Geekissimo

CISPA è stata approvata dalla Camera dei Rappresentati USA

 
Martina Oliva
27 Aprile 2012
3 commenti

CISPA approvata

Con ben 248 voti a favore e 168 contrari la Camera dei Rappresentati USA ha approvato CISPA (ovvero Cyber Intelligence Sharing and Protection Act), il grande fratello della rete, quella che, molto più semplicemente, per così dire, può essere definita come la SOPA della sicurezza e che sin da subito ha ottenuto il supporto di diversi tra i più importanti nomi del panorama dell’IT come nel caso di Microsoft, Facebook, IBM, Oracle e molti altri ancora.

Lo scopo della CISPA è infatti quello di realizzare una rete di prevenzione da attacchi informatici che, tuttavia, va a trasformarsi in una sorta di monitoraggio costante di tutto, o quasi, quello che è il materiale condiviso online.


Quanto appena descritto sarà possibile poiché la normativa sulla sorveglianza di internet va a modificare il National Security Act del 1947 consentendo dunque al governo di ottenere i dati degli utenti direttamente dai fornitori di ISP o, ancora, dai gestori dei siti web qualora specifiche informazioni venissero considerate come una minaccia.

Questo, in altri termini, sta a significare che unitamente ai dati generici degli utenti il governo potrebbe accedere anche a dati sensibili quali informazioni sanitarie, sulle carte di credito e sulle registrazioni sulle armi.

I deputati statunitensi hanno comunque garantito che vi sarà il massimo rispetto non soltanto della normativa sulla privacy ma anche di quella sul copyright ma resta comunque fermo il fatto che con CISPA militari e NSA ottengono poteri che fanno sorgere non pochi dubbi relativamente a quello che è il concetto di tutela dei propri dati.

Photo Credits | Flickr

Via | Neowin

Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Le chiavette 3G e 4G possono mettere a rischio la sicurezza dell’OS

Le chiavette 3G e 4G possono mettere a rischio la sicurezza dell’OS

Nel software precaricato su quelle che sono le comunissime chiavette utilizzate a mò di modem per connettersi ad internet sono presenti numerose vulnerabilità che, a quanto pare, possono essere sfruttate […]

I migliori 10 plugin per la sicurezza dei blog WordPress

I migliori 10 plugin per la sicurezza dei blog WordPress

Geek o non geek, chiunque abbia un blog basato sulla celeberrima piattaforma WordPress, non può che avere a cuore la sicurezza della propria creatura on-line. E’ infatti risaputo che, così […]

Software Update: rilasciata la versione 2.0.0.13 di Firefox

Software Update: rilasciata la versione 2.0.0.13 di Firefox

Firefox è sicuramente il browser web più utilizzato dagli utenti internet, i quali si sentono sempre “stimolati” nell’usufruire di questo “navigatore del web”; anche perché la casa produttrice, non manca […]

Usa, un disegno di legge per rendere illegale il posting anonimo in internet

Usa, un disegno di legge per rendere illegale il posting anonimo in internet

Non preoccupatevi: per il momento, almeno in Italia, l’anonimato di chi utilizza internet non è a rischio. Ma forse negli Stati Uniti un pochino lo è. Un politico del Kentucky […]

Cloud computing nuova era del web?

Cloud computing nuova era del web?

“Immaginate se, ogni volta che volete un bicchiere d’acqua, doveste prima accertarvi di aver collegato una pompa al pozzo e di aver sistemato tutti i filtri. E se un paio […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1Leiladà

    Mah tutta roba che sono convinto facevano anche prima, solo che ora è legale…

    27 Apr 2012, 12:29 pm Rispondi|Quota
  • #2simone

    La troppa libertà spaventa i potenti

    27 Apr 2012, 1:26 pm Rispondi|Quota
  • #3Kokosko

    ..è un nome che fa paura..Libertà, Libertà, Libertà..De André coglie nel segno anche questa volta. Lui lo diceva 15 anni fa circa ed io lo ribadisco oggi..la libertà fa male per i potenti..

    27 Apr 2012, 9:27 pm Rispondi|Quota