Geekissimo

Anonymous continua la sua battaglia contro il Vaticano

 
Andrea Guida (@naqern)
23 Marzo 2012
6 commenti

Gli Anonymous continuano la loro battaglia contro il Vaticano e tutti i siti Internet che, in qualche modo, hanno a che fare con esso. Dopo aver mandato giù il sito Vatican.va per due volte consecutive nel giro di pochi giorni e aver pubblicato i dati di accesso di Radio Vaticana, questa volta gli hacktivisti più famosi del Web se la sono presa con Benedictomexico.mx.

Il sito Internet dedicato alla visita di Papa Benedetto XVI in Messico quest’oggi, 23 marzo, è stato messo KO per diversi minuti. Questa volta però non ci sono lunghe rivendicazioni sul blog di Anonymous Italia, continuano a far fede (se così si può dire) le motivazioni snocciolate durante i precedenti attacchi.

Tra queste, ricordiamo, i comportamenti omertosi della Chiesa nei confronti degli scandali sessuali che hanno colpito diversi suoi rappresentanti in giro per il mondo e le trasmissioni tecnicamente fuori legge di Radio Vaticana. C’è poi la lunga diatriba che riguarda la società americana Imperva che gestisce la sicurezza dei siti del Vaticano e aveva sottovalutato l’abilità dei membri di Anonymous, ma ormai dovrebbe essere passata in secondo piano.


L’attenzione degli hacktivisti italiani, però, non è rivolta al solo Vaticano. Nei giorni scorsi si sono infatti registrati degli attacchi (Tango Down come vengono chiamati in gergo) ai siti dell’Enel, responsabile di alcuni progetti idroelettrici in Guatemala e nella Patagonia cilena che potrebbero compromettere l’ecosistema locale, e di Vittorio Sgarbi protagonista di recenti polemiche con Agnese Borsellino.

A questi vanno poi aggiunti i “vecchi” attacchi di cui vi abbiamo già parlato in passato, come quelli ai siti di Equitalia e Trenitalia, a cui i media generalisti continuano a dare poco risalto ma che continuano a moltiplicarsi incontrando l’approvazione da parte di molte persone. Forse è arrivato il momento di riflettere su certe tematiche anziché nascondere la testa sotto la sabbia ed aspettare che “passi la nottata”, ossia che i siti attaccati ritornino online.

[Photo Credits | OperationPaperStorm]

Categorie: Internet, News
Tags: Anonymous,  hacker, 
Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
AnonOps attacca il blog di Beppe Grillo

AnonOps attacca il blog di Beppe Grillo

Nella giornata di ieri, il blog di Beppe Grillo è risultato irraggiungibile per circa 10 ore a causa di un attacco hacker sferrato da una cellula di AnonOps. AnonOps è […]

Anonymous contro Carabinieri, Difesa e Interno

Anonymous contro Carabinieri, Difesa e Interno

Dopo qualche giorno di relativa calma, la cellula Italiana di Anonymous torna a colpire. Questa volta ad essere stati presi di mira dagli hacktivisti nostrani sono stati i siti di […]

Anonymous svela i dati di accesso di Radio Vaticana

Anonymous svela i dati di accesso di Radio Vaticana

Ebbene sì, anche quest’oggi la cronaca internettiana ci spinge ad occuparci di Anonymous. Dopo aver attaccato i siti di Trenitalia ed Equitalia durante lo scorso fine settimana, il noto gruppo […]

Anonymous affonda il sito di Equitalia

Anonymous affonda il sito di Equitalia

Dopo aver attaccato il sito di Trenitalia, Anonymous ha concluso un week-end di particolare attivismo mettendo KO il portale di Equitalia, la società pubblica incaricata per la riscossione nazionale dei […]

Anonymous afferma: nuovo attacco al Governo il 13 febbraio alle ore 13

Anonymous afferma: nuovo attacco al Governo il 13 febbraio alle ore 13

Ritorna con un nuovo comunicato pubblico Anonymous, la famosa coalizione anonima di hacker più volte protagonista, in positivo per molti, di attacchi informatici pro-Wikileaks contro Mastercard e Visa nel mese […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1Elisabetta

    Andate a lavorare!!!

    23 Mar 2012, 11:46 am Rispondi|Quota
  • #2GENNARO

    ANONIMOUS è il nuovo ZORRO analizza dettgliatamente tutti i sopprusi del potere contro i cittadini.

    23 Mar 2012, 4:31 pm Rispondi|Quota
  • #3machete

    @Gennaro, ma quali “sopprusi”? Scommettiamo che non sai neppure di cosa stai scribacchiando?
    Te lo dico io: Quelli che decidono loro. E mettere in down un sito arbitrariamente non è un sopruso?
    Sì è l’esercito dei buoni, zorro! Ma fai il bravo va’, sono solo dei vandali incapaci di argomentare in maniera assertiva. Tutto quello che sanno fare sono azioni di sabotaggio, illegalmente, e in cerca d’approvazione.
    Quoto Elisabetta, ma in maniera, che lì puoi essere veramente anonimo.

    23 Mar 2012, 7:01 pm Rispondi|Quota
  • #4machete

    maniera=MINIERA. Possibilmente in un paese in via di sviluppo, già che sono sensibili a temi sociali.

    23 Mar 2012, 7:02 pm Rispondi|Quota
  • #5Andrea

    Elisabetta , continua a ragionare da schiava mentre loro cercano di far valere i tuoi diritti.

    24 Mar 2012, 9:40 am Rispondi|Quota
  • #6GENNARO

    Gli ITALIANI diventino equitalia nei confronti della casta .Il tempo mi darà ragione .

    26 Mar 2012, 7:56 am Rispondi|Quota