Geekissimo

Google, importanti miglioramenti per la ricerca vocale

 
Martina Oliva
26 Settembre 2015
0 commenti

Chi nel corso degli ultimi giorni ha provato ad utilizzare la funzione di ricerca vocale di Google probabilmente ha avuto l’impressione che qualcosa è cambiato, in meglio.

Foto che mostra una donna che usa Google da mobile

Fortunatamente non si tratta soltanto di un falso positivo bensì di una vera e propria modifica apportata dal team del colosso delle ricerche in rete al suo sistema di ricerche. A render nota la cosa è stata Google stessa mediante la pubblicazione di un lungo ed approfondito post sulle pagine del suo blog ufficiale.

Il notevole miglioramento della ricerca vocale di Google è tutto merito di un nuovo motore in grado di riconoscere le parole con maggiore accuratezza rispetto al basato poiché basato su una rete neurale e su avanzati modelli acustici, attraverso l’uso di ciò che viene definitivo CTC.

Alcuni membri del team di big G hanno spiegato che questi modelli rappresentano una speciale estensione delle reti neurali ricorrenti e manifestano tutta la loro efficacia soprattutto negli ambienti con un elevato rumore di fondo. Detta in altri termini adesso Google è in grado di riconoscere in modo più rapido e preciso quanto pronunciato dall’utente, anche nelle situazioni più caotiche. Inoltre, è stato reso più breve l’intervallo che trascorre tra l’input vocale e la sua interpretazione.

Il cambiamento risulta già operativo su tutti i dispositivi Android e iOS. Per mettere alla prova il sistema di ricerca vocale di Google migliorato basta premere il pulsante a forma di microfono dell’assistente Google Now oppure pronunciare “Ok Google” e poi parlare in modo del tutto naturale.

Da notare che lo scorso anno Andrew Ng, responsabile del progetto Google Brain, ha previsto che entro la fine del decennio il 50% delle ricerche online verrà effettuato mediante voce o immagini. Se si considera la crescente popolarità e affidabilità delle tecnologie per il riconoscimento vocale la predizione potrebbe rivelarsi più che azzeccata.

[Photo Credits | Denys Prykhodov / Shutterstock.com]

Via | Android Authority

Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Google, più ricerche fatte da smartphone che da computer

Google, più ricerche fatte da smartphone che da computer

Il mobile rappresenta ormai il presente e il futuro dell’era digitale. Evidente dimostrazione di ciò e prova inconfutabile del fatto che i tempi sono ormai cambiati è quanto annunciato nel […]

Google, ora la cronologia delle ricerche può essere scaricata

Google, ora la cronologia delle ricerche può essere scaricata

Grazie ad un nuovo strumento reso disponibile da Google d’ora in avanti tute le ricerche effettuate online, comprese quelle fatte in passato, possono essere racchiuse in un archivio e scaricate direttamente sul […]

Google, più info sui siti web e opzioni di ricerca dinamiche

Google, più info sui siti web e opzioni di ricerca dinamiche

Google è costantemente al lavoro per cercare di migliorare ogni giorno di più il suo motore di ricerca mettendo a disposizione degli utenti nuove, utili ed interessanti feature. Un’evidente dimostrazione […]

Google: ora anche Drive, Calendar, Gmail etc sono inclusi nei risultati di ricerca

Google: ora anche Drive, Calendar, Gmail etc sono inclusi nei risultati di ricerca

Anno dopo anno Google Search sta andando sempre più a configurarsi come uno strumento di ricerca globale grazie al quale gli utenti che sono soliti servirsi dei servizi offerti dal […]

Umibozu, ovvero ricercare contemporaneamente su Bing, Google e Yahoo

Umibozu, ovvero ricercare contemporaneamente su Bing, Google e Yahoo

Le ricerche su web ovviamente sono dominate da Big G, che con la sua consistente fettona di mercato detta legge. Ci sono però altri motori di ricerca sulla rete, come […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento