Geekissimo

IsItYou, i selfie sostituiscono le password

 
Martina Oliva
27 Luglio 2015
0 commenti

Le password rappresentano un elemento imprescindibile per garantirsi e per garantire la riservatezza dei dati considerati sensibili. Tuttavia sono in tanti coloro che non amano dover ricorrere all’impiego delle password, specie su smartphone e tablet.

Immagine che mostra il funzionamento di un sistema di riconoscimento facciale

Ben cosciente della situazione Benjamin Levy ha provveduto a lanciare un nuovo sistema tanto semplice quanto efficace. Si chiama IsItYou e permette l’autenticazione degli utenti senza necessità di password. Il servizio si basa sul riconoscimento facciale per proteggere smartphone e servizi dedicati ai mobile.

I precedenti sistemi basati sul riconoscimento facciale non erano ancora riusciti a superare uno scoglio inevitabile: il tempo modifica i volti delle persone. A differenza della concorrenza IsItYou va però ad aggiornarsi automaticamente ogni volta che viene utilizzato. Quel che ne salta fuori è dunque un sistema utile e funzionale a prescindere dai cambiamenti a cui è inevitabilmente soggetto il volto degli utenti.

Benjamin Levy spiega che gli algoritmi utilizzati posseggono inoltre una marcia in più rispetto agli altri sistemi di identificazione poiché sono in grado di lavorare anche in condizioni di luce estrema, come ad esempio una stanza buia. IsItYou quindi non solo analizza il volto ma anche l’effetto della luce su di esso.

Per realizzare questo sistema ed ottenere gli investimenti necessari ci sono voluti quasi tre anni ed un team di ingegneri, progettisti, matematici, esperti di user-experience e di visione artificiale.

IsItYou è uno dei tanti frutti dell’innovazione israeliana. Per chi non ne fosse a conoscenza ricordiamo che attualmente Israele è considerata a pieno titolo come la start-up-nation per il gran numero di aziende innovative presenti sul territorio.
Tutte le più recenti innovazioni e nuove tecnologie frutto del clima favorevole all’innovazione che si respira ne Paese sono attualmente in mostra a Expo Milano 2015 dove la start-up nation è presente con il padiglione di Israele.

[Photo Credits | zimmytws / Shutterstock.com]

Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Mul-T-Lock, in arrivo serrature intelligenti gestibili da mobile

Mul-T-Lock, in arrivo serrature intelligenti gestibili da mobile

La casa del futuro, è ormai assodato, è totalmente smart. Le innovazioni degli ultimi tempi ne sono stata la più evidente dimostrazione e la sfida lanciata da Mul-T-Lock non è […]

Samsung e Intel, un acceleratore dedicato alle startup israeliane

Samsung e Intel, un acceleratore dedicato alle startup israeliane

Samsung e Intel sembrano avere le idee abbastanza chiare sul da farsi a Tel Aviv e dintorni e la notizia, diffusa in rete nei giorni scorsi, secondo cui i due […]

Microsoft ha acquisito la startup israeliana Adallom

Microsoft ha acquisito la startup israeliana Adallom

Adallom è una startup israeliana salita agli onori della cronaca a dicembre del 2013 per aver dimostrato di essere in grado di entrare nel sistema di sicurezza di Office365 di […]

Oculus VR acquisisce l’israeliana Pebbles Interfaces

Oculus VR acquisisce l’israeliana Pebbles Interfaces

Quando di parla di tecnologia del futuro e di intrattenimento il collegamento con la realtà virtuale risulta pressoché immediato. A tal proposito Oculus VR, società nota ai più per il […]

RideOn, gli occhiali per la realtà aumentata dedicati agli sciatori

RideOn, gli occhiali per la realtà aumentata dedicati agli sciatori

Dopo i Google Glass, gli speciali occhiali lanciati dal colosso di Mountain View, la startup RideOn ha realizzato un interessante maschera dotata di realtà aumentata e pensata per gli sciatori. Gli occhiali […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento