Geekissimo

Continua il braccio di ferro fra Google e Cina

 
Fulvio Minichini
2 Luglio 2010
10 commenti

I rapporti fra Cina e Google sono sempre più difficili e a rincarare la dose contribuisce quest’ultima notizia.

Le cose in sintesi sono andate così: Google ha inizialmente acconsentito alla censura cinese, fino a qualche tempo fa il motore di ricerca più importante del mondo arrivava agli utenti cinesi con qualche differenza, ovvero i risultati segnati dalla censura cinese come vietati non comparivano.

Fin qui le cose andavano fra le proteste dell’opinione pubblica occidentale. In seguito ad un attacco hacker ai danni di alcuni account GMail di attivisti dei diritti umani cinesi Google ha reagito con forza. L’attacco infatti è stato imputato al governo cinese e come conseguenza Google ha trasferito la propria sede ad Honk Kong.


La censura cinese da allura non ha più effetto dal momento che tutte le chiamate a Google.cn vengono reindirizzate a Google.hk, dove le leggi sulla censura non hanno effetto.

Adesso viene la resa dei conti. In Cina è iniziato il rinnovo delle license commerciali alle varie aziende presenti sul mercato cinese. L’escamotage di Google, secondo gli stessi analisti di Google, comporterà il mancato rinnovo della licenza, in seguito al quale Google.cn sarà del tutto oscurato.

Non ci sono ancora commenti ufficiali da parte del governo cinese ne tantomeno da parte di Google. Tutto quello che possiamo dire è che la scelta non è semplice. Da un lato c’è la possibilità di abbandonare il mercato cinese, dall’altra l’accettazione delle leggi autoritarie del governo cinese.

Quello che possiamo fare, come sempre, è esprimere la nostra opinione. Cosa pensereste se Google decidesse di abbandonare la Cina? Cosa invece se la scelta dovesse pendere verso l’accettazione delle leggi cinesi?

Categorie: Società
Tags: Censura, 
Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Twitter dà il via alla censura

Twitter dà il via alla censura

Trattasi di censura preventiva, o forse sarebbe meglio definirla come “selettiva”, quella che Twitter, il ben noto servizio di microbloggin, d’ora in avanti applicherà per singoli paesi ai tweet degli […]

Twitter e Facebook partecipano alla Net-Neutrality

Twitter e Facebook partecipano alla Net-Neutrality

Negli ultimi tempi stiamo assistendo ad un attacco da parte di Governi, case discografiche e cinematografiche ed in generale di tutta l’industria che si basa sulla certezza del diritto d’autore, […]

Social Ads e pubblicità interattiva, una nuova era?

Social Ads e pubblicità interattiva, una nuova era?

L’indiscusso successo della rete in termini di partecipazione ha una preoccupante ombra su di esso. Dopo l’euforia della New Economy e la catastrofe delle dotcom che ne venne di li […]

Discussione: quanto è importante mediaticamente internet?

Discussione: quanto è importante mediaticamente internet?

Un pensiero va sicuramente alle elezioni americane, vero principale argomento di questi ultimi tempi. Lo premettiamo per spiegare la motivazione della questione che affronteremo nell’articolo. Non sappiamo chi vincerà le […]

Olanda, chiuso il sito sul quale sarebbe stato “proiettato” un film considerato anti-Islam

Olanda, chiuso il sito sul quale sarebbe stato “proiettato” un film considerato anti-Islam

Arriva dagli Stati Uniti e l’Olanda una notizia che sta facendo molto discutere e di cui mi piacerebbe conoscere il vostro parere. Il provider americano Network Solutions ha sospeso un […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1TeoHC

    Mh, secondo me nel 2010 la Cina dovrebbe modificare la propria politica della censura per adattarsi a qualcosa come Google, che comunque rappresenta il futuro tecnologico e sociale di tutto il mondo.
    Se ciò non accade la mossa giusta sarebbe abbandonare la Cina.

    2 Lug 2010, 4:44 pm Rispondi|Quota
  • #2Daniele

    per me tutto dovrebbe essere alla luce quindi non ci dovrebbe essere nessuna censura! e cosi si risolverebbe anche il problema heheh!

    2 Lug 2010, 5:23 pm Rispondi|Quota
  • #3satana

    11a riga hai sbagliato hai scritto allura invece di allora
    14a riga license invece di licenze

    2 Lug 2010, 4:34 pm Rispondi|Quota
  • #4Mario Valde

    Dai ragazzi, correggete, altrimenti il cervellino di satana (che poi non è lui, io lo conosco bene satana :D) non riesce ad afferrare il "succo del discorso".

    Comunque, secondo me Google non deve abbandonare la cina, ma semplicemente, farsi cacciare via. Cosi dopo vediamo se davvero una bomba riesce a fare più casino di un motore di ricerca! 😀

    2 Lug 2010, 6:20 pm Rispondi|Quota
  • #5@Picchiopc

    Google non perderà un boccone cosi succulento come la cina >_>

    E se lo facesse ci sarebbe lo zio Gates con il suo Bing, senza contare Yahoo che diventerebbero padroni della fatte di mercato di Google.

    2 Lug 2010, 10:17 pm Rispondi|Quota
  • #6accasette

    don't be evil…

    2 Lug 2010, 9:50 pm Rispondi|Quota
  • #7flo

    per me fanno bene a togliere google….
    parola di un hacker…

    2 Lug 2010, 11:17 pm Rispondi|Quota