Geekissimo

Pino, strepitoso client Twitter per ambienti GNOME (Ubuntu & Co.)

 
Fabrizio Fallico [Sniper Wolf]
4 agosto 2010
4 commenti

Scottato dalle non proprio eccellenti capacità di integrazione Gwibber, il client predefinito per Ubuntu, ho cercato un sostituto migliore, più veloce e performante, ma soprattutto con più funzionalità e meglio integrato con GNOME. Nella mia piccola ricerca, ho trovato Pino.

No, non è un mio amico, ma un client Twitter (gratuito ed open source) per ambienti GNU/Linux davvero ottimo per condividere in fretta pensieri brevi con amici e parenti. Scritto in Vala, un nuovo linguaggio di programmazione che mira a portare moderni elementi di linguaggio di programmazione per gli sviluppatori di GNOME, sta migliorando davvero rapidamente.

Il suo ciclo di sviluppo è ancora molto piccolo, ma in meno di un anno, dopo il rilascio della prima versione stabile 0.1, gli sviluppatori sono in procinto di rilasciare la versione 0.3.


Le principali feature contenuti in questa nuova release (ancora in una fase embrionale), sono l’utilissimo supporto all’uso contemporaneo di più account senza dover passare fra i diversi account, ed il supporto per OAuth su Twitter. Ma la sostanza fondamentale non cambia.

Ciò che differenzia davvero Pino da tutti gli altri client è soprattutto la ben studiata integrazione con l’intero ambiente operativo grafico GNOME, in particolare con Ubuntu Linux.
Se vogliamo aggiungere alle nostre repository di Ubuntu le risorse per Pino, basta semplicemente lanciare i seguenti comandi dalla console:

sudo add-apt-repository ppa:vala-team/ppa
sudo add-apt-repository ppa:troorl/pino

Senza dubbio, una volta abituati, Pino diventerà il nostro migliore amico e punto di riferimento per postare su Twitter; molto raramente visiteremo il sito web principale dell’uccellino blu.

In ogni caso, per evitare strani e non piacevoli problemi di instabilità delle preview attualmente disponibili della 0.3, è certamente più consigliabile installare l’ultima release stabile, attualmente, la 0.2.11 (rilasciata meno di un mese fa).

Link ¦ Pino

Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
GuardDog, il firewall facile e veloce per Linux

GuardDog, il firewall facile e veloce per Linux

Mentre l’antivirus può considerarsi ancora un optional, l’adozione di un buon firewall nei sistemi Linux, così come in quelli Windows o Mac, è un qualcosa di fondamentale per la propria […]

Phantasmagoria, applicare tantissimi effetti speciali alle foto digitali con un solo click

Phantasmagoria, applicare tantissimi effetti speciali alle foto digitali con un solo click

Ed eccoci tornati a parlare di fotoritocco: questa volta non tramite un video tutorial, ma tramite Phantasmagoria, un ottimo programma gratuito e multi-piattaforma (nella sua versione java) che permette di […]

I migliori software per il DVD ripping gratuito

I migliori software per il DVD ripping gratuito

Da bravi geek saprete che, ahinoi, difficilmente i nostri cari DVD dureranno oltre i dieci anni, anche se ben conservati. Nasce quindi sempre più la necessità di creare delle copie […]

WinFF, convertire video in un solo click su Windows e Linux

WinFF, convertire video in un solo click su Windows e Linux

Carissimi amici geek vicini e lontani, molte volte si sente dire che Linux è un sistema operativo troppo difficile da usare per chi è alle prime armi con il mondo […]

5 pack gratuiti per rivoluzionare il look di Windows XP

5 pack gratuiti per rivoluzionare il look di Windows XP

Oggi è il primo giorno del 2008 e, come già detto in altre occasioni, non c’è davvero miglior modo di accoglierlo se non cambiare un po e migliorare il look […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1@Nexso

    "ambiente operativo GNOME"? Semmai ambiente grafico o desktop environment. http://it.wikipedia.org/wiki/GNOME

    4 Ago 2010, 3:26 pm Rispondi|Quota
    • #2Sniper Wolf

      Grazie della segnalazione.

      Ho fatto un errore logico, pensando al passaggio successivo ad Ubuntu come ambiente operativo.
      Corretto 😉

      4 Ago 2010, 7:01 pm Rispondi|Quota
  • #3Dario Caruso

    lo uso con soddisfazione sulla mia linux box

    4 Ago 2010, 5:29 pm Rispondi|Quota
  • #4Deli

    dopo che ho aggiunto le repo cosa devo fare? Sono nuovo di Ubuntu…

    21 Ago 2010, 1:00 pm Rispondi|Quota