!

Hid.im è un’interessante applicazione online che consente di celare file con estensione .torrent facilitandone, così, la loro condivisione tra utenti sulla rete internet.


Utilizzare Hid.im è un qualcosa di davvero facile. Basterà effettuare l’upload del nostro file, senza doverci registrare e tantomeno senza fare login, per trasformarlo in una comunissima immagine dal formato .png.

Per la decodifica del torrent, importante per consentire di rendere di nuovo funzionale il nostro file, trasformandolo così da immagine a torrent nuovamente, potremo affidarci a due modalità: la comoda estensione per Firefox o, in alternativa, usare il bookmarklet per Safari 4 e lo stesso FF.

Un servizio niente male che ci consentirà di effettuare l’upload di questa tipologia di file anche su siti e forum che non supportano il formato o che, in alternativa, potrebbe essere una buona metodica per mascherare file che non vogliamo vengano ritrovati così come sono (magari da altri utenti che condividono il nostro pc).

Via | Wwwhatsnew

Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Torrific, scaricare i file torrent in modo diretto mediante http

Torrific, scaricare i file torrent in modo diretto mediante http

I file torrent, come di certo sapranno anche i più esperti nell’arte del download, sono senz’altro un alternativa piuttosto pratica alla quale attingere e mediante cui scaricare rapidamente e senza […]

Punypng, ridurre in modo facile e veloce la dimensione delle immagini

Punypng, ridurre in modo facile e veloce la dimensione delle immagini

Sicuramente anche a voi sarà capitato, almeno una volta, di dover inviare immagini di considerevoli dimensioni via e-mail o magari di doverne effettuare l’upload in internet senza però riuscirci a […]

ImageMerger: come unire due immagini in maniera rapida!

ImageMerger: come unire due immagini in maniera rapida!

Il bello della rete è che quasi tutte le cose che si possono fare offline con dei software appositi, sono poi eseguibili, in ogni caso e in minor tempo, anche […]

Come inserire immagini di grandi dimensioni nel proprio sito utilizzando le API di Google Maps

Come inserire immagini di grandi dimensioni nel proprio sito utilizzando le API di Google Maps

A causa del poco spazio disponibile nelle pagine web, l’unico modo per inserire immagini ad alta risoluzione è crearne una versione rimpicciolita e linkarla a quella nelle dimensioni originali in […]

Come creare Screensaver personalizzati autoinstallanti

Come creare Screensaver personalizzati autoinstallanti

instaSaver.com è applicazione web che permette di creare in pochi minuti un nostro screensaver personale. Basta semplicemente caricare le nostre immagini, o prenderle da Flickr, specificare se vogliamo un effetto […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1Old_Glory

    Ricordo con un po’ di nostalgia un sistema simile utilizzato qualche anno fa, quando ancora il p2p non era un fenomeno di massa e si cercavano tracce musicali via web, usenet ed altri sistemi più centralizzati. Ai tempi (primi anni del millennio, ma sembrano decadi fa) si utilizzava un certo “Camouflage”: era un sistema steganografico per i file.mp3 grazie al quale visualizzavi le tracce sottoforma di un’immagine jpg ed attraverso un’apposita password potevi utilizzare il file in formato audio.
    Utile anche perchè molti spazi web vietavano di caricare tracce.mp3

    16 Lug 2009, 2:06 pm Rispondi|Quota
Trackbacks & Pingback
  1. diggita.it