Geekissimo

The Web Index, l’Italia è ancora in ritardo

 
Martina Oliva
6 settembre 2012
0 commenti

Internet The Web Index

Stando a quelli che sono i dati emersi dall’ultimo The Web Index, l’iniziativa di Tim Berners – Lee in base al quale viene calcolato l’indice globale sull’utilizzo del web e il cui scopo è “permettere a ogni Paese di capire di che cosa ha bisogno per connettere a Internet la gente, e aiutare i Paesi a comprendere quali passi futuri compiere”, l’Italia, allo stato attuale delle cose, è ancora abbastanza indietro rispetto ad altre nazioni.

I parametri impiegati per valutare gli stati nei quali il web è sfruttato in maniera migliore sono tre, quali la preparazione al web, ovvero la qualità e l’estensione delle infrastrutture di comunicazione e istituzionali, l’utilizzo del web all’intero di un paese ed i contenuti disponibili e, infine, l’impatto del web tenendo conto di indicatori sociali, economici e politici.

Tenendo conto di questi tre fattori viene quindi calcolato l’impatto di un dato paese sul web in una scala che va da 1 a 100.

A tal proposito, per l’edizione 2012, ad occupare la prima posizione in questa speciale classifica è la Svezia seguita poi dagli Stati Uniti, dal Regno Unito, dal Canada e dalla Finlandia.

L’Italia, invece, va a piazzarsi direttamente alla posizione numero 23.

Tenendo conto del fatto che i paesi presi in esame sono ben 61 l’Italia, quindi, non è certo il fanalino di coda ma la situazione non è comunque tra le migliori.

In base a quelli che sono i dati forniti dal The web Index si apprende infatti che in Italia gli internauti sono poco più della metà della popolazione totale per una percentuale pari al 53,74%.

La situazione dell’Italia relativamente solo e soltanto a quella che è la classifica dei paesi europei, invece, risulta ben peggiore della precedente: il Bel paese occupa la posizione numero 12 su un totale di 15 stati partecipanti.

Stato dell’Italia a parte è comunque opportuno sottolineare il fatto che a livello globale la situazione relativa all’utilizzo del web è tutt’altro che confortante: il numero totale degli internauti ammonta a 3,4 miliardi di persone ma circa il 60% dell’intera popolazione non ha l’opportunità di accedere in alcun modo ad internet.

Photo Credits | FreeDigitalPhotos

Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Italia: smartphone, tablet, apps e social network trainano la crescita digitale

Italia: smartphone, tablet, apps e social network trainano la crescita digitale

Se nel suo complesso il mercato dei media in Italia è continuato a calare durante il 2011 oramai trascorso, smartphone, tablet, apps e social network, ovvero tutto ciò che fa […]

Internet diventerà la quinta potenza economica mondiale

Internet diventerà la quinta potenza economica mondiale

Tra circa quattro anni ci saranno un totale di ben tre miliardi di utenti intenti a navigare online (o, molto più semplicemente, di “internauti”) e, a quel punto, il valore […]

Audiweb: 35,8 milioni di italiani online nel 2011

Audiweb: 35,8 milioni di italiani online nel 2011

Anche se le problematiche legate alle infrastrutture ed al digital divide appaiono come tutt’altro che assenti i dati della ricerca di base sulla diffusione e sull’utilizzo di internet nel Bel […]

La Società italiana di Pediatria è favorevole ad internet e alle nuove tecnologie

La Società italiana di Pediatria è favorevole ad internet e alle nuove tecnologie

Soltanto alcuni giorni addietro l’Istat aveva fornito tutta una serie di statistiche concernenti i bambini italiani ed il loro attuale rapporto con il mondo della tecnologia e, in particolar modo, […]

Nel maxi-emendamento anticrisi c’è speranza per la banda larga, forse

Nel maxi-emendamento anticrisi c’è speranza per la banda larga, forse

Il Consiglio dei Ministri italiano ha recentemente provveduto ad approvare un maxi-emendamento contenente i correttivi mediante cui si spera di riuscire a meter fine alla situazione italiana di grave crisi […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento