Geekissimo

2013, ADSL in tutta Italia e banda larghissima in arrivo?

 
Martina Oliva
8 Gennaio 2013
0 commenti

ADSL banda larghissima 2013 Italia

Il 2013 appena iniziato sarà un anno davvero speciale per la banda larga in Italia o almeno così dovrebbe essere attenendosi a quelli che sono gli obiettivi fissati dal Decreto Crescita 2.0.

L’anno oramai in corso dovrebbe infatti essere il primo in cui il Bel paese si prepara a tagliare i ponti con il digital divide raggiungendo un doppio ed importante traguardo quale l’estensione all’intera popolazione della copertura della banda larga base 2 Megabit, vale a dire quella minima per poter usufruire dei servizi digitali, e la messa in atto di un piano nazionale con banda larghissima, 30-100 Megabit, da offrire in una trentina di città della penisola.

Il secondo traguardo, sempre attenendosi a quelli che sono gli obiettivi prefissati, dovrebbe essere raggiunto sia con la fibra ottica sia mediante la diffusione dell’LTE che sino a questo momento si è vista soltanto a Roma, Milano, Napoli e Torino.

Nel corso delle prossime settimane, quindi, saranno avviati bandi con cui operatori fissi e mobili costruiranno reti finanziate sia sfruttando i fondi sia spendendo denaro di tasca propria.

Contro il digital divide ricoprirà un ruolo di particolare improtanza la possibilità di sfruttare l’LTE a 800 Mhz mediante cui sarà possibile dare banda larga alle zone rurali dove, appunto, l’ADSL costituisce ancora un vero e proprio sogno.

Le velocità raggiungibili sfruttando le chiavette LTE, inoltre, cresceranno ma mano che gli operatori sfrutteranno tutte le frequenze utilizzabili.

In tal modo, facendo una stima “al ribasso”, dovrebbe quindi essere possibile navigare, in media, a circa 20-30 Megabit al secondo in download e a circa 10 Megabit in upload.

Nonostante la rivoluzione LTE a fare da colonna portante della banda larghissima del futuro c’è comunque la fibra ottica necessaria non soltanto perché l’unica in grado di dare 100 Megabit e oltre alle famiglie ma anche perché le stazioni radio base LTE necessitando di essere collegate in fibra per garantire una buona velocità reale.

Per il momento Telecom e Fastweb sono in prima fila per la rete di tipo Vdsl2, basata su fibra ottica ma solo fino alle cabine in strada, mentre Metroweb, che è un operatore all’ingrosso, è al lavoro per la rete a 100Mbps con fibra fino nelle case.

Certo in altre locazioni geografiche, come ad esempio in USA e in Asia, o, ancora, in alteri paesi europei, come la Francia e la Germania, obiettivi di questo tipo sono stati raggiunti già da diverso tempo a questa parte tuttavia il ritardo italiano, causato in primis da scelte politiche passate, può ora essere colmato, o almeno si spera, confidando in un migliore contesto sia a livello politico sia a livello industriale.

Photo Credits | FreeDigitalPhotos

Via | La Repubblica

Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
L’ADSL più veloce del mondo

L’ADSL più veloce del mondo

Che i giapponesi fossero un popolo tecnologicamente all’avanguardia è risaputo ma non credevamo che lo fossero fino questo punto. La nipponica J:Com ha annunciato l’offerta ADSL più potente del mondo […]

Ericsson batte tutti in velocità con l’HSPA+

Ericsson batte tutti in velocità con l’HSPA+

Il Mobile World Congress di Barcellona presenterà come ogni anno le maggiori novità nel campo della telefonia e dei dispositivi mobili. Come vi avevamo anticipato qui, molte saranno le sorprese […]

“Dal prossimo anno pagelle solo online”. Ci sembra un po’ azzardato… e tra l’altro in Italia già si fa

“Dal prossimo anno pagelle solo online”. Ci sembra un po’ azzardato… e tra l’altro in Italia già si fa

Sta facendo molto parlare di sé, in questi ultimi giorni, l’annuncio del neo-ministro della Funziona pubblica, Renato Brunetta, secondo cui entro un anno, un anno e mezzo anche le pagelle […]

Video di qualità o meno su Youtube a seconda della connessione

Video di qualità o meno su Youtube a seconda della connessione

Buone notizie per tutti i possessori di Adsl super veloci o di collegamenti invece lenti, addirittura analogici, da qualche giorno su Youtube è possibile impostare la qualità dei video in […]

L’Africa e internet: a che punto siamo?

L’Africa e internet: a che punto siamo?

Più di un terzo degli abitanti dell’Africa avrà una connessione a internet a banda larga entro il 2012. Sono i risultati di una conferenza (“Connect Africa”) sull’utilizzo di internet nel […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento