Geekissimo

policy

policy

AVG, ricerche degli utenti e cronologia potranno essere vendute

Pubblicato il 19/09/2015 di: Martina Oliva 0 commenti
AVG, ricerche degli utenti e cronologia potranno essere vendute

Nel corso delle ultime ore AVG ha provveduto a pubblicare una nuova policy per la privacy che entrerà in vigore a partire dal prossimo 15 ottobre. Attenendosi a quanto riportato nel nuovo documento la software house ha deciso di essere […]Continua a leggere

Twitter traccerà le app installate dagli utenti sullo smartphone

Pubblicato il 28/11/2014 di: Martina Oliva 0 commenti
Twitter traccerà le app installate dagli utenti sullo smartphone

Nel corso delle ultime ore Twitter ha annunciato che ben presto inizierà a raccogliere le informazioni sulle applicazioni che gli utenti hanno scaricato sul loro smartphone a meno che ciò non venga negato in maniera esplicita dal proprietario dell’account sul […]Continua a leggere

Google+, adesso è possibile utilizzare gli pseudonimi

Pubblicato il 19/07/2014 di: Martina Oliva 1 commento
Google+, adesso è possibile utilizzare gli pseudonimi

Sin dalla sua nascita Google+, il social network del colosso delle ricerche in rete, si è distino dai competitors per alcune scelte operate da Google tra cui anche l’obbligo imposto agli utenti di utilizzare il nome reale al momento della registrazione. […]Continua a leggere

Chrome Web Store, no alle toolbar e alle estensioni multifunzione

Pubblicato il 21/12/2013 di: Martina Oliva 0 commenti
Chrome Web Store, no alle toolbar e alle estensioni multifunzione

Mediante un apposito post firmato dall’engineering director Erik Kay pubblicato sul blog ufficiale The Chromium Blog Google ha annunciato un importante aggiornamento alla policy che va a regolare la pubblicazione dei componenti aggiunti sul Chrome Web Store. Tra le varie novità […]Continua a leggere

Google, 7 giorni per correggere i bug

Pubblicato il 01/06/2013 di: Martina Oliva 0 commenti
Google, 7 giorni per correggere i bug

D’ora in avanti a seguito della scoperta di gravi vulnerabilità su software e servizi altrui Google attenderà soltanto 7 giorni prima di comunicare pubblicamente il tutto. I vendor avranno quindi a disposizione una settimana, a partire dalla notifica dell’avvenuta vulnerabilità, […]Continua a leggere

Google, nel mirino dei Garanti per la privacy UE

Pubblicato il 03/04/2013 di: Martina Oliva 0 commenti
Google, nel mirino dei Garanti per la privacy UE

Sono ormai mesi e mesi che Google continua ad attirare l’attenzione dell’UE relativamente alla questione dati personali e privacy ma questa volta la situazione sembra esser divenuta ancor più seria che in passato. Ricordiamo che la questione ha avuto origine lo […]Continua a leggere

Google e la privacy, le authority europee preparano un’azione repressiva

Pubblicato il 19/02/2013 di: Martina Oliva 1 commento
Google e la privacy, le authority europee preparano un’azione repressiva

L’accoppiata Google – privacy è stata più volte portata all’attenzione delle istituzioni e dei garanti in modo tale da poter individuare, nelle dinamiche attuate dal motore di ricerca di Mountain View relativamente al trattamento dei dati personali, eventuali pericoli per […]Continua a leggere

UE, Google ha 4 mesi per modificare la sua privacy policy

Pubblicato il 18/10/2012 di: Martina Oliva 0 commenti
UE, Google ha 4 mesi per modificare la sua privacy policy

Un paio di giorni fa si era iniziato a discutere nuovamente circa quelle che potrebbero essere state le evoluzioni relativamente alla questione Google, privacy policy rinnovata e decisioni e considerazioni dell’UE. Stando a quanto emerso nel corso delle ultime ore […]Continua a leggere

UE, Google dovrà cambiare privacy policy

Pubblicato il 16/10/2012 di: Martina Oliva 1 commento
UE, Google dovrà cambiare privacy policy

Quando lo scorso marzo Google applicò delle sostanziali modifiche alla sua privacy policy facendo in modo che per gli utenti fosse sufficiente dare un unico consenso per poter trattare i dati provenienti da tutti i suoi servizi in molti espressero le […]Continua a leggere

Microsoft vieta Mac e iPad ai suoi dipendenti

Pubblicato il 23/03/2012 di: Martina Oliva 4 commenti
Microsoft vieta Mac e iPad ai suoi dipendenti

Di certo non ha molto senso occuparsi della produzione di un dato prodotto se poi nella pratica abituale si è soliti ricorrere all’impiego di quanto realizzato dalla concorrenza e, sicuramente, è proprio questo il ragionamento che, nel corso degli ultimi […]Continua a leggere