Geekissimo

Sapevate che “l’inventore” di Bing è italiano?

 
Fulvio Minichini
28 Novembre 2009
21 commenti

Lorenzo Thione

Bing è il motore di ricerca semantico di Microsoft che è spuntato fuori da qualche mese a questa parte. Questa la storia che sappiamo tutti e che ormai è entrata a far parte del background culturale della rete.

Quello che non tutti sanno è che Bing nasce vanta sangue italiano. Nasce infatti negli uffici della Powerset, un’azienda creata in California da Lorenzo Thione e altri due partner. Lorenzo Thione al momento è al vertice del progetto Bing dopo aver venduto per 100 milioni di dollari la Powerset alla Microsoft.

In un’intervista ad i-Italy.org, un magazine di cultura italo-americana con sede a New York, ha raccontato un po’ della sua storia, di come la Powerset si è fatta strada nella Silicon Valley a caccia di investitori fino ad arrivare ad essere contesa da alcuni pezzi grossi della Valley, fino ad essere venduta alla Microsoft.


Nelle sue parole non si legge un eccessivo entusiasmo per la svolta Microsoft, anche se mai esplicitamente si espone a sfavore, come è ovvio che sia. In particolare rimpiange, di già, i tempi dell’avventura, dove durante il giorno si cercavano investitori e durante la notte si lavorava a quello che oggi tutti noi conosciamo come Bing.

Un po’ di amarezza si avverte quando alla domanda “Lorenzo, do you think leaving Italy was the only thing you could do to realize your projects?” (Lorenzo, pensi che l’unico modo di realizzare i tuoi progetti fosse quello di lasciare l’Italia?), Lorenzo risponde con un secco “Sì”, motivandolo con la necessità di trovarsi in un luogo pieno di opportunità e con capitali destinati ad investire sulle nuove tecnologie.

Quello che dice riguardo Bing in quanto tecnologia è poca cosa, il motivo per cui abbiamo voluto riportarvi questa storia è un altro. Lorenzo Thione è un giovane italiano appassionato come molti di noi che a 23 anni ha lasciato l’Italia per andare nella Silicon Valley, dove 30 anni dopo è diventato milionario ed è a capo di uno dei progetti più ambiziosi di Microsoft.

Detto in altre parole questo significa che Lorenzo Thione, non trovando terreno fertile nella sua terra natia, ha dovuto trasportare le sue idee, i suoi successi ed i suoi capitali altrove, dove hanno evidentemente trovato un futuro florido. Per l’Italia questo si traduce in un altro cervello in fuga, un’altra storia di italiani all’estero che hanno avuto successo e accumulato fortune. Fotune e successi che potrebbero risollevare le sorti dell’Italia in tempi da web se lasciate prosperare in casa propria, anziché dover lasciare il bel paese in cerca lidi più rispettosi dell’articolo 22 della “Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo“:

Articolo 22

Ogni individuo, in quanto membro della società, ha diritto alla sicurezza sociale, nonché alla realizzazione attraverso lo sforzo nazionale e la cooperazione internazionale ed in rapporto con l’organizzazione e le risorse di ogni Stato, dei diritti economici, sociali e culturali indispensabili alla sua dignità ed al libero sviluppo della sua personalità.

Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Bing VS Google: Microsoft mette alla prova i due motori di ricerca

Bing VS Google: Microsoft mette alla prova i due motori di ricerca

Microsoft ne è pienamente convinta: Bing, il motore di ricerca online reso disponibile dalla redmondiana, è in grado di offrire risultati migliori di quelli del “collega” Google. L’utenza, tuttavia, continua […]

Con Bing Maps ora anche le mappe di Microsoft

Con Bing Maps ora anche le mappe di Microsoft

Bing ha introdotto, al momento solo per 56 aree metropolitane degli Stati Uniti, Bing Maps, la versione Microsoft delle più note Google Maps. Bing Maps oltre ad essere un database […]

Bing vede aumentare il suo market-share mentre Google è in flessione

Bing vede aumentare il suo market-share mentre Google è in flessione

Bing potrebbe dare più fastidio a Google di quanto non ne abbia dato la coppia Yahoo!-Microsoft negli ultimi anni, questa almeno è la sensazione che accomuna tutti i blogger della […]

BingTweets, un innovativo strumento nato dalla collaborazione tra Microsoft e Federated Media

BingTweets, un innovativo strumento nato dalla collaborazione tra Microsoft e Federated Media

Dopo l’arrivo di Bing, ecco far capolino un altro interessante prodotto di casa Redmond, ossia quello che appare come una sorta di incrocio tra il neo motore di ricerca targato […]

I (primi) dieci anni di Mozilla

I (primi) dieci anni di Mozilla

Tanti auguri a Mozilla (l’azienda statunitense che produce il sempre più famoso browser Firefox) che proprio in questi giorni sta compiendo i suoi primi dieci anni di vita. Una storia […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1mørgan

    ha 53 anni? ma è quello nella foto?

    28 Nov 2009, 8:26 am Rispondi|Quota
  • #2Usaikarts

    Lorenzo Thione ha fatto Bing-o!!!!!!!!!!!!!!!!!

    28 Nov 2009, 8:48 am Rispondi|Quota
  • #3miserve

    ora capisco perche' bing è un motore di ricerca valido!! non è un frutto microsoft 🙂

    28 Nov 2009, 9:26 am Rispondi|Quota
  • #4Usaikarts

    ma dai valido? davvero? io mi ci trovo zero…

    però sono sempre disponibile a cambiare idea…

    cos'ha di veramente speciale questo Bing?

    28 Nov 2009, 9:38 am Rispondi|Quota
    • #5@CamminandoScalz

      Setta la lingua in alto a destra in STATI UNITI

      Diventa un motore semantico. Il primo che sembra capire la logica delle frasi, sicuramente ad oggi quello più avanti in questo campo.

      Nelle altre lingue è un mediocre motore di ricerca.

      diciamo che dopo l'articolo su WIRED tutti hanno scoperto che Bing è di un italiano….

      28 Nov 2009, 10:33 am Rispondi|Quota
  • #6salvo_c

    Giusto per informazione, il motore costruito da Lorenzo è disponibile solo per la versione americana di bing. La sua è un'innovazione davvero geniale nel campo della ricerca online, che non ha nulla a che vedere con il motore di Google. Chi avrebbe mai pensato di utilizzare l'analisi logica del testo come "motore" di ricerca? Credo nessuno! Ed è proprio in questo che bing si differenza dagli altri motori…e credetemi, è nettamente migliore di google (e vi sta parlando una persona che di google utilizza tutti i suoi servizi).

    Altra cosa, l'intervista di Lorenzo è stata trattata da Wired di Novembre. Vi invito a leggerela, che è davvero interessante. Spiega un pò come funziona il suo bing 😀
    http://www.wired.it/magazine/archivio/2009/09/sto

    28 Nov 2009, 11:06 am Rispondi|Quota
  • #7scrubs

    bing di bello ha solo le mappe

    28 Nov 2009, 10:14 am Rispondi|Quota
  • #8Marco

    (…) "a 23 anni ha lasciato l’Italia per andare nella Silicon Valley, dove 30 anni dopo è diventato milionario ed è a capo di uno dei progetti più ambiziosi di Microsoft." non notate niente di strano? Facendo due rapidi calcoli, adesso Lorenzo dovrebbe avere 53 anni… A me risulta che ne abbia 30… Mah…

    28 Nov 2009, 11:03 am Rispondi|Quota
  • #9M)o(RpHeUs

    Giusto per informazione, il motore costruito da Lorenzo è disponibile solo per la versione americana di bing. La sua è un'innovazione davvero geniale nel campo della ricerca online, che non ha nulla a che vedere con il motore di Google. Chi avrebbe mai pensato di utilizzare l'analisi logica del testo come "motore" di ricerca? Credo nessuno! Ed è proprio in questo che bing si differenza dagli altri motori…e credetemi, è nettamente migliore di google (e vi sta parlando una persona che di google utilizza tutti i suoi servizi).

    28 Nov 2009, 11:08 am Rispondi|Quota
  • #10Volo86

    Wired ne ha già parlato il mese scorso ….

    Per provare tutte le potenzialità di Bing devi impostarlo nella versione americana… quella italiana è un pò indietro in quanto a servizi…

    28 Nov 2009, 11:17 am Rispondi|Quota
  • #11Haemoglobin

    Wired di ottobre ha la copertina dedicata proprio a lui.in ogni caso per sfruttare in modo totale la potenza di Bing occorre usarlo in inglese/americano!

    28 Nov 2009, 11:26 am Rispondi|Quota
  • #12Marco Deplano

    Era sull'ultimo numero di Wired italiano…

    28 Nov 2009, 12:34 pm Rispondi|Quota
  • #13D4Ri0

    Beh, un motore fatto decentemente e da un italiano, il nostro paese continua a perdere cervelli e talenti.

    28 Nov 2009, 11:52 am Rispondi|Quota
  • #14Luckz

    Fiero che ci siano italiani che si stanno affermando a livello mondiale nel mondo dell'informatica, speriamo ce ne siano di più e che non occorra andare negli USA ma rimanere in Italia! Complimenti Lorenzo!

    28 Nov 2009, 1:16 pm Rispondi|Quota
  • #15xxx

    infatti… voi di geekissimo non lo leggete wired!? 🙂

    28 Nov 2009, 1:21 pm Rispondi|Quota
  • #16R4MP4G3

    Se Bing non si usa in versione completa è ovvio che rispetto ad altri sia povero….ma ti garantisco che è spettacolare in versione finale….ad esempio il visual search è veramente utile e divertente….

    28 Nov 2009, 1:57 pm Rispondi|Quota
  • #17Raffaele Aquilante

    Fa non poco schifo bing, mi è piaciuto però l'articolo perchè spiega molto bene i tristi "cervelli in fuga" in Italia ormai si pensa solo allo sviluppo politico e a rubar soldi ai cittadini,, sviluppo culturale, web, tecnologico etc 0!

    28 Nov 2009, 2:19 pm Rispondi|Quota
  • maaa è lui???

    Luca BARBAROSSAAAAA!!!
    loool

    28 Nov 2009, 5:49 pm Rispondi|Quota
  • #19pexatar

    Risposta alla domanda che introduce il post:

    "Sì, l'ho letto sul numero di Ottobre di Wired Italia :P"

    29 Nov 2009, 4:02 am Rispondi|Quota
  • #20Domi

    @scrubs
    Le mappe saranno anche belle ma le foto satellitari di Bing sono le più vecchie (meno aggiornate) in assoluto sia rispetto a Google che rispetto a Pagine Bianche.

    29 Nov 2009, 1:12 pm Rispondi|Quota
  • #21Zax

    Lorenzo era un grande già al Poli! (parola di un suo compagno di università!)

    1 Dic 2009, 10:08 am Rispondi|Quota
Trackbacks & Pingback
  1. Technotizie.it
  2. pligg.com
  3. diggita.it
  4. Se vi piace Bing della Microsoft, ringraziate un Italiano in fuga | italiansinfuga
  5. Con Bing Maps ora anche le mappe di Microsoft - Geekissimo