Geekissimo

Google sta pagando AdBlock Plus per non far bloccare i banner AdSense

 
Desiree Catani
6 Luglio 2013
9 commenti

google adsense

Sappiamo molto bene che Google ricava gran parte dei suoi guadagni dalle famose pubblicità di Adsense e se prima ignoravamo tale verità, il sito How do They Make Money? ci ha fornito una chiara risposta. Non tutti gli utenti vogliono navigare in dei siti web pieni di pubblicità e per ottenere delle letture più pulite decidono di installare dei programmi in grado di bloccare i banner, come ad esempio Adblock Plus.

Installando questa famosa estensione, potrete dire addio ad ogni pubblicità, incluse quelle di Google. Se tutti i navigatori dovessero installarla sarebbe la fine per Mountain View e proprio per questo il colosso del web sta cercando una soluzione.


Le ultime voci dichiarano che Google stia pagando Adblock Plus per non far bloccare i suoi annunci pubblicitari. La notizia è stata diffusa dal noto sito tedesco Horizont che non solo ha evidenziato i movimenti di Mountain View, ma anche molte altre società (al momento sconosciute) stanno pagando per inserire i propri banner pubblicitari in una sorta di “lista bianca”.

Gli “Annunci accettati”, dunque, non verranno più bloccati dalla nota estensione, ma riusciranno ad oltrepassare il blocco con grande stupore degli utilizzatori che hanno sempre usato tale sistema per eliminare qualsiasi traccia di pubblicità.

I tentativi di Google non ci sorprendono assolutamente, Adblock Plus stava realmente mettendo in crisi i suoi guadagni e di conseguenza non potevano non correre ai ripari.

[ Via | The Verge]

[ Photo Credits | lcosta7508 ]

Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
I Banner Pubblicitari arrivano anche su Google?

I Banner Pubblicitari arrivano anche su Google?

Il web ci offre infinite risorse, ma molto spesso i siti che maggiormente amiamo ospitano anche delle pubblicità. I portali devono pur guadagnare e, di conseguenza, inseriscono dei banner che […]

Google Adsense, compensi per i publisher in calo nel 2009

Google Adsense, compensi per i publisher in calo nel 2009

Brutte notizie in arrivo per tutti gli utilizzatori di Google Adsense, l’ormai famosissimo e importantissimo network pubblicitario creato da Google, e che ha costituito da sempre la maggiore fonte di […]

Real Time Ads in arrivo da Google Street View?

Real Time Ads in arrivo da Google Street View?

Da sempre oggetto di controversie da parte di tantissimi personaggi (talvolta anche noti) in tutto il mondo, dovuti ovviamente alla spinosa questione della Privacy (proprio ieri discussa da Mark Zuckerberg), […]

Google spinge le sue Apps facendo leva sulle persone

Google spinge le sue Apps facendo leva sulle persone

Che Google stia cercando in ogni modo negli ultimi tempi di aumentare la penetrazione della propria suite Apps all’interno delle aziende non è affatto un mistero. Dopo aver rimosso il […]

Google AdSense modifica i termini e le condizioni del contratto con i clienti

Google AdSense modifica i termini e le condizioni del contratto con i clienti

Dopo più di due anni dall’ultimo aggiornamento, risalente al Novembre 2005, Google Adsense ha modificato alcuni termini e alcune condizioni del contratto con i propri clienti. La decisione è stata […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1Luca

    A me è capitato, dopo aver installato ad bloc, che google mi chiedesse di aggiungere il suo sito alla lista dei siti accettati dall’applicazione in modo da dare un aiuto come ricompensa per tutti i servizi che offre. A mio avviso sembra giusto. Nessuno ti da niente per niente. E tutti conoscono la qualità dei servizi offerti da google.

    6 Lug 2013, 4:12 pm Rispondi|Quota
    • #2click

      Saranno contenti gli autori di questo blog il loro scopo è solo questo, visite e click nei banner pubblicitari. Ahahah

      6 Lug 2013, 5:04 pm Rispondi|Quota
    • #3Daniele

      Quoto… Inoltre se uno vuole eliminare un oggetto dalla “lista bianca” è sufficiente andare nelle impostazioni… Percui non ci trovo nulla di losco nel comportamento di adblock

      6 Lug 2013, 6:11 pm Rispondi|Quota
  • #4pelly

    Pienamente d’accordo, è come impedire a un barista di ricevere soldi dal cliente. Il barista muore di fame. Il problema è che estensioni simili nascono per colpa di quei siti schifosi zeppi di pubblicità fastidiose, poco oneste, invasive e ingannevoli (tipo iLivid), totalmente diverse da quelle di adsense/adwords.

    6 Lug 2013, 6:42 pm Rispondi|Quota
  • #5ErrorNameNotFound

    basta togliere “Allow non-intrusive advertising” dalle opzioni

    6 Lug 2013, 8:35 pm Rispondi|Quota
  • #6usafed

    Scrivere che AdBlock Plus, che per es. su 450 milioni di utenti di Firefox è istallato solo da 15 millioni, mette a repentaglio i guadagni di Google, che ha un utile netto di 10 miliardi ogni anno, è una bella forzatura, visto che si basa su un rumor, nonchè una stupidaggine 🙂

    6 Lug 2013, 10:47 pm Rispondi|Quota
  • #7che bello

    Vorrà dire che creerò un mio plugin per bloccare quelli di google,così dovrà pagare pure me

    7 Lug 2013, 12:01 am Rispondi|Quota
  • #8Luigi Valente

    D’accordo anch’io.
    AdBlock plus deve la sua ragione d’esistere a quelle pubblicità invasive che operano tramite pop up soprattutto. Pubblicità al lato della pagina non hanno mai infastidito nessuno e gli utenti più anziani ci sono abituati tanto da non vederle neanche più.
    Purtroppo però è pieno di pubblicità ingannevoli che rallentano la navigazione ed è normale l’utente si tuteli installando apposite estensioni.
    Più che stare addosso a noi e ai ragazzi di AdBlock, google dovrebbe lanciare una campagna contro le pubblicità invasive.

    7 Lug 2013, 2:10 am Rispondi|Quota
  • #9TheQ.

    umm è noto che su chrome i banner bloccati da adblock non vengono realmente bloccati, ma semplicemente non caricati sulla pagina. Ciò significa che comunque navigando si scaricano anche quelli aumendando le visioni (riducendo i click). Al contrario su firefox con adblock viene bloccato anche il download e la navigazione diviene + leggera e veloce.

    7 Lug 2013, 8:06 am Rispondi|Quota