Geekissimo

Google Goggles, tradurre testi scritti a partire da una semplice fotografia

 
Martina Oliva
9 maggio 2010
3 commenti

Chi viaggia molto di certo sarà ben consapevole di quanto possa essere importante avere a propria disposizione un qualche strumento che consenta di comprendere, in modo pratico ed efficace, il significato delle lingue straniere, in particolare quando queste non sono parlate dal soggetto in questione.

Ovviamene per far fronte a tale tipologia di situazioni è possibile ricorrere ai comunissimi e moderni traduttori per PC o, magari, per dispositivi mobili.

Si tratta però di strumenti che, in un modo o nell’altro, sebbene gran parte di essi forniscano un servizio di buona qualità, risultano decisamente poco pratici e sbrigativi.

Tenendo ben presente quanto appena affermato, Google, il gran colosso di Mountain View, ha ben pensato di porre rimedio alla cosa lanciando un apposito servizio, decisamente innovativo, tutto dedicato ai possessori di cellulari Android 1.6 o superiore.


Si tratta infatti di Google Goggles, un applicazione gratuita che, così come riportato sul blog ufficiale, consente di partire da una semplice immagine per poi arrivare alla traduzione del testo d’interesse.

Detta in altri termini Google Goggles permette di scattare una foto di un dato testo scritto sfruttando l’obiettivo del nostro fido smartphone, di riconoscere quanto appena fotografato e, infine, di fornirne la relativa traduzione previa selezione della lingua d’origine e di quella di destinazione.

Al momento le lingue supportate sono inglese, francese, italiano, tedesco e spagnolo, in futuro verranno poi aggiunte ulteriori lingue sia di derivazione latina che non.

Oltre ai testi in lingua straniera Google Goggles permette anche di riconoscere codici a barre, prodotti e loghi di varia natura e un buon numero d’opere d’arte, consentendo, tra le altre cose, di avviare ricerche visive a partire dalle immagini presenti nella galleria fotografia del proprio dispositivo mobile.

Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Android, ecco come è nato il logo e chi lo ha disegnato

Android, ecco come è nato il logo e chi lo ha disegnato

Android è, allo stato attuale delle cose, il sistema operativo maggiormente diffuso tra l’utenza. L’immagine identificativa della piattaforma, quella rappresentata dal simpatico robottino di colore verde, è oramai ben nota […]

A breve sarà disponibile Flash e AIR per Android

A breve sarà disponibile Flash e AIR per Android

Google Android, è uno dei principali rivali dell’iPhone il noto cellulare dell’azienda con la mela morsicata. Android in Italia sta raggiungendo un buon livello di mercato, anche a livello mondiale […]

Nuova release per Android, e già si fanno le prime previsioni

Nuova release per Android, e già si fanno le prime previsioni

Android, è la piattaforma open-source di Google, che recentemente durante il Mobile World Congress di Barcellona ha ricevuto molte attenzioni, data la presenza di alcuni prototipi basati su questa piattaforma. […]

Internet mobile, social network, cellulari, palmari. Ecco cosa ci attende nel 2008

Internet mobile, social network, cellulari, palmari. Ecco cosa ci attende nel 2008

Come sarà il neonato 2008, dal punto di vista di internet e della tecnologia? Beh, ovviamente non abbiamo una palla di cristallo, né vogliamo inventare nulla. Però qualche considerazione la […]

Google non si ferma più. Costruirà una società telefonica

Google non si ferma più. Costruirà una società telefonica

Dopo il moltiplicarsi dei rumors sul tanto chiacchierato Google Phone e l’uscita della piattaforma mobile aperta Android arriva la notizia che Google parteciperà all’asta federale, negli Stati Uniti, per aggiudicarsi […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1Pasquale Coppola

    peccato che sia solo per android.. 🙁

    8 Mag 2010, 10:41 pm Rispondi|Quota
    • #2Christian Micocci

      È il bello dell'open. Puoi fare programmi senza limiti. Sfido a farne uno di questo genere per Symbian o qualcos'altro.

      9 Mag 2010, 9:06 am Rispondi|Quota
      • #3Michele

        anche symbian da un po' di tempo è open, una cosa del genere l'avevano già fatta per (o_o) gameboy (o come diamine si chiami adesso)

        9 Mag 2010, 12:52 pm Rispondi|Quota