Geekissimo

FBI, internet rischia il blackout a causa di un virus

 
Martina Oliva
24 Aprile 2012
7 commenti

Virus internet FBI

Nel corso della prossima estate oramai alle porte potrebbero verificarsi non pochi problemi per quell’enorme quantitativo di utenti che è solito navigare online poiché l’intera rete potrebbe essere oscurata da un virus in grado di bloccare l’accesso ad internet o, almeno, questo è quanto pronosticato dall’FBI.

Si tratta infatti dell’ultimo allarme lanciato dal Federal Bureau of Investigation che, dopo aver eseguito un’accurata indagine relativamente ad una truffa informatica, avrebbe poi individuato un particolare virus diffuso mediante lo spam che, a quanto pare, potrebbe già aver intaccato diverse migliaia di computer.

Tale virus, sempre stando a quanto reso noto dall’FBI, sarebbe stato programmato per entrare in azione a partire dal 9 luglio dell’anno corrente con lo scopo, appunto, di impedire ai computer infetti di connettersi ad internet.


Nel dettaglio, l’FBI, dopo aver effettuato numerosi arresti di cybercriminali che avevano messo in piedi un sistema di truffa basato su falsa pubblicità, ha notato che su diversi dei computer delle persone truffate non era più possibile accedere ad internet.

Al momento, comunque, non è stato ancora fornito alcun dettaglio relativamente a quello che è l’effettivo numero di postazioni multimediali a rischio ma i vertici dell’FBI hanno consigliato, a scopo preventivo, di accertarsi della presenza o meno del malware collegandosi al sito web DCWG e seguendo i semplici passaggi indicati in modo tale da poter scoprire se il proprio computer è stati infettato e, sopratutto, come difendersi.

In ogni caso sulla maggior parte dei computer infetti potrebbero essere stati disabilitati i software antivirus in uso e potrebbero anche essere stati riscontrati rallentamenti durante le sessioni di navigazione online.

Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
KeRanger, il primo ransomware che colpisce OS X

KeRanger, il primo ransomware che colpisce OS X

Nel corso delle ultime ore gli esperti di Palo Alto Networks hanno fatto la scoperta di KeRanger, ovvero il primo ransomware per OS X. Il malware è stato scovato all’interno […]

DNS Changer: il punto della situazione

DNS Changer: il punto della situazione

Da diverse ore a questa parte l’FBI ha ufficializzato lo spegnimento dei server che per qualche tempo hanno sostenuto il traffico dell’utenza infetta da DNS Changer, il malware, oramai abbastanza […]

Flame, il malware è stato creato da USA e Israele

Flame, il malware è stato creato da USA e Israele

Già alcuni giorni addietro gli esperti di sicurezza del team di Kaspersky avevano ipotizzato, conseguenzialmente agli studi condotti, l’esistenza di un collegamento tra Flame, il super malware che nell’ultimo periodo […]

Roma è la capitale dei virus informatici, parola di Symantec

Roma è la capitale dei virus informatici, parola di Symantec

Stando a quello che è l’ultimo Internet Security Threat Report di Symantec relativamente alla diffusione a livello mondiale di malware per il 2011 oramai trascorso Roma, la capitale del Bel […]

L’FBI impedirà l’accesso ad internet a milioni di computer infetti l’8 marzo?

L’FBI impedirà l’accesso ad internet a milioni di computer infetti l’8 marzo?

La notizia è stata inizialmente diffusa dai popolari Russia Today e Betabeat ma c’è comunque parecchio scetticismo in giro circa l’intenzione dell’FBI di impedire l’accesso ad internet a milioni di […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1Palux

    Update on March 12, 2012: To assist victims affected by the DNSChanger malicious software, the FBI obtained a court order authorizing the Internet Systems Consortium (ISC) to deploy and maintain temporary clean DNS servers. This solution is temporary, providing additional time for victims to clean affected computers and restore their normal DNS settings. The clean DNS servers will be turned off on July 9, 2012, and computers still impacted by DNSChanger may lose Internet connectivity at that time.

    Io leggo altro sul sito dell’FBI…comunque…c’è poco da fare contro chi non legge le informazioni e non si fa un minimo di cultura.

    24 Apr 2012, 2:14 pm Rispondi|Quota
  • #2lexuss95

    9 luglio… il mio compleanno!**

    24 Apr 2012, 5:47 pm Rispondi|Quota
  • #3bjarn

    con tutto il rispetto per te, ma non credo che vogliano rovinarti la festa.
    piuttosto , il 10 luglio ci sarà la finale dell’europeo.

    24 Apr 2012, 9:48 pm Rispondi|Quota
  • #4Leiladà

    Il nome in codice del virus è HADOPI.

    25 Apr 2012, 12:33 pm Rispondi|Quota
  • #5shrek

    La finale dell’europeo è il 1° Luglio, non il 10, e non c’entra nulla.

    2 Mag 2012, 12:39 am Rispondi|Quota
  • #6Carlo

    Scusate ma questo articolo è abbastanza insensato, infatti leggendo il comunicato dell’FBI si evince che questo “virus” ha già infettato molti pc ma non è assolutamente vero che è stato programmato ad entrare in azione il 9 luglio, anche perché sarebbe assurdo ! Al limite quella è la data che FBI ha scelto per spegnere i server a cui il “virus” ha dirottato il traffico dei pc infetti e questo potrà causare l’impossibilità per i pc infettati di collegarsi alla rete.

    2 Mag 2012, 3:57 pm Rispondi|Quota
  • #7Bjarn

    x shriek
    guardati il sito dell uefa, la finale sara il 10 luglio. it.uefa.com

    5 Mag 2012, 4:59 pm Rispondi|Quota