Geekissimo

Facebook: il pulsante Condividi diventa “Pubblicalo tu”, “Diffondi”, “Ripubblica”

 
Desiree Catani
8 gennaio 2014
2 commenti

facebook-pubblicalo-tu

E se la parola “Condividi” non fosse così intuitiva? Questo è quello che, probabilmente, Facebook ha pensato questa mattina. Se date un occhio alla vostra home del social network vi accorgerete che la classica opzione per condividere un articolo pubblicato da pagine o da amici è del tutto sparita.

La piattaforma ha deciso di bloccare questa funzione? Assolutamente no, ha solo cambiato il nome dell’ormai famoso pulsante “Condividi”. Quest’ultimo prende il nome di “Pubblicalo tu” che, secondo il social network, potrebbe avere un impatto maggiore sugli utilizzatori che per anni hanno utilizzato con costanza il classico condividi.

Noi, attualmente, vediamo questa strana voce che ci consente di condividere qualsiasi contenuto sulla nostra personale bacheca, ma in realtà nelle ultime ore il social network ha lanciato un elenco di sinonimi che hanno sostituito il noto bottone.

Condividi è divenuto anche “Fai circolare”, “Diffondi” e persino “Ripubblica”, la voce di questo tasto varia da utente ad utente. Noi attualmente visualizziamo “Pubblicalo tu”, ma abbiamo conferme da altri iscritti che affermano di leggere le diverse voci.

Senza dubbio, dunque, Facebook sta testando tutti questi nuovi bottoni per scoprire se realmente vale la pena dire addio all’ormai famoso bottone “Condividi”.

Per curiosità, abbiamo dato un occhio alla pagina di Facebook che ci permette di creare il tasto “share” per il nostro personale sito web e al momento il pulsante è sempre lo stesso, quindi integra la scritta “condividi”. Se il social network dovesse prendere una definitiva decisione, sicuramente anche il noto pulsante presenti sui siti web dirà addio alla nota voce “condividi”.

Che cosa ne pensate? C’è qualche opzione migliori di del celeberrimo condividi?

Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Facebook testa la funzione per programmare la cancellazione dei post

Facebook testa la funzione per programmare la cancellazione dei post

Sono ormai molto lontani i tempi in cui gli utenti dovevano necessariamente statre incollati sulla propria fanpage per programmare i post pubblicati su Facebook. Oggi, come sicuramente saprete, esistono non […]

Facebook, ecco le nuove emoticon in arrivo: gli status diventano più completi

Facebook, ecco le nuove emoticon in arrivo: gli status diventano più completi

La notizia non ci stupisce di certo. Avevamo già parlato delle future emoticon di Facebook. Il social network in blu ha ben pensato di fare le cose in grande ed […]

Diaspora, siamo sicuri sia l’alternativa a Facebook?

Diaspora, siamo sicuri sia l’alternativa a Facebook?

E’ da fine Agosto che molti news magazine sul web, parlano di Diaspora. Sono tante le voci che sono girate su questo social network, molti lo hanno annunciato come il […]

Fuggito in Messico, le autorità lo ritrovano grazie a Facebook

Fuggito in Messico, le autorità lo ritrovano grazie a Facebook

Ebbene sì, sembra proprio che i Social Network stiano ricoprendo un ruolo sempre più importante nella ricerca e nella cattura dei criminali, i quali molte volte ne fanno un uso […]

Dialoghi: Caro Facebook, cosa ti è successo?

Dialoghi: Caro Facebook, cosa ti è successo?

Chi vi scrive avrebbe preferito sicuramente parlare di un nuovo, utile ed innovativo servizio web così come fa tutti i giorni, ma, a quanto pare, c’è altro da raccontare oggi. […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1Stefano

    Certo che ne hanno tempo da perdere questi di Facebook.
    Una diatriba assurda, pubblicalo tu, ripubblica, diffondi, ma chi cazzo se ne fotte, fate come cazzo vi pare, tanto…possiamo scegliere?.
    W Google+, più bello anzi tutto, più figo e più professionale.
    Questi di Google si che risolvono problemi.

    8 Gen 2014, 1:20 pm Rispondi|Quota
  • #2Claudio

    A me compare Divulga, forse un po’ desueto come termine, l’opposto di ripubblica, chissà che non stiano cercando di parlare ad ognuno in modo leggermente personalizzato con qualche algoritmo basato su ciò che scriviamo

    8 Gen 2014, 7:45 pm Rispondi|Quota