Geekissimo

L’Italia solo ora si accorge di un mezzo chiamato Internet?

 
@mister6339 (Michele Laganà)
27 Giugno 2009
13 commenti

Magic Italy

La morte di Michael Jackson (ieri notte), la guerra in Iran, le Elezioni di Obama e il video messaggio di Franceschini su Youtube. La Gelmini annuncia le date degli esami di Maturità OnLine. Insomma, un’Italia che si sta svegliando dal torpore che avvolgeva la nostra amata penisola riguardo il mondo del WEB. Per i giornali e telegiornali ormai la rete è diventata una fonte d’informazione principale, è dato ampio risalto alle notizie che arrivano dai social network come Twitter o Facebook, ma soprattutto il primo vede un grande successo per quanto riguarda l’informazione.

Twitter è stato il centro fondamentale dove si sono girare le notizie del terremoto in Abruzzo, molti abruzzesi si sono messi a fare notizia dal basso, segnalando pochi istanti dopo il terremoto, la scossa che hanno sentito direttamente su Twitter. La scorsa Domenica sera – ultima scossa nella linea cronologica – Twitter è stato il primo sito a comunicare la notizia della scossa, insieme a Facebook, in seguito sono arrivate le varie informazioni delle varie aziende giornalistiche italiane. Ieri la morte di Michael Jackson è stata data online dal sito TMZ, e per magia, dopo neanche cinque minuti, esplode il caso su Facebook e Twitter.

Riguardo alla morte del Re del POP, devo permettermi di aggiungere una piccola nota. Il portale d’informazione Ansa.it, una delle migliori se non principali agenzie di stampa italiana, ha pubblicato la notizia dopo molte ore, al contrario di siti come ADNKronos, o AGI. Tralasciando questo particolare, Twitter e Facebook già comunicavano la notizia con particolari e alcuni dettagli. Beh, molte televisioni hanno preso notizia proprio da Facebook. RaiNews 24, nella notte, ha mostrato parecchie volte le schermate di questi due social network.


Beh non è finita qui. Come ben sapete ieri c’è stata la seconda prova per l’esame di maturità di molti studenti e come ogni anno, anche nel 2009, hanno sperato nell’arrivo di qualche anticipazione via WEB, così non è stato. Il giorno dopo, siamo arrivati a trovare sui vari siti dedicati al mondo della scuola, la scannerizzazione completa dei fogli del ministero con i vari quesiti, insomma un passo avanti.

Non è finita qui. Le pubbliche istruzioni si sono accorte del web, anche grazie al turismo. E’ sì, ricordate sicuramente lo scandalo per il portale del turismo, Italia.it. Beh, è di questi ultimi giorni la notizia che il portale sarà riaperto e quello che vedete a inizio articolo non è altro che il logo del nostro amato paese. Ribrezzo, è quello che hanno provato molti vedendolo, infatti, un logo più brutto non poteva essere fatto.

Ma da dove è scaturito tutto questo interesse per la rete? Beh, se vogliamo, possiamo dire che grazie alla vittoria di Obama, in America, i nostri politicanti e le nostre testate d’informazione, si sono accorti che oltre a Google e a quei quattro siti che hanno nei preferiti, esiste un mondo fatto di Social Network e informazione libera. Sicuramente, quest’aspetto della rete non è che gli piaccia molto, infatti, si cerca con delle leggi orrende, di bloccare o quanto meno, imbavagliare chi questa informazione la fa tutti i giorni.

Insomma, adesso è solo da capire se saranno in grado di utilizzare al meglio la rete. Molti si lamentano dell’utilizzo che il nostro stato ne sta facendo. Secondo voi, il loro scopo finale quale sarà?

Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Tenere sotto controllo il Web con Popurls.com e Populair.eu

Tenere sotto controllo il Web con Popurls.com e Populair.eu

Il mondo del web, si sa, ha proporzioni gigantesche, ed è praticamente impossibile riuscire a tenere sotto controllo tutte le notizie e le tendenze che man mano vanno affermandosi. Probabilmente […]

Comunicati i dati Audiweb: panel del mese di Aprile e quelli censuari giornalieri di Maggio.

Comunicati i dati Audiweb: panel del mese di Aprile e quelli censuari giornalieri di Maggio.

Ieri sono stati comunicati i dati AudiWeb, realizzati in collaborazione con Nielsen Online, riguardo il panel AW View del mese di Aprile. Partendo dal presupposto che questi dati si basano […]

SocialList: i tuoi contenuti in tutto il web con un click

SocialList: i tuoi contenuti in tutto il web con un click

Volete aumentare il traffico del vostro sito web? SocialList.org è un sito di social bookmarking che può aiutare il vostro sito o blog ad ottenere più accessi possibili. Questo servizio […]

Yahoo! ora ci prova con AOL

Yahoo! ora ci prova con AOL

Yahoo! sta cercando di riattivare le trattative con Aol, l’anima Internet del colosso Time Warner, per evitare di finire nelle mani di Microsoft. La compagnia di Bill Gates aveva offerto, […]

FeedDemon, il feed reader desktop che supererà Google Reader?

FeedDemon, il feed reader desktop che supererà Google Reader?

Grazie alla sua indiscutibile utilità ed immediatezza, Google Reader è diventato in pochissimo tempo il feed reader on-line più amato dai geek (e non solo) di tutto il mondo. Questo […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1creek

    Io ho scoperto della morte di Michael Jackson proprio su facebook…

    27 Giu 2009, 10:30 am Rispondi|Quota
  • #2Vince

    Vabbè state sempre in faccia a quel coso, non siete degli esseri superiori…

    Su ansa.it comunque dopo una mezz’oretta c’era già la notizia perchè sono andato proprio a vedere per avere una conferma, non scriviamo falsità solo per scrivere: “Quand’è bell il social-network”.

    27 Giu 2009, 10:42 am Rispondi|Quota
  • #3Michele Lagana' (Mister6339)

    @ Vince:
    Non è una falsità. Per essere un’agenzia di stampa a livello mondiale, dovrebbe almeno avere non dico l’istantaneità della notizia, ma non tardare 30/40 minuti per metterla online. Co sono stati servizi come ADNkronos e Agi che dopo pochissimi minuti erano online con la notizia. IlMessaggero.it è arrivato prima di Ansa.it e non è un’agenzia di stampa quella, ma una testata giornalistica! 🙂
    Non voglio assolutamente elogiare i Social-Network, me ne guardo bene, tanto non mi torna indietro nulla se scrivo che Facebook è il top per l’informazione! 😀

    27 Giu 2009, 10:46 am Rispondi|Quota
  • #4fireb86

    scandaloso italia.it… 58 MILIONI di euro delle nostre tasse per aprire e gestire un sito che ha chiuso clamorosamente… sisi proprio una MAGIC ITALY appunto!!
    però vi prego togliete dalla pagina quel logo… mi da la nausea sapere chi l’ha creato, ed è pure brutto sembra fatto negli anni 80 e dovrebbe lanciare l’industria italiana nel futuro…………….. MA VA LA!!!!!!!!

    27 Giu 2009, 10:46 am Rispondi|Quota
  • #5nuphunk

    Riguardo all’ultima parte del post, il PDeLcons si sta accorgendo delle pontenzialità della rete e finalmente sta pensando (come se non ne avesse abbastanza) di mettere le sue mani sulla rete…
    Aggiungo che Il colore dello sfondo del logo riflette perfettamente lo stato in cui si trova l’Italia, guarda a caso l’ha ideato il PDeLcons.

    27 Giu 2009, 11:13 am Rispondi|Quota
  • #6asdfgh

    “la scannerizzazione completa”
    si dice “scansione”

    Da wiki: La scansione, nell’ambito informatico, è il processo di digitalizzazione di un documento cartaceo,

    27 Giu 2009, 12:04 pm Rispondi|Quota
  • #7Tana del Bianconiglio Blog

    30/40 minuti non sono “molte ore” come scritto nell’articolo. É facile scrivere su facebook “E morto Micheal Jackson” mentre invece fonti come l’ANSA non scrivono solo che è morto, ma danno notizie più attendibili, per cui 30/40 minuti mi sembrano ottimi. Non spaliamo sempre merda gratuitamente, Facebook et similia non sono “la cosa più bella che esiste” a prescindere, proviamo a vedere quante notizie non vere vengono date sui social network, proprio perchè per loro natura non sono attendibili. Per il logo Magic Italy basta dire che ci ha lavorato personalmente Silvio Berlusconi, è atroce quel logo.. come del resto l’Italia.

    27 Giu 2009, 12:07 pm Rispondi|Quota
  • #8Andrea

    …per tutti gli scettici..sul mio twitter ho pubblicato la notizia della morte di Micheal Jackson alle 11.51, anche perchè conosco il capo di TMZ e mi ha confermato lui la notizia. Il televideo ha pubblicato la notizia del ricovero in ospedale cinque minuti dopo, quella della morte un ora dopo. La Cnn ha dato la notizia ufficiale della morte alle 00.38. Andate a controllare sui miei twit per avere una conferma. E se non ci fosse Twitter penso che saremmo ancora convinti che in Iran stiano festeggiando il nuovo governo.

    Non pensavo che ci fosse gente che si crede superiore solo perchè non è iscritta a social network o perchè non li usa regolarmente. C’è modo e modo di usarlo, e anche chi lo usa per cazzeggio avrà i suoi motivi. Imparate a rispettare la gente.
    Grazie

    27 Giu 2009, 12:37 pm Rispondi|Quota
  • #9Masmen

    famo ride

    27 Giu 2009, 1:54 pm Rispondi|Quota
  • #10@nonimo

    Tenete presente che io sapevo della sua morte dalla sera del 25 giugno perchè TMZ aveva pubblicato la notizia della sua morte alle 16.30.

    Quindi da noi la notizia è arrivata molto tardi!

    27 Giu 2009, 3:26 pm Rispondi|Quota
  • #11ChriX

    Mi aggiungo pure io alla lista di quelli che chiedono la rimozione di quel logo osceno dall’articolo..
    Sarebbe un logo fantastico SE pubblicizzasse salami o prosciutti… ma l’italia! Poveri noi.

    27 Giu 2009, 5:02 pm Rispondi|Quota
  • #12Vict90

    Da aggiungere anche la presenza di una traccia, nella prima prova della maturità, proprio inerente al mondo del web e dei social network.
    P.S.
    La traccia che ho scelto io 😛

    27 Giu 2009, 5:09 pm Rispondi|Quota
  • #13Lumaco

    The wolrd is change !!!

    Lo PDL e PDmenoL se ne stanno accorgendo. Stanno accorendo ai ripari, come dei pecoroni, ma sono vecchi, antistorici, arcaici, non possono capire sono destinati ad estinguersi.
    Noi Siamo fortunati, abbiamo il privilegio di vivere il periodo che verrà ricordato come la seconda rivoluzione intelettuale ed economica dopo quella industriale.
    THE WORD IS CHANGE, AND WE ARE THE WORLD* !!!

    * Piccolo omaggio al mitico Micheal Jackson. 🙂

    27 Giu 2009, 5:44 pm Rispondi|Quota
Trackbacks & Pingback
  1. L’Italia solo ora si accorge di un mezzo chiamato Internet? « GmG’s Weblog