Geekissimo

Microsoft mette fine a Project Astoria

 
Martina Oliva
26 febbraio 2016
0 commenti

Microsoft ha deciso di mettere definitivamente ed ufficialmente un punto a Project Astoria, lo strumento pensato dall’azienda di Redmond per permettere di portare le app Android all’interno di Windows 10. Di conseguenza, con la scelta fatta da Microsoft le applicazioni Android non faranno mai la loro comparsa sull’ultimissimo sistema operativo della redmondiana.

Foto del logo di Windows 10

Ufficialmente la motivazione della chiusura di Project Astoria sarebbe da ricercare nella volontà di Microsoft di concentrarsi solo su Project Islandwood, mirante ad aiutare gli utenti a trasformare in app per Windows 10 le loro app per iOS, per renderla l’unica strada per portare le app sul nuovo OS Windows per evitare che gli sviluppatori possano subire disagi. Secondi i molti feedback inviati dagli utenti, infatti, avere due piattaforme ponte per portare le app all’interno di Windows 10 sarebbe stato ritenuto non necessario oltre che fonte di possibile confusione.

Vista la situazione Microsoft invita dunque a focalizzare l’attenzione su Project Islandwood oppure sulla piattaforma di Xamarin, una startup la cui acquisizione è stata annunciata da pochissimo. Samario fornisce infatti una piattaforma che consente di realizzare app per iOS, Android e Windows utilizzando il linguaggio C#.

Da notare che comunicazione ufficiale di Microsoft a parte era già da diverso tempo che circolavano voci riguardo la volontà dell’azienda di interrompere tale progetto. L’evoluzione di Project Astoria è stata infatti sin da subito molto problematica. Per poter garantire il funzionamento delle app Android, la casa di Redmond aveva dovuto implementare un sottosistema Android all’interno di Windows 10. Inoltre, alcune voci speculavano sul fatto che Project Astoria fosse stato messo da parte da Microsoft per concentrarsi sulle altre soluzioni ponte ed in particolare sul sopracitato Project Islandwood.

[Photo Credits | Anton Watman / Shutterstock.com]

Via | VentureBeat

Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Windows 10, le app Android forse non arriveranno mai

Windows 10, le app Android forse non arriveranno mai

Al fine di favorire l’arrivo di nuove applicazioni all’interno del Windows Store di Windows 10 il team di Microsoft aveva presentato una serie di strumenti atti ad agevolare il lavoro […]

Android VS iOS, Google Play ha più applicazioni di App Store

Android VS iOS, Google Play ha più applicazioni di App Store

In seguito alla crescita dell’ecosistema Android un numero sempre maggiore di sviluppatori ha scelto di concentrarsi sulla piattaforma Google Play. Il verificarsi di una situazione di questo tipo ha comportato […]

Microsoft offre 100.000 dollari e oltre per ogni app Windows Phone

Microsoft offre 100.000 dollari e oltre per ogni app Windows Phone

Il Windows Phone Store, il marketplace del sistema operativo mobile di casa Microsoft, prossimamente toccherà quota 150 mila app. Per raggiungere il più presto possibile questo ed anche altri importanti […]

Le vendite dei tablet Android supereranno quelle dell’iPad entro fine anno

Le vendite dei tablet Android supereranno quelle dell’iPad entro fine anno

Durante l’anno attualmente in corso i tablet basati su Android riusciranno a raggiungere uno straordinario successo, in fatto di vendite, andando addirittura a superare quello oramai ben consacrato dell’iPad di […]

Nuove norme per la privacy sulle app: i big del settore mobile si accordano

Nuove norme per la privacy sulle app: i big del settore mobile si accordano

Tenendo conto del continuo insorgere di polemiche, specie nel corso delle ultime settimane, tra produttori e sviluppatori di applicazioni per device mobile relativamente alla trasmissione ai responsabili dei dati sensibili […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento