Geekissimo

Google Chrome, supporto agli Eventi Puntatore di Microsoft

 
Martina Oliva
27 marzo 2015
0 commenti

Ben presto la navigazione online tramite il browser web Google Chrome diventerà ancora più comoda e piacevole. Nel corso delle ultime ore il team di Google ha infatti annunciato l’introduzione del supporto agli Eventi Puntatore (Pointer Events in inglese) lanciati da Microsoft per Internet Explorer e già integrati in Firefox e Opera.

Foto che mostra varie immagini del logo di Google Chrome

Sino a questo momento Google ha scelto di utilizzare esclusivamente Touch Events, specifica del W3C ed impiegata anche da Apple in Safari. A spingere Google al cambiamento sono stati i numerosi feedback raccolti dalla community di utenti e sviluppatori.

Cosa siano di preciso gli Eventi Puntatore lo spiega in modo abbastanza chiaro Microsoft stessa sul sito ufficiale di Internet Explorer.

A partire da Windows 8, Internet Explorer supporta la specifica W3C Pointer Events per la gestione dell’input utente. Gli eventi del puntatore sono modellati a partire dai tradizionali eventi del mouse, ma astraggono il concetto di puntatore a tutte le modalità di input utente, che includono mouse, tocco e penna. Puoi usare gli eventi puntatore per creare un’esperienza utente trasparente tra tutti i metodi di input, scrivendo un singolo set di eventi applicabile a tutte le funzionalità hardware.

Concretamente l’introduzione del supporto agli Eventi Puntatore in Google Chrome andrà a tradursi in una modalità di interazione più fluida con le pagine dei siti web visitati, in primis per quanto concerne lo scrolling, sia su computer sia attraverso il touchscreen di smartphone e tablet.

Da notare che l’introduzione degli Eventi Puntatore in Google Chrome richiederà diverso tempo ma il fatto che Google abbia dichiarato di aver ricevuto un importante sostegno da parte di Microsoft rappresenta già un notevole passo in avanti.

Via | The Verge

Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Google Chrome e il bug dei 16 caratteri

Google Chrome e il bug dei 16 caratteri

Nei giorni scorsi il blogger Andris Atteka ha scoperto l’esistenza di un link costituito da 26 caratteri in grado di mandare in crash il browser Web Google Chrome. La scoperta ha […]

Google Chrome, arriva la navigazione in incognito automatica?

Google Chrome, arriva la navigazione in incognito automatica?

Quella della navigazione in incognito è una feature integrata in tutti i principali browser attualmente sulla piazza. Tale funzione consente di aprire qualsiasi pagina web senza che l’indirizzo venga memorizzato all’interno […]

Google Chrome, a 64-bit anche su Mac

Google Chrome, a 64-bit anche su Mac

Dopo una lunga ma fortunatamente non interminabile attesa Google Chrome è stato finalmente aggiornato ai 64-bit anche per Mac. La versione 39 di Chrome, specificatamente la relase 39.0.2171.65, supporta infatti i […]

Google Chrome, una feature per generare automaticamente le password

Google Chrome, una feature per generare automaticamente le password

Al fine di rendere Google Chrome un prodotto sempre più performante oltre che accattivante il team del colosso delle ricerche in rete si impegna in maniera costante nel cercare di trovare ed […]

Il Mac va in crash? La colpa potrebbe essere di Google Chrome!

Il Mac va in crash? La colpa potrebbe essere di Google Chrome!

Soltanto da pochissimo Google ha reso disponibile un’apposita versione di Google Chrome per device iOS risucendo a riscuotere, in maniera quasi fulminea, gran successo tra la vasta utenza. Purtroppo, però, […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento