Geekissimo

Write or Die, quando scrivere diventa un dovere

 
Ivan Trapasso
7 Novembre 2008
7 commenti

Ciascuno di noi conosce la propria mente e sa che, oltre agli obblighi lavorativi, è necessario lasciarle dello spazio per lo svago e per il divertimento. Di tanto in tanto, dunque, non è un male navigare in libertà su Internet o concedersi una partita a Solitario. L’importante, però, è riconoscere un limite, sapere quando è giusto ritornare al lavoro vero e proprio. A questo proposito, uno strumento molto interessante per predeterminare un tempo limite o un certo numero di parole da utilizzare è Write or Die, un’applicazione online molto comoda che fornisce diverse opzioni per impostare dei promemoria (più o meno “violenti” nell’impatto, in funzione della casistica) che appariranno sul proprio schermo. E’ meglio autoregolamentarsi, piuttosto che farsi richiamare da un superiore, vero?


Collegandosi presso il sito di Write or Die è possibile configurare il promemoria in base alle proprie esigenze: metodo “gentile”, metodo normale e metodo “kamikaze”. Addirittura c’è un’opzione “scossa elettrica”! Il promemoria gentile ricorda, con calma e dolcezza, il lavoro da compiere grazie all’apparizione di una finestra popup. Il metodo normale implica l’apparizione di una schermata rossa e la riproduzione di un suono. Il metodo kamikaze, poi, è il più tragico: quando non si scrive per un certo tempo, il contenuto della finestra di digitazione viene cancellato ed occorre riscrivere quanto perduto.

Uno strumento che costituisce un ottimo incentivo alla produttività, ma anche un eccellente strumento per bloggers e studenti: scrivere un post di x parole in y minuti è l’obiettivo che il buon blogger deve porsi, senza perdersi in fronzoli. Per gli studenti, poi, questa funzione è davvero utilissima: scrivere saggi brevi, relazioni, riassunti ed altri elaborati, definito il numero di parole da utilizzare ma soprattutto il tempo disponibile, è uno dei migliori esercizi di scrittura per esami e compiti in classe.

Se la gentilezza dei popups e le schermate colorate non spaventano, si passi alle maniere forti: adottare la modalità kamikaze permetterà di scrivere per forza con costanza ed in continuazione, onde evitare la cancellazione di quanto scritto in precedenza. Un servizio a mio avviso utilissimo, specialmente per quelli come me che mentre studiano o scrivono amano perdersi nei meandri della Rete.

Auguro a tutti i lettori una buona navigazione 😀 A presto!

Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Storybook, la manna dal cielo per i novellisti distratti

Storybook, la manna dal cielo per i novellisti distratti

Spesso, leggendo libri o qualsiasi altro scritto di fantasia, sopraggiunge un dubbio (o meglio, in quel momento, una certezza): “saprei far di meglio”. Non è peccato di superbia, via, affermare […]

Gestire meglio le sessioni di lavoro con Procrastination Killer

Gestire meglio le sessioni di lavoro con Procrastination Killer

Uno dei miei difettacci, che non riesco a correggere, è la gestione del tempo. Tra un paragrafo e l’altro, tra un occupazione e un’altra, tra una lettura e un calcolo… […]

Printable Checklist, organizzare liste di attività con molta semplicità

Printable Checklist, organizzare liste di attività con molta semplicità

Nell’era dell’informatica, dei dispositivi ultraportatili, del web a portata di mano sempre ed ovunque, è quasi paradossale pensare che vi sia ancora gente che utilizzi supporti cartacei e agende per […]

Come ascoltare Pandora, il miglior servizio radio on-line al mondo, utilizzando Tor

Come ascoltare Pandora, il miglior servizio radio on-line al mondo, utilizzando Tor

Pandora è un servizio web di radio on-line nato qualche tempo fa negli stati uniti, che ha conosciuto in pochissimo tempo uno sviluppo fuori dal comune. Come last.fm, il sito […]

Trucco per vedere ed analizzare le statistiche dei feed dei blogger più famosi

Trucco per vedere ed analizzare le statistiche dei feed dei blogger più famosi

Le statistiche relative agli iscritti ai Feed Rss di un blog sono dati importanti per comprendere quanto questo sia seguito e apprezzato dalla platea di internet, analizzare bene interessi e […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1Matteo

    Ottimo sito. Il fatto di cancellare però il contenuto forse potevano risparmiarselo. =D

    7 Nov 2008, 3:16 pm Rispondi|Quota
  • #2Ivan Trapasso

    @ Matteo:
    Ciao Matteo! Beh, dove sarebbe il fastidio senza la cancellazione? 😀
    Buona navigazione, a presto!

    7 Nov 2008, 3:35 pm Rispondi|Quota
  • #3fabrizio

    magari l’importante non è “quanto” si scrive, ma “come” si scrive.
    o no?

    7 Nov 2008, 4:38 pm Rispondi|Quota
  • #4Ferdinando Toscano

    Ahahahah,

    bello questo servizio… Sicuramente molto utile per me, visto e considerando che quando scrivo gli articoli a volte tutto faccio tranne che quello, con il conseguente fatto di dover ricominciare a battere le dita sulla tastiera, ma con più attenzione e concentrazione.

    7 Nov 2008, 5:04 pm Rispondi|Quota
  • #5Raf

    E’ solo una mia impressione o ultimamente l’invasione della pubblicità rende lento e difficile da consultare geekissimo?

    7 Nov 2008, 7:04 pm Rispondi|Quota
  • Ma LoL!

    7 Nov 2008, 7:43 pm Rispondi|Quota
  • #7yuri

    appena comincio un post mi collego, anche tu Ivan?..scrivi poco, così ti tieni allenato 😀
    sorry i joke

    7 Nov 2008, 8:51 pm Rispondi|Quota