Geekissimo

I peggiori disastri informatici del decennio

 
Andrea Guida (@naqern)
31 Dicembre 2009
16 commenti

Ormai ci siamo. Oggi si conclude il 2009, con esso il primo decennio del millennio, e chissà quanti di voi – parafrasando una canzone di moda una ventina d’anni fa – si staranno domandando chissà cosa resterà di questi anni ’00.

Questo, ahinoi, non possiamo saperlo con precisione. In compenso, però, possiamo darvi qualche idea (negativa) a riguardo, elencandovi alcuni fra i peggiori disastri informatici del decennio. Molti li avrete sicuramente vissuti sulla vostra pelle, altri saranno una (s)piacevole scoperta. Leggete con cautela e felicissimo 2010 a tutti.

Febbraio 2000: DDoS globale

L’inizio del nuovo millennio è stato contraddistinto da un bel disastro informatico: una serie di attacchi denial of service che hanno messo KO (o quasi) siti Internet del calibro di Yahoo, CNN, Amazon, eBay, Buy.com e ZDNet. Per capire l’entità dell’attacco, basta dire che il traffico di Buy.com è stato spinto oltre otto volte il suo limite naturale. Maggiori informazioni sull’evento qui.


Luglio 2001: worm Code Red

Nell’estate del 2001 molti server Web Microsoft IIS, a causa di una falla di sicurezza corretta con mesi di ritardo, sono stati infettati dal worm Code Red. Quest’ultimo faceva visualizzare il messaggio «HELLO! Welcome to http://www.worm.com! Hacked By Chinese!» sulle macchine infettate, si auto-inviava ad altre macchine e, dopo 20-27 giorni dalla data dell’installazione, lanciava degli attacchi DDoS ad indirizzi IP prefissati, tipo quello del sito della Casa Bianca. Il suo picco l’ha raggiunto il 19 luglio 2001, arrivando a infettare oltre 359.000 server Web. Maggiori informazioni sull’evento qui.

Gennaio 2003: worm SQL Slammer

Trattasi di un altro temibile worm (di appena 376 byte) girato agli inizi degli anni ’00 sui PC di tutto il mondo. Per colpa di una falla di sicurezza presente in Microsoft SQL Server (turata solo dopo sei mesi), quest’ultimo è riuscito ad insidiarsi nel 90% delle macchine vulnerabili in appena 10 minuti e a inviarsi automaticamente ad altri computer. Ha lanciato attacchi DDos che hanno creato più di qualche fastidio all’intera Rete per un bel po’. Maggiori informazioni sull’evento qui.

Dicembre 2004: l’ISP turco manda in tilt la Rete

Era la vigilia di Natale del 2004 quando TTNet, uno dei maggiori ISP della Turchia, commise un errore che rese inaccessibili molti siti Internet per diverse ore: configurò i suoi macchinari in modo da far credere al resto della Rete che questi fossero in grado di effettuare il routing del traffico Web di tutto il mondo. Ovviamente, non era così. Maggiori informazioni sull’evento qui.

Dicembre 2006: il terremoto dell’Internet asiatica

Il 26 dicembre del 2006 un terremoto di magnitudo 6.7 sulla scala Richter si verificò a largo di Taiwan. Fra i tanti danni causati da questo tremendo evento, ci fu anche la rottura di alcuni cavi sottomarini per le telecomunicazioni in Cina, Taiwan, Hong Kong, Malesia e Stati Uniti. Ciò, ovviamente, portò al cattivo funzionamento di Internet in quelle zone (e non solo). Maggiori dettagli sull’evento qui.

Luglio 2007: il blackout di San Francisco

Il 24 luglio del 2007, a causa del malfunzionamento di alcuni generatori, si verificò un blackout di 45 minuti nel data center 365 Main di San Francisco. Questo fece diventare irraggiungibili siti come Craigslist, Technorati, Yelp, AdBrite e SixApart (inclusi TypePad, LiveJournal e Vox), nonché causò dei malfunzionamenti sui server di Current TV e Second Life. Maggiori informazioni sull’evento qui.

Agosto 2007: Skype KO

Lo ricorderete in molti. Nell’estate del 2007, a causa del riavvio simultaneo di tantissimi PC dopo l’aggiornamento di Windows e la successiva riconnessione di massa al servizio, Skype, il più popolare client VoIP del mondo, andò KO per circa due giorni. Maggiori informazioni sull’evento qui.

Gennaio 2008: i cavi del Mediterraneo

Tra il 23 gennaio e il 4 febbraio del 2008 alcuni cavi sottomarini per le telecomunicazioni siti in Egitto sono stati tagliati. Questo ha causato molti malfunzionamenti in Internet, specie nel traffica da e verso Medio Oriente e India. Maggiori informazioni sull’evento qui.

E ce ne sarebbero molti altri, ma per festeggiare al meglio questo capodanno 2010 e iniziare l’anno nuovo col sorriso forse è meglio fermarsi qui. Voi, comunque, non esitate a dirci quali sono stati secondo voi i peggiori disastri informatici del decennio.

[Via | Royal Pingdom] [Photo Credits | kentkb su Flickr]
Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Nmap: i 288.945 siti Internet più famosi del mondo… in favicon

Nmap: i 288.945 siti Internet più famosi del mondo… in favicon

Volete scoprire quali sono i 288.945 siti Internet più famosi del mondo? Bene, ma fatelo con stile! Su Nmap potete trovare un simpaticissimo grafico grazie al quale “sfogliare” la lista […]

I 20 Paesi più presenti in Internet: noi ci siamo!

I 20 Paesi più presenti in Internet: noi ci siamo!

Dopo il planisfero di Facebook, ecco un’altra statistica che ci aiuta a comprendere meglio la morfologia di Internet, i suoi utenti e i suoi confini: la classifica dei 20 Paesi […]

ScoreGrid, statistiche maniacali sulle partite dei mondiali 2010

ScoreGrid, statistiche maniacali sulle partite dei mondiali 2010

Anche chi non ama il mondo del calcio saprà sicuramente che più di una settimana fa sono cominciati i mondiali. Magari se pure non si segue il calcio “ordinario” si […]

Aneki, il sito delle classifiche: dal più ricco al più virtuoso, questo ed altro ancora!

Aneki, il sito delle classifiche: dal più ricco al più virtuoso, questo ed altro ancora!

Chi è l’uomo più ricco del mondo? Qual è il Paese con il più alto PIL pro-capite? Quali sono le nazionali di calcio più quotate al momento? In quale Stato […]

Embeddare video di YouTube a migliore qualità

Embeddare video di YouTube a migliore qualità

Cari lettori, questa domenica, che dalle mie parti è davvero molto fredda, vado a proporvi un metodo non troppo impegnativo per embeddare video di YouTube in alta qualità, operando semplicemente […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1Daniel Mally

    Molto belli e shoccanti! Tanti auguri di buon anno a tutti!

    31 Dic 2009, 9:49 am Rispondi|Quota
  • #2Lucappezzolo

    primo decennio del PRIMO millennio? asd

    31 Dic 2009, 10:50 am Rispondi|Quota
  • #3Tooby

    Caro Naqern, aspetto l’approvazione (o, in caso contrario, una spiegazione) del commento che ho lasciato ieri in calce all’articolo sui flop tecnologici. Grazie.

    31 Dic 2009, 11:14 am Rispondi|Quota
  • #4Tooby

    Caro Naqern, aspetto l’approvazione (o, in caso contrario, una spiegazione) del commento che ho lasciato ieri in calce all’articolo sui flop tecnologici. Grazie.

    31 Dic 2009, 10:16 am Rispondi|Quota
  • #5Tubi

    Coraggio, come mai il mio commento di ieri sui flop tecnologici non è stato pubblicato? Problemi di ego?

    31 Dic 2009, 10:20 am Rispondi|Quota
  • #6oliver

    bell’articolo Andrea. Ma non siamo nel secondo millennio? Ahah

    31 Dic 2009, 11:49 am Rispondi|Quota
    • #7Andrea Guida

      eheheh, dev'essere una recrudescenza del millenium bug nella mia testa! 🙂

      grazie di tutto e buon anno!

      31 Dic 2009, 1:53 pm Rispondi|Quota
  • #8Apollo00

    oh!! ho trovato un disastro informatico!!!! 08/11/2006 : Windows Vista XD

    31 Dic 2009, 1:26 pm Rispondi|Quota
  • #11Isca

    Hey, c'è anche il worm Sasser che praticamente si prese chiunque avesse xp intorno al 2002/2003 (credo!) 😀

    31 Dic 2009, 2:30 pm Rispondi|Quota
  • #12LongLine

    Veramente manca ancora un anno alla fine del decennio…

    31 Dic 2009, 5:17 pm Rispondi|Quota
  • #13Longline

    Siete indietro di mille anni?!?
    Ora siamo nel TERZO millennio!
    Ed inoltre il primo decennio finirà il 31/12/2010, e non oggi! Tra l'altro, per questo motivo il primo disastro non andrebbe elencato, perché fa parte del millennio precedente.

    31 Dic 2009, 4:23 pm Rispondi|Quota
  • #14Santino Bivacqua

    ci sarebbe anche l'attacco recente di twitter (e socialnetowsrk in generale) che causo malfunzionamenti di twitter e applicazioni su esso basate.

    1 Gen 2010, 9:37 am Rispondi|Quota
  • #15Enrico

    Se il primo millennio è iniziato il 01/01/00 allora il secondo è finito il 31/12/1999

    2 Gen 2010, 11:31 am Rispondi|Quota
  • #16Enrico

    Mi correggo, il primo anno non è lo 0 ma l'1, quindi giustamente l'anno 2000 fa parte del millennio precedente. Sorry

    2 Gen 2010, 11:34 am Rispondi|Quota