Geekissimo

8 lettori PDF per Linux da provare assolutamente

 
Andrea Guida (@naqern)
15 Novembre 2010
6 commenti

Dire che su Linux ci sono pochi software è come dire al proprio professore di italiano che studiare “I promessi sposi” è stato divertente: una falsità. Anche per quei programmi che fino a qualche anno fa sembravano ad esclusivo appannaggio delle grandi multinazionali, tipo i PDF reader, ormai esistono tante alternative gratuite di ottima qualità che non aspettano altro che essere provate.

Se non ci credete, date pure uno sguardo alla lista di 8 lettori PDF per Linux da provare assolutamente che trovate qui sotto. Noi li abbiamo provati su Ubuntu e ci siamo focalizzati su quello, ma i software proposti sono compatibili con tutte le maggiori distro del sistema di “Tux”. Buon divertimento!

Adobe Reader – il classico dei classici. Pesa oltre 60 MB, non è propriamente il massimo della vita in termini di prestazioni, ma è pur sempre il lettore di PDF più usato del mondo. In Ubuntu lo si può installare facilmente tramite il Software Center.

Foxit Reader – una valida alternativa ad Adobe Reader su Linux tanto quanto su Windows. È veloce, preciso nel rendering dei documenti e permette di copiare il contenuto dei PDF sia sotto forma di testo che sotto forma di immagini.


Google Chrome – tutte le versioni “dev” del browser di Google vengono fornite con un lettore di PDF integrato. È minimalista quanto mai(permette solo di fare lo zoom, o poco più) ma fa il suo mestiere e lo fa bene.

Okular – splendido visualizzatore di documenti multi-funzione “KDE-based” che permette di visualizzare vari tipi di file (OpenDocument, ePub, PostScript, ecc.), compresi i PDF. Garantisce un’ottima qualità di riproduzione dei contenuti e consente di aggiungere della annotazioni ai documenti aperti (annotazioni che però non vengono riportate in altri pdf reader). In Ubuntu lo si trova nel Software Center.

XPDF – uno dei lettori di PDF più leggeri e veloci disponibili per il sistema del pinguino. Forse è un po’ troppo scarno graficamente, ma ha tutte le funzioni essenziali (stampa, zoom, salto pagina, ecc.) e la riproduzione dei documenti è discreta. Anche questo si trova nell’Ubuntu Software Center.

Apvlv – Visualizzatore di PDF con comportamento simile a Vim. La descrizione ufficiale che l’Ubuntu Software Center dà di questo lettore di PDF ultra-essenziale non ha bisogno di aggiunte.

Zathura – Altro rapidissimo PDF reader funzionante da linea di comando. Astenersi non geek!

MuPDF – ennesimo PDF Reader essenziale con linea di comando dotato di un eccellente anti-aliasing per la riproduzione dei documenti.

[Via | Make Tech Easier – Photo Credits | Lukas Kastner]

Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
2ClickUpdate, aggiornare e mantenere pulito Ubuntu in due click

2ClickUpdate, aggiornare e mantenere pulito Ubuntu in due click

Come ormai noto, anche se non richiede tutte le operazioni di manutenzione che si devono (o dovrebbero) fare su Windows, anche per Ubuntu Linux ci sono delle piccole accortezze che, […]

Ubuntu Control Center, Ubuntu diventa (ancora) più facile

Ubuntu Control Center, Ubuntu diventa (ancora) più facile

Chi l’ha provato sulla propria pellaccia da geek, lo sa. Rispetto a qualche anno fa, i sistemi Linux sono diventati molto più facili da usare. Per tutti. Questo è dovuto […]

Rai Player 4 Linux: Rai in streaming con VLC su Linux

Rai Player 4 Linux: Rai in streaming con VLC su Linux

Ormai dovreste saperlo bene. Anziché destreggiarsi fra decine di siti torrent italiani di dubbia legalità, è possibile godersi film, serie TV, cartoni animati e documentari senza infrangere alcuna legge attraverso […]

Epidermis, cambiamo tema al nostro Linux in pochi secondi

Epidermis, cambiamo tema al nostro Linux in pochi secondi

Su Geekissimo non trattiamo molto spesso l’argomento http://www.genbeta.com/deskmod/epidermis-theme-manager-descargar-e-instalar-temas-automaticamente-en-gnulinux, ma da oggi mi prendo l’impegno davanti a tutti voi di togliere questo BUG dalla nostra redazione e iniziare a trattare più […]

Le migliori 100 applicazioni open source per Linux

Le migliori 100 applicazioni open source per Linux

Una delle scuse più ricorrenti che gli utenti più pigri utilizzano quando non hanno voglia di testare, anche solo una volta, un sistema come Linux è quella che per il […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1callistosoftware

    quale è il piu performante?

    15 Nov 2010, 12:45 pm Rispondi|Quota
    • #2Andrea Guida

      ovviamente quelli senza GUI. Ma se vuoi un buon rapporto facilità di utilizzo/prestazioni, ti consiglierei Foxit. 😉

      ciao!

      15 Nov 2010, 4:21 pm Rispondi|Quota
  • #3kikko

    Il più performante? Penso sia Evince…

    15 Nov 2010, 1:05 pm Rispondi|Quota
  • #4claudio

    consiglio vivamente epdfviewer, una versione lightweight di evince, che non usa le librerie di gnome. riguardo le opzioni elencate, mi piacerebbe sapere quanto e se è più leggero foxit reader di evince

    15 Nov 2010, 1:16 pm Rispondi|Quota
  • #5Timothy

    NON usate adobe reader!

    La versione in partners è VECCHIA e BUCABILE!!!

    15 Nov 2010, 4:23 pm Rispondi|Quota
  • #6Filippo Panaro

    Io abbatterei i promessi sposi in quanto un raccontucolo di uno sfigato che doveva redimersi da non so cosa e alla fine non abbiamo mai capito chi è stato l’assassino ma è rimasto innominato e neanche magiordomo, in favore di un più sano, reale, e conciso “Harmony”. Abbatterei i professori di Italiano perché vanno tutti matti per Leopardi che è lo sfigato più totale mai conosciuto dall’uomo che ha scritto poesie sfigate per una donna normale morta per problemi normali senza troppe pippe mentali, questi manco conoscendo l’esistenza dell’essere sfigato cosmico che si face le pippe al posto suo; morto giovane per quanto era sfigato universale a tal punto che il cazzeggio all’aria aperta gli sarebbe salutare. Metterei invece degli scrittori moderni ed intelligenti, che sanno parlare l’italiano, che sanno scrivere bene, magari anche con la 3a media, al posto di sta gente col quale mi scontro ogni giorno che non sapendo coniugare più nulla, ne congiuntivi ne condizionali, ormai usa l’imperfetto a priori persino per azioni future. Ti cascano dal pero se parli loro della Teoria del Futuro Anteriore. A fronte di unoWin innominato e neanche maggiordomo, e ultimamente da me visto pure disorientato; a fronte dei professori fans degli innominati-sfigati. Io dico che metterei gli alunni direttamente in mano a Linux e se proprio vogliono un classimo almeno Foscolo che le pippe invece se la faceva fare! Mi ha permesso di navigare in totale sicurezza, ho imparato ad accedere a quello che i libri non permettono non rischiando mai nulla, ho imparato ad usare gnu quando era ancora “impraticabile” sempre tramite la sua sicurezza, sono diventato uno scrittore, ho smontato finalmente l’assioma che la grammatica non è un’opionione in quanto fortemente limitante e che le licenze poetiche sono scienza esatta. Soprattutto ho imparato che ormai sono gli innominati, ma anche i macchiani, stanno addirittura invidiando il nostro parco software! Per esempio i driver HpLip sono cento volte migliori assai di quelli per Win perché ti permettono impostazioni profonde al volo senza che ti venga messa un’interfaccia da deficienti al fine di perdere solo tempo e inchiostro. Ci manca solo un vettoriale decente e poi tutti KO. Ho imparato persino che è bellissimo epurare totalmente il mio pc da ciò che non sia libero/aperto. Adobe Reader va ucciso a priori, sempre e comunque anche senza la lista dei bug non ancora inventati, perché possibile vettore di cosine non belle come lo è stato chrome, ma avendo debian come OS si è giusto inchiodato il router e il sistema è stato protetto da qualcosina che mi voleva fregare i dati della carta di credito! Nel quale ero incappato per (finta) comodità…PIÙ PDF LIBERO PER TUTTI, meno innominati per tutti, basta con la “giustizia” …de relata refero…

    31 Gen 2014, 3:06 pm Rispondi|Quota