Geekissimo

Sony ammette un nuovo attacco, oltre 24 milioni gli account compromessi

 
Denis Dosi
3 Maggio 2011
3 commenti

Tempi duri in casa Sony, in seguito al “furto” di nomi, indirizzi, email, date di nascita e numeri di identificazione, di oltre 77 milioni account del famoso playstation network; un nuovo problema si prospetta all’orizzonte, vi è stata un’intrusione anche nel Sony Online Entertainment (SOE), la piattaforma che gestisce e permette le sfide multiplayer in rete.

Come nella situazione precedente, moltissimi dati sono stati rubati, numeri e date di scadenza delle carte di credito, ma fortunatamente non il codice di sicurezza, di oltre 24 milioni di utenti iscritti al servizio. Oltre a questi, sono inoltre stati trafugati importanti dati personali quali: nome, sesso, indirizzo e-mail collegato all’account, data di nascita, indirizzo della propria abitazione e numero di telefono.

Il tutto è stato pubblicato dalla stessa azienda sul sito del Sony Online Enternainment, volendo precisare che, come nella situazione precedente, “non si è certi che il database con i codici di sicurezza delle carte sia stato compromesso, in quanto è situato in un ambiente completamente differente e sicuro“. Nonostante il PlayStation Network e il SOE abbiano due funzionalità differenti, e quindi operino separatamente, è molto probabile che abbiano un punto in comune, facilmente sfruttabile dagli stessi utenti che hanno sferrato il precedente attacco.

Nonostante tutto, l’azienda ha intenzione di riattivare gradualmente, da questa settimana (l’operazione completa dovrebbe richiedere all’incirca un mese), il PSN e Qriocity (la piattaforma che permette il download di contenuti digitali). Gli utenti di SOE, promette Sony, saranno risarciti con un mese aggiuntivo di abbonamento, a cui si aggiungono tanti giorni quanti saranno quelli in cui i server rimarranno spenti. Sicuramente un contentino per tentare di evitare richieste di risarcimento, da parte di milioni di utenti preoccupati ed inferociti.

Nel frattempo, la rete impazza di rumors e news; si parla di richieste di ricatto ricevute dall’azienda giapponese, in seguito al “furto” dei codici di sicurezza delle carte di credito (prontamente smentita da Sony), ma anche la possibilità che dietro a quest’attacco ci siano proprio 200 addetti del SOE licenziati, con due settimane di preavviso, il 31 marzo.

I dubbi rimarranno per molto tempo, l’unica cosa certa è che Sony e i loro utenti, stanno passando un gran brutto periodo.

Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Sony, multa di 250 mila sterline per l’attacco hacker al PlayStation Network

Sony, multa di 250 mila sterline per l’attacco hacker al PlayStation Network

Come conseguenza della violazione della legge locale sulla protezione dei dati personali i commissari dell’ufficio di informazione del Regno Unito hanno assegnato alla divisione europea di Sony una multa da […]

Sony, trafugati 50 mila file musicali di Michael Jackson

Sony, trafugati 50 mila file musicali di Michael Jackson

Dopo la caduta del PlayStation Network avvenuta qualche tempo addietro Sony si è poi ritrovata a dover fare i conti con un ulteriore e micidiale attacco informatico: infatti, stando a […]

Attaccati PlayStation Network e Sony Online Entertainment: violati oltre 93.000 account

Attaccati PlayStation Network e Sony Online Entertainment: violati oltre 93.000 account

Sony deve tornare ancora una volta a fare i conti con la sicurezza poiché, dopo un’estate abbastanza tranquilla, gli hacker hanno preso di mira ancora una volta il PlayStation Network […]

Sony e Microsoft puntano ad innovare il gaming con nuovi controller, ma chi vincerà?

Sony e Microsoft puntano ad innovare il gaming con nuovi controller, ma chi vincerà?

Durante la prima settimana di giugno si è tenuta a Los Angeles la fiera E3, la più importante kermesse mondiale dedicata ai videogiochi. Le maggiori software house hanno tenuto delle […]

Blu-ray multi purpose, il disco del futuro?

Blu-ray multi purpose, il disco del futuro?

Dall’uscita della PS3, il supporto blu-ray ha guadagnato molte quote di mercato. Il suo successo, pur non essendo ancora paragonabile a quello dei DVD, è in lenta ascesa proprio grazie […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1hotel insonnia

    incredibile sony che brutta fine sta facendo…….

    4 Mag 2011, 9:31 am Rispondi|Quota
  • #2klejdi

    Non capisco perché con tutti i soldi che hanno non riescono a mettere al sicuro i loro sistemi e la privacy degli utenti !!

    4 Mag 2011, 3:45 pm Rispondi|Quota
  • #3kris

    perchè forse questi hacker sono persone di altre aziende?

    4 Mag 2011, 9:57 pm Rispondi|Quota