Geekissimo

Le misteriose morti alla Foxconn e gli aumenti di stipendio

 
Fulvio Minichini
11 Giugno 2010
13 commenti

Durante l’ultimo anno e alla ribalta sulla rete negli ultimi giorni la storia dei misteriosi suicidi, ben dodici, di cui il primo un ingegnere che a quanto pare fu anche torturato.

La Foxconn non è una qualunque fabbrica cinese dove, cosa nota e purtroppo troppo spesso sottovalutata, le persone vengono spremute fino l’ultima goccia di sangue, per poi essere rimpiazzata.

La Foxconn è la fabbrica dove vengono prodotti grandi marchi come Apple, Nokia, HP e altri ancora. Già l’anno scorso uno scandalo si levò dopo che un ingegnere della Foxconn, incaricato di mostrare il prototipo del nuovo iPhone ai responsabili di Apple, lo perse.


Al suo ritorno in Cina, o meglio al suo ritorno in Foxconn (immaginate una di quelle citàà fabbrica di cui tanto si sente parlare), fu sequestrato dalla security, interrogato e torturato perché ammettesse il furto. Di ritorno al suo appartmaneto l’uomo si sarebbe suicidato.

Dopo questa vicenda altri 12 operai della Foxconn si sarebbero suicidati e l’occhio dell’opinione pubblica occidentale è calato sulla fabbrica. Apple ha promesso un’indagine approfondita. Steve Jobs con qualche dichiarazione ha lasciato capire che, dopo aver visitato personalmente la fabbrica, non si tratta certo di un paradiso dei lavoratori, ma le condizioni sono sensibilmente migliori che nelle altre fabbriche.

La Foxconn ha preso due provvedimenti che hanno del ridicolo, ma che allo stesso tempo saranno sicuramente stati apprezzati dai dipendenti. Prima un aumento del 30% dello stipendio a tutti coloro che avessero firmato un impegno scritto a non suicidarsi, poi l’annuncio di un aumento del 66% ad altri individui che saranno successivamente identificati.

Non si conoscono ancora i criteri con cui saranno idetificati questi ultimi, ma a giudicare dal metodo utilizzato per il primo aumento non sappiamo cosa aspettarci.

Via | Engadget

Categorie:
Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Web Historian, visualizzare in maniera dettagliata la cronologia di tutti i browser web in uso

Web Historian, visualizzare in maniera dettagliata la cronologia di tutti i browser web in uso

Tutti i più comuni browser web permettono di visionare la cronologia relativa alla propria navigazione in rete. Nel caso in cui sul computer in uso siano stati installati più browser […]

SelectionSK, gestire al meglio il testo selezionato aggiungendo opzioni extra al menu contestuale di Firefox

SelectionSK, gestire al meglio il testo selezionato aggiungendo opzioni extra al menu contestuale di Firefox

Selezionando un qualsiasi elemento testuale visualizzabile online e cliccando su di esso con il tasto destro del mouse viene visualizzato un apposito menu contestuale mediante cui, grazie alle varie voci […]

AGCOM e censura Internet: tutti i dettagli sulle norme approvate

AGCOM e censura Internet: tutti i dettagli sulle norme approvate

Con il solo voto contrario di Nicola D’Angelo e l’astensione di Michele Lauria, l’AGCOM ha approvato all’unanimità le nuove norme in materia di copyright e siti Web. Come accennato ieri, […]

Google Squared, visualizzare le nostre ricerche online in semplici tabelle

Google Squared, visualizzare le nostre ricerche online in semplici tabelle

Novità ed evoluzioni anche in casa Google. Proprio in questi giorni, infatti, l’indiscusso gruppo ha reso disponibile per tutti, seppur ancora in versione beta, Google Squared, ossia un evoluzione del […]

Anywr, importiamo i nostri contatti per inviare messaggi e conneterci anche dal cellulare

Anywr, importiamo i nostri contatti per inviare messaggi e conneterci anche dal cellulare

Il mondo Mobile della condivisione in rete ormai sta sorpassando i confini dell’infinito e restando in tema, oggi voglio parlarvi proprio di questo percorso. Chiunque di questi tempi possiede uno […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1Silver D

    E poi dicono di investire sulla Cina, io da parte mia a vedere il modo immondo in cui vengono trattate le persone nella Repubblica Impopolare Cinese avrei ma voglia di boicottarla :3

    11 Giu 2010, 4:59 pm Rispondi|Quota
  • #2corrado

    Argomento molto serio.
    Io mi chiedo, da lavoratore italiano: quanti di noi sarebbero disposti ad accettare di lavorare in quel modo con quei ritimi ? 16 ore al giorno, si vive in fabbrica, pressioni enormi dall'alto che ti spingono al gesto estrmo, torture, poi… dire che è scandaloso e' una parola riduttiva.
    E allora, perchè comperiamo poi i prodotti come l'iphone, sapendo che sono costati diritti civili e in qualche caso, anche la vita di quelle persone ?

    saluti

    11 Giu 2010, 5:13 pm Rispondi|Quota
  • #3melissa

    "le persone vengono spremute fino l’ultima goccia di sangue, per poi essere rimpiazzata": praticamente fanno come fanno in Italia le agenzie interinali o per il lavoro, che sono tutto tranne che per il lavoro.

    11 Giu 2010, 3:36 pm Rispondi|Quota
  • #4linkmoviexxx

    Ti straquoto.
    Non bisogna mica andare in Cina per vedere cose disumane… basta entrare in una cooperativa per il lavoro.

    11 Giu 2010, 4:00 pm Rispondi|Quota
  • #5gigiRocl

    fidatevi li fanno di peggio

    11 Giu 2010, 4:32 pm Rispondi|Quota
  • #6un_passante

    “un aumento del 30% dello stipendio a tutti coloro che avessero firmato un impegno scritto a non suicidarsi”

    O.o che cosa assurda! vabè che cmq ovviamente uno lo firma… e si prende l’aumento… poi quello che fa si vede… tanto ormai è bello che morto se si suicida…

    11 Giu 2010, 7:36 pm Rispondi|Quota
  • #7Federico Balestra

    Sicuramente li è peggio.

    Cmq se il grande profeta dice “ma le condizioni sono sensibilmente migliori che nelle altre fabbriche.” allora la nostra coscienza è a posto.

    11 Giu 2010, 8:24 pm Rispondi|Quota
    • #8N1k

      infatti,e non ha il coraggio di mostare la realtà della situazione pubblicamente
      nelle proprie "promozioni" mette solo ingegneri in camice
      macchinari automatici, camere bianche, è così semplice
      lavarsi la faccia (e lavarsene le mani)…

      12 Giu 2010, 10:44 am Rispondi|Quota
  • #9N1k

    Quoto Gigi sicuramente qua non si scherza…
    cè uno schifo non indifferente ma sicuramente per quanto disagiati
    qui è oro rispetto a li…cè gente che lavora per giorni
    ininterrottamente senza neanche 10 minuti per dormire o mangiare
    quando possono farlo in modo arrangiato
    dormono stesso nelle fabbriche con condizioni igienico sanitarie che…
    beh…neanche a dirlo…non hanno ne assicurazioni
    ne sanità come ce l'abbiamo qua…li un operaio che si fa male
    semplicemente rimane mutilato e muore di fame o di setticemia
    ma nel vero senso della parola e chi muore viene fatto
    sparire, quello che mi da da riflettere è con che coraggio
    jobs abbia realizzato l'ultimo video per l'iphone
    mostrando come viene "realizzato" in un immagine di tecnologia
    all'avanguardia "idilliaca" in stanze sterili con gente
    benvestita peggio di chirurghi…
    in pratica si è ridicolizzato e si è preso
    gioco di quella gente per ben 2 volte….
    ma non siamo nuovi di certe sparate coupertiniane…

    Buona Serata

    11 Giu 2010, 11:25 pm Rispondi|Quota
  • #10gatone

    la cina è vicina…

    12 Giu 2010, 6:47 am Rispondi|Quota
  • #11Raff Malvone

    Non so se lo sapete ma li pagano 100 euro al mese …… e poi rivendono il cellulare a 8 volte tanto

    12 Giu 2010, 11:44 am Rispondi|Quota
  • #12Vagante

    La Cina ormai miei cari è qui.
    I nostri imprenditori hanno capito che producendo là guadagnano molto, molto, molto di più, perché non devono pagare contributi previdenziali, oneri per l'eliminazione delle scorie, problemi di manodopera, di ispettorato del lavoro, di sicurezza sul lavoro, di licenziamenti, malattie fittizie.
    Il cannibalismo è mondiale e tutti si adeguano a standard ridicoli di paga producendo gli stessi identici articoli a costi bassissimi, con guadagni altissimi perché i costi di import-export delle materie prime e di spedizione dei prodotti vengono abbattuti rispetto a quelli da pagare osservando le normative che tutelano l'ambiente, la salute, i lavoratori, la loro dignità.

    12 Giu 2010, 7:15 pm Rispondi|Quota
  • #13Deive

    rimane comunque molto meglio di come si viveva prima…

    22 Giu 2010, 4:15 am Rispondi|Quota