Geekissimo

Recuperare file cancellati su partizioni NTFS con Linux

 
Andrea Guida (@naqern)
1 Aprile 2010
7 commenti

Anche se è difficile ammetterlo, anche ai geek più bravi capita di cancellare dei file per sbaglio. Certo, far sapere in giro che si è eliminata accidentalmente una tesi universitaria piuttosto che un importante documento di lavoro assicura una figura barbina quasi uguale a quella di Emanuele Filiberto a Sanremo, ma c’è un modo per rifarsi immediatamente agli occhi di amici e colleghi e recuperare la propria aura da santone del codice binario.

Se vi state chiedendo quale, leggete il titolo del post. Da veri geek, al posto di usare uno dei tanti software ultra-user-friendly per il recupero dei file cancellati sulle partizioni NTFS (quelle di Windows, tanto per intenderci), possiamo compiere la medesima operazione sfruttando una distro Linux live o un’installazione di Linux (nel nostro caso Ubuntu).

La procedura passo passo per portare a termine la “missione” la trovate qui sotto. Forse a primo acchito può sembrare un tantino complicata, ma vi assicuriamo che col tempo e la pratica diventa tutto molto più semplice. E poi, se non fosse difficilotta che razza di geekata sarebbe? ‘Taca banda!

Lanciare il Terminale;

Accertarsi di aver installato il pacchetto contenete il software per il recupero dei file cancellati su drive NTFS, dando il comando sudo apt-get install ntfsprogs. Nel caso in cui questo non dovesse risultare presente, procedere con l’installazione;


Adesso bisogna identificare il drive da cui recuperare i file. Occorre quindi lanciare il comando sudo fdisk –l e appuntarsi il nome del dispositivo avente il file system HPFS/NTFS (nel nostro caso /dev/sda1);

Per ottenere una lista dei file recuperabili dall’hard disk NTFS (e il loro tasso di recuperabilità), dare il comando sudo ntfsundelete [NOME DELL’HARD DISK] (nel nostro caso sudo ntfsundelete /dev/sda1);

Adesso si può procedere con il recupero vero e proprio dei file. Occorre quindi dare il comando sudo ntfsundelete /dev/sda1 –u –m [FILE DA RECUPERARE] per recuperare un singolo file (es sudo ntfsundelete /dev/sda1 –u –m notepad.png per recuperare il file notepad.png), oppure il comando sudo ntfsundelete /dev/sda1 –u –m *.[ESTENSIONE FILE DA RECUPERARE] per recuperare tutti i file con una determinata estensione (es sudo ntfsundelete /dev/sda1 –u –m *.jpg per recuperare tutti i file jpg);

A questo punto, i file recuperati sono stati salvati nella cartella home ma non sono ancora accessibili in quanto memorizzati come root e non come semplice utente. Per ottenere l’accesso a tutti i file recuperati basta dare il comando sudo chown [PROPRIO NOME UTENTE] *, mentre per ottenere l’accesso ad un singolo file tra quelli recuperati, occorre dare il comando sudo chown [PROPRIO NOME UTENTE] [NOME FILE].

Questo è quanto. Adesso sapete come utilizzare la vostra distro live e/o la vostra installazione di Linux come un’arma infallibile per il recupero dei file cancellati sulle partizioni formattate in NTFS. Visto che poi non era così difficile?

[Via | HowToGeek]
Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Guida: come installare KDE su Ubuntu 11.04 Natty Narwhal

Guida: come installare KDE su Ubuntu 11.04 Natty Narwhal

Con l’uscita di Ubuntu 11.04 vi siete convinti a provare una distro Linux per la prima volta nella vostra vita. Il sistema operativo del pinguino vi incuriosisce, vi affascina la […]

Ubuntu: come nascondere le cartelle delle partizioni Windows

Ubuntu: come nascondere le cartelle delle partizioni Windows

Quando si ha a che fare con un sistema dual-boot composto da Windows e Ubuntu, ci si ritrova sempre a utilizzare partizioni di disco condivise che sono ovviamente piene di […]

Ubuntu: liberare spazio su hard disk cancellando la cache dei pacchetti

Ubuntu: liberare spazio su hard disk cancellando la cache dei pacchetti

Se siete fra quegli utenti che hanno installato Ubuntu con la speranza di riportare un PC non più di primissimo pelo a nuova vita, sappiate che il vostro amato pinguino […]

Ubuntu 10.4: 5 piccoli accorgimenti per velocizzare il lavoro quotidiano

Ubuntu 10.4: 5 piccoli accorgimenti per velocizzare il lavoro quotidiano

Come tutti i sistemi operativi di questo mondo, anche Ubuntu 10.4, per quanto solido e performante appena “uscito dalla scatola”, può essere migliorato con dei piccoli accorgimenti e l’installazione di […]

Ubuntu 10.4: cosa fare quando Gwibber non si collega a Facebook

Ubuntu 10.4: cosa fare quando Gwibber non si collega a Facebook

Quando si prova per la prima volta Ubuntu 10.04, non si può non rimanere affascinati da Gwibber, la comodissima utility integrata nella tray bar che permette di ricevere notifiche e […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1michealjordan23

    ma il terminale lo devo lanciare fuori dalla finestra??? …no,dai to scherzando… ottima guida 🙂

    1 Apr 2010, 9:09 am Rispondi|Quota
    • #2Andrea Guida

      effettivamente qualche volta mi è venuta voglia di farlo! 🙂

      ciao e grazie per i complimenti

      1 Apr 2010, 9:55 am Rispondi|Quota
  • #3Marco Rinaldi

    Ottima guida! Mmm ma recupera solo le cose cancellate dal cestino o anche quelle messe un po più sotto tortura? Magari cancellate per qualche errore software, o file system danneggiati.
    Insomma, è una buona alternativa a tutti i programmi dedicati al recupero dati?

    2 Apr 2010, 10:57 am Rispondi|Quota
  • #4Takeru

    scusate, ma che distro live linux è questa degli screenshot di questo articolo?

    Grazie

    3 Apr 2010, 2:42 pm Rispondi|Quota
    • #5Vincenzo

      A giudicare da come è modificata, penso sia un'ubuntu non live

      13 Set 2011, 12:55 pm Rispondi|Quota
  • #6colibri

    Access is denied because the NTFS volume is already exclusively opened.
    The volume may be already mounted, or another software may use it which
    could be identified for example by the help of the ‘fuser’ command.
    You can use force option to avoid this check, but this is not recommended
    and may lead to data corruption.

    ciao mi da’ questo messaggio quando cerco di recupero dei file da un hard disk esterno…che faccio?

    20 Feb 2012, 2:08 pm Rispondi|Quota
  • #7aaaaa

    X colibri
    devi smontare il disco e poi procedere al recupero da linea di comando

    8 Mar 2012, 3:45 pm Rispondi|Quota