Geekissimo

Password, sempre più banali e poco fantasiose

 
Martina Oliva
26 Ottobre 2012
0 commenti

Password più comuni

Sa da un lato gli hacker sono diventati sempre più abili nel violare le password dall’altro va detto che gli utenti tendono a scegliere parole di accesso ai propri servizi online che risultano sempre meno fantasiose e, di conseguenza, anche meno sicure.

Stando infatti ai dati forniti da SplashData, la compagnia che ogni anno provvede a stilare l’elenco delle 25 password maggiormente impiegate, pare proprio che al primo posto in classifica continui a troneggiare indisturbata l’oramai intramontabile password.

Essendo “password” la parola d’accesso più utilizzata non c’è quindi da stupirsi se nel corso degli ultimi anni e, sopratutto, degli ultimi mesi siano più volte salite agli onori della cronaca vicende quali, ad esempio, quella della violazione di massa di account Yahoo! e LinkedIn.

Così come sottolineato da Morgan Slain, ad di SplahData, agli utenti basterebbe un minimo impegno in più per poter trovare password in grado di aumentare di molto la sicurezza online anche se gli strumenti a disposizione degli hacker divengono, anno dopo anno, sempre più sofisticati.

Nonostante i frequenti casi di fuga di dati e nonostante le raccomandazioni date a più riprese gli utenti continuano però a scegliere password semplici e, nella maggior parte dei casi, anche fin troppo banali , probabilmente perché facili da memorizzare o, ancora, per semplice pigrizia.

Dopo “password”, infatti, ad occupare il secondo ed il terzo posto in classifica vi sono, rispettivamente, 123456 e, ovviamente, 12345678, al quarto posto è invece presente abc123 seguita da qwerty.

Dallo scorso anno, quindi, la situazione è cambiata ben poco con l’unica differenza che alcune password deboli, come “Jesus“, “password1“, “welcome“, “ninja” e “mustang“, hanno preso il posto di altre oramai non più presenti in classifica.

Tenendo ancor più presente quanto emerso dalla classifica l’ad di SplashData ha fornito alcuni semplici consigli, che i più dovrebbero oramai conoscere a menadito, per generare password che risultino più sicure.

Le parole chiave devono avere più di otto caratteri e contenere diversi tipi di carattere. Un modo per creare password più sicure e facili da usare è creare frasi con parole corte separate da punteggiatura, come “mangia_la_torta_alle_8”. Una cosa da evitare assolutamente invece è l’uso della stessa password per più siti. Ognuno deve avere la sua, e se si hanno problemi a ricordarle si possono usare i programmi appositi che le gestiscono.

Photo Credits | FreeDigitalPhotos

Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Account Google, 5 milioni di password pubblicate online

Account Google, 5 milioni di password pubblicate online

Allarme sicurezza per Google e per i possessori di un account reso disponibile dal colosso delle ricerche in rete. Infatti, nel corso delle ultime ore è stata data notizia della messa […]

Password Yahoo!: ad essere a rischio sono anche gli utenti Google, Microsoft ed AOL

Password Yahoo!: ad essere a rischio sono anche gli utenti Google, Microsoft ed AOL

Dopo la notizia, risalente a diverse ore addietro, dell’attaco hacker a Yahoo! conseguenzaialmente al quale sono state diffuse in rete oltre 400 mila username e password degli utenti Marcus Carey, […]

Attacco hacker a Yahoo!: oltre 400 mila password pubblicate online

Attacco hacker a Yahoo!: oltre 400 mila password pubblicate online

Per tutti gli utenti Yahoo! è arrivato il momento di modificare la password del proprio account ed anche di farlo alla svelta poiché proprio questa mattina un sottodominio del colosso […]

LinkedIn e le password rubate: class action in USA

LinkedIn e le password rubate: class action in USA

LinkedIn, la risorsa di social networking dedicata di professionisti, corre un grosso rischio: incorrere in una mega sanzione da almeno 5 milioni dollari per poter rimborsare i propri utenti dopo […]

Attacco cracker: dopo LinkedIn è il turno di Last.fm

Attacco cracker: dopo LinkedIn è il turno di Last.fm

Dopo LinkedIn che, nel corso della giornata di ieri, ha allertato i suoi utenti relativamente all’attacco hacker al quale è stato soggetto e conseguenzialmente al quale sono state trafugate circa […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento