Geekissimo

Dropbox compra Audiogalaxy, una nuova piattaforma per lo streaming musicale è in arrivo?

 
Martina Oliva
14 Dicembre 2012
0 commenti

Dropbox acquisizione Audiogalaxy

Dropbox ha deciso di andare ben oltre il mero cloud storage o almeno così sembrerebbe stando alle ipotesi avanzate nel corso delle ultime ore e conseguenziali all’acquisto di Audiogalaxy, online dal 1998 con tecnologie P2P e in tempi recenti non più in testa alle news.

Infatti, mediante la pubblicazione di un apposito post sul blog ufficiale Audiogalaxy ha comunicato di essere stata acquisita da Dropbox, una mossa questa che farebbe ben sperare in merito ad eventuali progetti futuri da parte del team del celebre servizio di cloud storage.

Per il momento non è stata fatta alcuna comunicazione riguardo i prossimi programmi di Dropbox o sulle motivazioni che hanno spinto all’investimento ma considerando che Audiogalaxy ha alle spalle un’esperienza oramai decennale l’ipotesi che l’acquisizione possa mirare alla realizzazione di qualche nuovo servizio legato allo streaming musicale non è sicuramente da escludere.

Nel comunicato ufficiale, infatti, il team di Audiogalaxy accenna, seppur vagamente, ad alcune novità in arrivo per milioni i milioni di utenti su cui il noto servizio di cloud storage può già contare.

Oggi, siamo entusiasti di annunciare che il nostro team si unisce a Dropbox! Siamo eccitati per l’opportunità di unirci alla meravigliosa squadra di Dropbox e di portare nuove e grandi esperienze agli oltre 100 milioni di utenti Dropbox.

Al momento, comunque, Audiogalaxy non permette più di effettuare nuove iscrizioni ma rimane accessibile per chi già possiede un account.

Sicuramente durante le prossime settimane si delineerà meglio la strategia di questa acquisizione che potrebbe portare a una completa integrazione di Audiogalaxy in Dropbox e all’aggiunta di un ulteriore nome alle già conosciute piattaforme dedicate allo streaming musicale come nel caso di Tunes, Google Music, Xbox Music, Spotify, Grooveshark, Amazon, Last.fm e SoundCloud.

Da notare che unitamente ai piani futuri anche le caratteristiche economiche dell’accordo non sono state comunicate.

Via | CNET

 

Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Apple Music, streaming in formato AAC e bitrate da 256 kbps?

Apple Music, streaming in formato AAC e bitrate da 256 kbps?

Tra le novità annunciate in occasione della WWDC 2015 da Apple il nuovo servizio di streaming musicale Apple Music è senza ombra di dubbio quello che ha saputo attirare maggiormente […]

Amazon: in vista un servizio di streaming musicale?

Amazon: in vista un servizio di streaming musicale?

In un futuro non molto lontano anche Amazon, il colosso dell’e-commerce, potrebbe entrare a far parte dell’oramai sempre più folta schiera di servizi adibiti allo streaming musicale. Sulla falsariga di […]

Google Play Music: in arrivo l’upload dei brani da browser?

Google Play Music: in arrivo l’upload dei brani da browser?

Chi è iscritto alla piattaforma Google Play Music ha la possibilità di effettuare l’upload dei propri brani sul cloud in modo tale da potervi accedere per lo streaming da altri […]

iRadio, Apple è sempre più vicina agli accordi con le etichette

iRadio, Apple è sempre più vicina agli accordi con le etichette

Nel corso degli ultimi giorni sono tornate a farsi sentire a gran voce le indiscrezioni inerenti iRadio, il nome convenzionale del presunto servizio di streaming musicale simili Pandora e Spotify […]

Dropbox acquisisce Snapjoy e punta alla gestione delle gallery fotografiche

Dropbox acquisisce Snapjoy e punta alla gestione delle gallery fotografiche

A distanza di breve tempo dall’acquisizione di Audiogalaxy, Dropbox ha effettuato, nel corso degli ultimi giorni, un’ulteriore ed interessante acquisto: quello di Snapjoy. Per chi non lo sapesse si tratta […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento