Geekissimo

Google lancia un’altra offensiva a Microsoft con “Going Google”

 
Superkick
4 Agosto 2009
13 commenti

Going Google

Vi avevamo già parlato delle recenti dispute tra Microsoft e Google, dovute soprattutto all’annuncio della nascita di Google Chrome OS, le opinioni rilasciate da Microsoft sulla nuova creatura di Google ed infine la nuova alleanza Microsoft-Yahoo che ha fatto discutere tutta la rete. Sembra proprio che a Mountain View stiano lavorando duro per rispondere a questa dura offensiva, cercando di colpire Microsoft dove meno se lo aspetta, in uno dei business più longevi e redditizi dell’azienda di Redmond: la suite di programmi per ufficio Microsoft Office.

La sfida è stata lanciata ieri con un tweet sull’account ufficiale Google, ed è stata chiamata “Going Google“. Il progetto prevede l’aumento esponenziale della quota di mercato delle Google Apps, la serie di applicazioni sviluppate da Google per l’utilizzo professionale e non. Tra le più importanti citiamo Google Talk, Google Calendar e Google Documenti.

Going Google Tweet

Attualmente, le aziende che hanno scelto di utilizzare Google Apps sono circa 3000, arrivando a rappresentare solamente una piccola parte del totale di 1.75 milioni di utenti che hanno scelto di utilizzare Google Apps. Una cifra irrisoria se confrontata con l’enorme fetta di mercato riservata a Microsoft Office, una fetta destinata comunque a perdere punti proprio grazie a questa nuova campagna pubblicitaria.

Secondo voi, Google Apps ha i numeri per sbaragliare Office? Se questo dovesse accadere, quali sarebbero le ripercussioni nel mercato mondiale e nel bilancio interno della Microsoft? Attendiamo le vostre opinioni nei commenti.

Via | TechCrunch

Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Going Google si espande in tutto il mondo

Going Google si espande in tutto il mondo

Quest’estate (sigh) vi avevamo parlato di Going Google, il nuovo servizio del gigante delle ricerche creato per spingere le aziende a migrare dai prodotti Microsoft alle Google Apps, che nonostante […]

Google spinge le sue Apps facendo leva sulle persone

Google spinge le sue Apps facendo leva sulle persone

Che Google stia cercando in ogni modo negli ultimi tempi di aumentare la penetrazione della propria suite Apps all’interno delle aziende non è affatto un mistero. Dopo aver rimosso il […]

Che cosa cambia con l’arrivo di Google Chrome OS?

Che cosa cambia con l’arrivo di Google Chrome OS?

Google ha così rotto gli indugi e qualche giorno fa ha varcato la soglia che molti immaginavano che prima o poi avrebbe passato. Un nuovo sistema operativo targato Google, basato […]

Arriva Windows Live Translator. La risposta di Microsoft a Google Translate?

Arriva Windows Live Translator. La risposta di Microsoft a Google Translate?

La lotta al “possesso” della rete tra Microsoft e Google si è fatta sempre più forte e dura. Come ben sappiamo, il colosso che gestisce la maggior parte dei servizi […]

10 ottimi strumenti per sincronizzare qualsiasi tipo di informazione tra diversi dispositivi

10 ottimi strumenti per sincronizzare qualsiasi tipo di informazione tra diversi dispositivi

Anche chi non è propriamente geek conosce l’importanza e l’utilità di avere i propri dati sincronizzati tra diversi dispositivi. Dal PC di casa al portatile che si usa al lavoro, […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1Picchio

    Forza Google!!

    4 Ago 2009, 3:22 am Rispondi|Quota
  • #2Strageek

    Sicuro meglio Google.
    1. E’ gratis
    2. Non devi scaricare niente e se lo devi fare ha un peso sicuramente minore di Office

    4 Ago 2009, 9:57 am Rispondi|Quota
  • #3Yukone

    “Attualmente, le aziende che hanno scelto di utilizzare Google Apps sono circa 3000, arrivando a rappresentare solamente una piccola parte del totale di 1.75 milioni di utenti che hanno scelto di utilizzare Google Apps.”

    Cosa voglia dire questa frase io non l’ho ancora capita…

    4 Ago 2009, 10:09 am Rispondi|Quota
  • #4Alby

    google apps è pure a pagamento! alla faccia dell’open source!

    4 Ago 2009, 10:32 am Rispondi|Quota
  • #5Xox94

    Google, sei sempre il migliore!!! Non ci lasceremo abbindolare da Microsoft e Yahoo!!!

    4 Ago 2009, 10:36 am Rispondi|Quota
  • #6Cleon

    Yukone dice:

    “Attualmente, le aziende che hanno scelto di utilizzare Google Apps sono circa 3000, arrivando a rappresentare solamente una piccola parte del totale di 1.75 milioni di utenti che hanno scelto di utilizzare Google Apps.”
    Cosa voglia dire questa frase io non l’ho ancora capita…

    che poche aziende lo usano rispetto agli utenti, che comunque sono molto pochi per ora rispetto a quelli di Office

    4 Ago 2009, 11:58 am Rispondi|Quota
  • #7Valerio Caruana (Superkick)

    @ Yukone:
    L’obiettivo primario di questa campagna di Google sono proprio le aziende, i clienti migliori perché in quanto a spese superano di molto tutti gli altri utenti.

    4 Ago 2009, 12:48 pm Rispondi|Quota
  • #8m6t3

    Alby dice:

    google apps è pure a pagamento! alla faccia dell’open source!

    non ho mai sentito dire che fosse open source, e anche se fosse (ma non credo in quanto lavora lato sever) nessuno vieta di vendere applicazioni open source.
    se poi non ci stai prendi i sorgenti e lo ricompili. ma in ogni caso non stai pagando il software bensì i server sempre online che ti garantiscono il servizio
    non confondere l’open source con il freeware, l’open source essendo completamente libero hai anche la libertà di venderlo

    4 Ago 2009, 2:10 pm Rispondi|Quota
  • #9Stefano93

    Forza google un corno! Anche io uso quasi sempre google come motore di ricerca o google maps ma il fatto che google salvi qualsiasi cosa tu faccia con un suo servizio proprio non mi va giù. Soprattutto mi chiedo: “perchè lo fa? a cosa gli serve???”.

    4 Ago 2009, 3:00 pm Rispondi|Quota
  • #10g

    @ m6t3:
    Concordo. Oltretutto è a pagamento solo la versione per le aziende. Così come lo sono Google Earth Pro ecc… Però a me Google Docs non sembra adatto per l’utenza Home: io personalmente preferisco usare applicazioni su Hard Disk. Dei browser invece non mi fido molto, magari un errore li manda in crash, o la linea salta e non posso più lavorarci, o per sbaglio ricarico la pagina… Inoltre nell’aspetto grafico Docs è molto carente (difficile crearci una presentazione d’effetto), mancano diverse funzioni, per inserire un file di grandi dimensioni nel documento i tempi di upload sono un grande ostacolo. Insomma, va bene per un’azienda che magari vuole tener traccia delle sue entrate e renderlo sempre disponibile online, ma per me che non ho queste esigenze è meglio iWork e in caso voglio condividere un file mi basta cliccare su iWork.com e il file viene convertito in tutti i formati richiesti, e messo online: quelli che ricevono l’email possono revisonare il file, leggerlo online o scaricarlo scegliendone il formato.

    4 Ago 2009, 3:13 pm Rispondi|Quota
  • #11Cheope

    Stefano93 dice:

    Soprattutto mi chiedo: “perchè lo fa? a cosa gli serve???

    Per conquistare il mondo informatico divenendo il più grande distributore di software as a service grazie al cloud computing??

    Microsoft ha annunciato di voler mettere online il proprio Office 2010. Secondo te di chi ha paura?
    Di Zoho? BD

    4 Ago 2009, 7:14 pm Rispondi|Quota
  • #12Stefano93

    @ Cheope:
    Io non mi chiedo perchè google offre dei servizi online, perchè so che fa benissimo! Io mi chiedo perchè deve salvare sui suoi server sparsi per il mondo le informazioni (come indirizzo ip) di chiunque usi questi servizi.

    4 Ago 2009, 10:36 pm Rispondi|Quota
  • #13m6t3

    Stefano93 dice:

    @ Cheope:
    Io non mi chiedo perchè google offre dei servizi online, perchè so che fa benissimo! Io mi chiedo perchè deve salvare sui suoi server sparsi per il mondo le informazioni (come indirizzo ip) di chiunque usi questi servizi.

    li sfrutta per la pubblicità mirata
    se guadagna così tanti soldi è grazie alla pubblicità
    cmq per il momento non gli si può dire niente, semplicemente fanno i prodotti migliori
    la paura è che con tutti i dati raccolti ne potrebbero davvero fare un uso pericoloso
    io sinceramente vorrei evitare di dare così tanto potere alla google… ma ditemi un altro motore di ricerca e una webmail di questa qualità

    5 Ago 2009, 2:09 pm Rispondi|Quota