Geekissimo

Microsoft chiude Encarta, Wikipedia ha vinto!

 
Andrea Guida (@naqern)
1 Aprile 2009
48 commenti

Nessuno pagherà per avere un programma “inscatolato” quando, a costo zero, saranno disponibili molte più risorse sul Web. Quando il fondatore di Wikipedia, Jimmy Wales avanzava questa ardita ipotesi, cinque anni fa, molto probabilmente lo zio Steve Ballmer era impegnato a togliarsi i peli dalle orecchie.

Oggi, però, i crudi numeri hanno messo il nostro amato cugino primate con le spalle al muro. Encarta, la tanto famosa e celebrata enciclopedia virtuale di casa Microsoft, si avvia infatti verso una mesta chiusura. Un tramonto che la coinvolgerà sia nella sua incarnazione Web (su MSN), che in quella “inscatolata” a cui si faceva prima riferimento (“Student” e “Premium”).

La motivazione ufficiale di questa mossa è che “il mondo delle enciclopedie si è evoluto, così come il modo con il quale gli utenti ricercano le informazioni, che è profondamente diverso rispetto a quello degli anni passati“. Un alquanto imbarazzante giro di parole per dire che Wikipedia ha vinto.


Entrando nel dettaglio, il sito Internet di Encarta cesserà di esistere in tutto il mondo il prossimo 31 Ottobre, ad eccezione del Giappone, Paese in cui l’enciclopedia online “made in Redmond” camperà fino al 31 Dicembre 2009. La commercializzazione di Encarta Student 2009 ed Encarta Premium 2009 cesserà invece dopo il mese di Giugno.

Proprio a questo punto viene il bello: adesso Microsoft che s’inventerà?

Una nuova enciclopedia “Live” in stile web 2.0? Una nuova costola di Office? Niente? Staremo a vedere. Intanto tornerà sicuramente a galla la questione relativa alla credibilità delle informazioni fornite da Wikipedia. Uno dei pochi aspetti dell’enciclopedia collaborativa che non è ancora riuscito a mettere d’accordo tutti, e sul quale un’eventuale concorrenza potrebbe giocare fortemente.

Sperando che venga migliorato sensibilmente il sistema dei controlli nella creatura di Wales e soci, non ci rimane che passare la palla a voi: che succederà ora, dopo l’uccisione di Encarta da parte di Wikipedia?
Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
I “patiti” dell’informatica, i cosiddetti “early-adopters”, spendono molto più tempo con Microsoft che non con Google, Facebook, Skype…

I “patiti” dell’informatica, i cosiddetti “early-adopters”, spendono molto più tempo con Microsoft che non con Google, Facebook, Skype…

Quando i patiti dell’informatica si siedono al computer quali software utilizzano? E di quali appicazioni Web o siti si servono? Stando a una nuova ricerca, tutte applicazioni Microsoft: Outlook, Office […]

Il grande bivio di Wikipedia. Voi come vi schierate?

Il grande bivio di Wikipedia. Voi come vi schierate?

In questi giorni c’è un certo fermento attorno a Wikipedia, tant’è che ce ne stiamo occupando molto frequentemente. L’enciclopedia, che ormai è arrivata a oltre 9 milioni di voci in […]

LookItUp2 per Firefox: enciclopedia, dizionario, motore di ricerca e tanto altro sempre a portata di click

LookItUp2 per Firefox: enciclopedia, dizionario, motore di ricerca e tanto altro sempre a portata di click

Non c’è che dire: le potenzialità di Firefox e, più precisamente, delle sue estensioni, non finiranno mai di stupirci. Basti pensare all’user script che vi presentiamo oggi: LookItUp2, che permette […]

Come installare Wikipedia sul PC (in italiano)

Come installare Wikipedia sul PC (in italiano)

Internet è sicuramente uno dei migliori mezzi per diffondere la cultura a livello mondiale, ed uno dei siti web (anche se può risultare riduttivo definirlo così) meglio riusciti proprio in […]

Il nuovo status-symbol? Essere su Wikipedia

Il nuovo status-symbol? Essere su Wikipedia

Niente più cellulari all’ultima moda, niente più vestiti firmati, niente più macchine sportive. L’ultimo status-symbol è quello di avere il proprio nome… su Wikipedia. Sembra, infatti, che comparire in una […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1mm

    ma è un pesce d’aprile .. dai non ci credo!

    1 Apr 2009, 12:15 pm Rispondi|Quota
  • #2Ingegnere

    ot:easter egg di google su streetview…guardate al posto dell’omino giallo cosa c’è in basso a destra!!

    1 Apr 2009, 12:21 pm Rispondi|Quota
  • #3Andrea Guida (Naqern)

    @ Ingegnere: haha, è vero. Eccolo qua. 😀

    Grazie per la segnalazione 😉

    1 Apr 2009, 12:31 pm Rispondi|Quota
  • #4Byted

    questa non è una bella notizia,wikipedia a livello di enciclopedia fa letteralmente pena,è piu dannosa che utile se servono indicazioni precise e reali,encarta era molto ben confezionata anche se nn molto completa

    1 Apr 2009, 12:39 pm Rispondi|Quota
  • #5Manuel88

    ot:nessuno ha visto quello di youtube?

    1 Apr 2009, 12:51 pm Rispondi|Quota
  • #6Andrea Guida (Naqern)

    @ Manuel88: haha, ci sono i testi (e non solo) sottosopra 🙂

    1 Apr 2009, 1:00 pm Rispondi|Quota
  • #7white-rabbit

    ahahaha, bellissimo quello del tubo!

    1 Apr 2009, 1:01 pm Rispondi|Quota
  • #8PaceyIV

    Ma i pesci d’aprile nn si fanno il primo aprile? La notizia deve essere antecedente.

    http://www.la7.it/news/dettaglio_video.asp?id_video=24422&cat=cultura
    31/03/2009 16:42:49

    http://en.wikipedia.org/wiki/Encarta#cite_note-2

    1 Apr 2009, 1:13 pm Rispondi|Quota
  • #9Giulio

    Beh, sicuramente Wikipedia è un prodotto da 10 per la sua facile interpretazione. C’è anche da dire che però Encarta era un prodotto niente male e mi riferisco soprattutto ai numerosissimi contenuti multimediali che quest’ultimo aveva. Se in tal senso le due forze si coniugassero sicuramente ne uscirebbe un binomio meraviglioso.

    1 Apr 2009, 1:19 pm Rispondi|Quota
  • #10ciuchino2

    1 Apr 2009, 1:34 pm Rispondi|Quota
  • #12Andrea Guida (Naqern)

    @ ciuchino2: e già. Quest’anno big G si è sbizzarrita con questi pesci d’aprile! 🙂

    1 Apr 2009, 2:09 pm Rispondi|Quota
  • #13fetecchia

    su wikipedia ci sono delle castronerie da farti ribaltare dalle risate

    1 Apr 2009, 2:12 pm Rispondi|Quota
  • #14PaceyIV

    @ Byted:
    Non so che informazioni cerchi tu in Wikipedia, ma viene spesso usata da professori del politecnico di Torino e di Milano.

    Per le pagine tecniche, nella versione inglese non ho mai trovato grosse imprecisioni.

    1 Apr 2009, 2:14 pm Rispondi|Quota
  • #15PaceyIV

    @ Andrea Guida (Naqern):

    C’è anche questo credo http://www.google.it/intl/it/landing/cadie/index.html

    1 Apr 2009, 2:15 pm Rispondi|Quota
  • #16Byted

    fetecchia dice:

    su wikipedia ci sono delle castronerie da farti ribaltare dalle risate

    già,ma cè gente che la prende x oro colato,wikipedia è da prendere con moooolta superficialità,spesso ci sono scritte castronerie pazzesche anche su argomenti semplicissimi.insomma è bella e ci si trova di tutto ma è inaffidabile x avere informazioni corrette

    1 Apr 2009, 2:16 pm Rispondi|Quota
  • #17Byted

    PaceyIV dice:

    @ Byted:
    Non so che informazioni cerchi tu in Wikipedia, ma viene spesso usata da professori del politecnico di Torino e di Milano.
    Per le pagine tecniche, nella versione inglese non ho mai trovato grosse imprecisioni.

    mamma mia veramente?ma che professori ci sono?ti dirò sulle informatica e sull’ambito piu tecnologico vicino ai nostri tempi è valida,ma x tutto il resto è molto scarsa e troppo spesso inesatta,cosa che x un enciclopedia dar info sbagliate è scandaloso

    1 Apr 2009, 2:21 pm Rispondi|Quota
  • #18Mattia

    @ fetecchia:
    fetecchia dice:

    su wikipedia ci sono delle castronerie da farti ribaltare dalle risate

    Correggile o cancellale, si chiama enciclopedia libera per questo.
    Sempre che la tua non sia una semplice opinione.

    🙂

    1 Apr 2009, 2:25 pm Rispondi|Quota
  • #19PaceyIV

    Guard@ Byted:
    Guardo solo le aree scientifiche.

    Ad esempio, se cerchi in rete algoritmi di ordinamento, dovresti arrivare a delle slide del poli di Milano dove ci sono le immagini di wikipedia inglese con tanto di citazione. È fatta benissimo.

    Per tutto il resto, che non sia scientifico, non conosco

    1 Apr 2009, 2:35 pm Rispondi|Quota
  • #20franciscofarinos

    wikipedia fa schifo

    1 Apr 2009, 2:36 pm Rispondi|Quota
  • #21luca.fraga

    MA LOL… ENCARTA CHIUDE EVVIVAAA!!!!1
    scherzi a parte, Encarta fa davvero pena 😀

    1 Apr 2009, 2:45 pm Rispondi|Quota
  • #22PaceyIV

    Mattia dice:

    Correggile o cancellale, si chiama enciclopedia libera per questo.
    Sempre che la tua non sia una semplice opinione.

    Ottima risposta!

    1 Apr 2009, 2:54 pm Rispondi|Quota
  • #23brizio fabrizio

    su Encarta non ho mai trovato un’informazione veramente utile

    1 Apr 2009, 3:12 pm Rispondi|Quota
  • #24juventissimo

    @ franciscofarinos:
    ma cosa dici, free e le cose sono corrette, non tutte ma la maggior parte

    1 Apr 2009, 3:22 pm Rispondi|Quota
  • #25fetecchia

    @Mattia
    l’ultima volta che ci ho provato, c’era uno schifoso linaro che gestiva la pagina che mi inibiva le modifiche. Alla faccia di enciclopedia libera!

    1 Apr 2009, 3:31 pm Rispondi|Quota
  • #26Mattia

    fetecchia dice:

    @Mattia
    l’ultima volta che ci ho provato, c’era uno schifoso linaro che gestiva la pagina che mi inibiva le modifiche. Alla faccia di enciclopedia libera!

    Registrati. Comunque ci sono delle voci protette, per ovvi motivi. Ma da qui a dire “alla faccia di enciclopedia libera!” ce ne passa.

    Che voce volevi modificare?

    1 Apr 2009, 4:21 pm Rispondi|Quota
  • #27byted

    mmm lungi da me a denigrare wikipedia,anzi meno male che cè!ma la notizia che encarta nn mi è positiva anzi!nn era completa ma era molto ben fatta,con tanti e ben fatti contenuti multimediali,e soprattutto era un prodotto diverso,nn era una enciclopedia fatta da gente comune,che poi è il limite di wikipedia

    1 Apr 2009, 4:54 pm Rispondi|Quota
  • #28Mattia

    Tra la gente comune possono esserci medici, astronomi, architetti, storici, etc.

    Non ho capito qual è il problema.

    1 Apr 2009, 5:01 pm Rispondi|Quota
  • #29okrim

    @ Byted:
    bravo!!!

    1 Apr 2009, 5:08 pm Rispondi|Quota
  • #30PaceyIV

    @ byted:
    Fatta da gente comune? Gli ambiti tecnici sono tenuti anche da gente del settore, come professori universitari, o studenti.
    Anche Wikipedia ha contenuti multimediali: immagini, animazioni, file audio, video.

    Non mi risulta che abbia quelle cosine dei laboratori virtuali dell’Encarta.

    1 Apr 2009, 5:09 pm Rispondi|Quota
  • #31byted

    pacey un enciclopedia si chiama cosi xchè comprende un po tutto,nn parlo solo di argomenti tecnici,e cmq vedo che ancora son frainteso,io sono contento che ci sia wikipedia!w wikipedia.ma nn è una fonte esatta in tutto il suo insieme,nn voglio difendere encarta che era anchessa limitata (nei contenuti) ma ho detto solo che nn è una bella notizia questa tutto qui 🙂

    1 Apr 2009, 6:11 pm Rispondi|Quota
  • #32PaceyIV

    @ byted:
    An encyclopedia (or encyclopaedi) is a comprehensive written compendium that holds information from either all branches of knowledge or a particular branch of knowledge.
    http://en.wikipedia.org/wiki/Encyclopedia

    Che tradotto:

    Una enciclopedia è un compendio scritto che contiene tutte le informazioni del sapere umano o di una particolare branca della conoscenza.

    Come fai a dire che sei contento che ci sia Wikipedia quando il tuo primo posto recita: “wikipedia a livello di enciclopedia fa letteralmente pena,è piu dannosa che utile”?

    Accantonando un attimo l’ambito scientifico, le pessime opinioni su Wikipedia postate sopra si riferiscono solo e soltanto alla versione italiana oppure anche alla più vasta versione Internazionale?

    Spesso c’è molta differenza tra gli articoli in lingua inglese e quelli in italiano: talvolta i secondi, confrontati con i primi, risultano parecchio scadenti. Ma questa non è certo una colpa di Wikipedia, quando del popolo di lingua italiana.
    La versione globale è molto meglio curata e più valida.

    1 Apr 2009, 6:37 pm Rispondi|Quota
  • #33byted

    mi riferisco a quella italiana,nn ho le competenze linguistiche x valutare appieno la versione inglese,e ripeto quello che ho scritto,come enciclopedia fa pena,e come ho specificato nn in tutti i settori,ma se devo trarre conoscienze esatte da wikipedia,ben sapendo che nn è certo che sian informazioni esatte,mi faccio piu un danno che un beneficio,ma dovrebbe essere chiaro a tutti questo..credo.. :O

    1 Apr 2009, 6:54 pm Rispondi|Quota
  • #34Zip

    @ Mattia:
    Cosa sei, l’avvocato di Wikipedia?
    e’ inutile negarlo, wikipedia non potrà mai essere considerata affidabile, perlomeno la versione in lingua italiana. Certe voci su argomenti importanti sono brevi e approssimative, mentre quelle sui Pokemon, Naruto e Co. sono chilometriche. E non dirmi che questo è il bello dell’enciclopedia “libera”,
    per non parlare poi delle corbellerie belle e buone.
    Noto come al solito da parte di questo blog un atteggiamento strafottente nei confronti di tutto ciò che riguarda Microsoft.
    La chiusura di un’Enciclopedia non è mai una cosa di cui si possa gioire.

    1 Apr 2009, 7:04 pm Rispondi|Quota
  • #35Anonimo

    @ PaceyIV e tutti quelli che sostengono Wikipedia:

    Wikipedia è un enciclopedia scritta da utenti comuni. Non puoi mai sapere se quello che stai leggendo è una cosa vera, parzialmente vera, o del tutto falsa. In compenso, è un’enciclopedia libera e gratuita.

    Encarta, invece, è vero che è (anzi, era) a pagamento, ma in cambio offre notizie attendibili al 100%. Per questo sono molto dispiaciuto per la sua fine…
    : – (
    Non era il TOP dell’informazione, ma sempre meglio di Wikipedia è!

    C’è qualcuno che ha provato l’Enciclopedia Finson? Se sì, può dire da chi è scritta, e come “si trova” (a usarla)?

    1 Apr 2009, 7:08 pm Rispondi|Quota
  • luca.fraga dice:

    MA LOL… ENCARTA CHIUDE EVVIVAAA!!!!1
    scherzi a parte, Encarta fa davvero pena

    Ho sempre trovato Encarta ottima sia come fonte di informazioni che a livello di struttura visiva 🙂
    Ognuno ha la sua opinione, è ovvio, ma a paragonarla con Wikipedia ce ne vuole!
    Su Wikipedia 1 notizia su 3 ha bisogno di essere rivista per le minch*ate che dice! 😀

    1 Apr 2009, 7:09 pm Rispondi|Quota
  • #37PaceyIV

    @ Anonimo:

    E’ vero. Su questo punto c’è una lunga discussione (http://en.wikipedia.org/wiki/Reliability_of_Wikipedia).

    Non è assolutamente vera l’affermazione “Encarta […] offre notizie attendibili al 100%.”

    Dopo qualsiasi pubblicazione del sapere umano vengono rilasciate sempre e comunque pagine e pagine di errata corrige. Nessuna enciclopedia può essere considerata attendibile al 100%.

    Wikipedia certamente sotto questo aspetto ha una attendibilità inferiore, ma a molti più assi nella manica e certamente migliorerà nel futuro.

    1 Apr 2009, 7:21 pm Rispondi|Quota
  • #38PaceyIV

    Sir [email protected] dice:

    Su Wikipedia 1 notizia su 3 ha bisogno di essere rivista per le minch*ate che dice!

    Se sai valutare in questo modo un articolo, si presume che ne sai di più di quello che c’è scritto!
    Risparmia i bit per migliorarla allora, invece di sprecarli in questo modo!

    1 Apr 2009, 8:32 pm Rispondi|Quota
  • #39t3ddy

    personalmente mi dispiace che smettano di fare encarta, l’ho sempre trovata davvero ben fatta, con dei bei contenuti, chiara e precisa, bè almeno finchè usavo ancora windows, ma non penso che sia cambiata molto negli ultimi anni perchè a quanto ricordo migliorava sempre…
    sull’affidabilità di servizi come wikipedia non si può mai dire, capita di leggere delle sparate micidiali, ma penso che in generale sia abbastanza affidabile

    1 Apr 2009, 8:42 pm Rispondi|Quota
  • #40Mattia

    Zip dice:

    @ Mattia:
    Cosa sei, l’avvocato di Wikipedia?
    e’ inutile negarlo, wikipedia non potrà mai essere considerata affidabile, perlomeno la versione in lingua italiana. Certe voci su argomenti importanti sono brevi e approssimative, mentre quelle sui Pokemon, Naruto e Co. sono chilometriche. E non dirmi che questo è il bello dell’enciclopedia “libera”,
    per non parlare poi delle corbellerie belle e buone.
    Noto come al solito da parte di questo blog un atteggiamento strafottente nei confronti di tutto ciò che riguarda Microsoft.
    La chiusura di un’Enciclopedia non è mai una cosa di cui si possa gioire.

    Io non sono l’avvocato di nessuno nè ho gioito della chiusura di Encarta. Non spostare l’attenzione su altre cose (essere tutto ciò che riguarda Microsoft? Ma dove?) solo perchè non sai argomentare.

    Wikipedia non potrà mai essere considerata affidabile come non lo potrà mai essere Encarta, come non lo potrà mai essere la Treccani.

    Inutile lamentarsi di una cosa che si fa assieme. Miglioratela dove vedete cose sbagliate o inesatte. Oppure state zitti

    1 Apr 2009, 9:23 pm Rispondi|Quota
  • #41Oliver

    Evvai!!! Quella grandissima pena di Encarta morirà! Io credo che faranno una copia di Wikipedia, che ne so chiamandola WikiBallmer o WikiGates in onore di zio…. oppure MicroPedia (se la Microsoft non avesse fantasia!!!)

    è vero che su Wikipedia non si ha la certezza delle fonti… ma questo aspetto verrà risolto sicuramente. Io stesso ho tradotto varie voci della Wikipedia inglese, inclusa Windows 7.

    1 Apr 2009, 9:25 pm Rispondi|Quota
  • #42FrancescO

    Wiki ha il problema dell’affidabilità, ma la filosofia alla base è la carta vincente e l’unico vero futuro: la conoscenza di tutti libera e condivisa. Non so cosa cercate voi su wiki, ma io quasi sempre mi sono trovato bene. Encarta ha 1/100 dei contenuti di wikipedia, e ha quasi nulla di quello che mi serve. Comunque che Encarta sia attendibile al 100% fa un po’ ridere, visto come intendo io “attendibilità” (pubmed,…). Poi dipende da cosa ti serve, dal tuo grado di cultura (se uno non sa nemmeno l’inglese…). E se io trovo errori su wiki, se sono sicuro al 100% li correggo, anche se mi è capitato una volta sola. Di certo non vengo qui a sputarci sopra.

    1 Apr 2009, 11:06 pm Rispondi|Quota
  • #43Gatone

    W la cultura, da qualsiasi fonte provenga. La bontà delle fonti è una ricerca che ogni persona dovrebbe intraprendere, per evitare che un semplice refuso diventi un dogma.
    Confrontare le definizioni è importante, per questo mi rammarico per la dipartita di encarta, perché viene meno un tassello sul quale poggiare le proprie conoscenze.
    Alla luce di ciò non esiste una fonte buona o cattiva, ma una pluralità di fonti da interrogare per migliorare il proprio sapere: ognuna di esse è importante.
    Chiaro che se poi si interroga un’enciclopedia solamente per fare un compito scolastico e si incappa in una fonte inesatta sono guai, quindi ancora una volta inneggio alla moltitudine delle fonti.

    1 Apr 2009, 11:14 pm Rispondi|Quota
  • #44Zip

    @ Mattia:
    Se non sei l’avvocato di wiki non capisco tutta questa acredine. Io non devo migliorare nulla perchè sinceramente non mi interessa, ma non per questo dovrei starmene zitto. Non ho diritto ad esprimere una mia opinione?
    Non sto spostando il problema “perchè non so argomentare”, come hai ben visto è sulla bocca di tutti il fatto che wikipedia non sia affidabile, inoltre dà spazio ad un sacco di teorie complottiste senza fondamento. Certe voci poi sono proprietà esclusiva di qualche amministratore e quindi guai a modificarle.
    Ti bastano queste argomentazioni?
    Non puoi paragonare wikipedia alla Treccani, sono progetti completamente diversi, il primo portato avanti da “gente comune”, il secondo da professionisti e se avere qualcosa gratis comporta il dover controllare l’affidabilità di ogni frase, allora si, preferisco pagare.
    Purtroppo devo comunicarti che è vero che in questo blog si critica spesso e volentieri Microsoft, basta che leggi gli articoli con quella tag verificarlo.
    Infine, magari tu non giorai per la chiusura di Encarta, ma molti altri si, come puoi osservare nei commenti.

    1 Apr 2009, 11:32 pm Rispondi|Quota
  • #45Mattia

    Zip dice:

    @ Mattia:
    Se non sei l’avvocato di wiki non capisco tutta questa acredine. Io non devo migliorare nulla perchè sinceramente non mi interessa, ma non per questo dovrei starmene zitto. Non ho diritto ad esprimere una mia opinione?
    Non sto spostando il problema “perchè non so argomentare”, come hai ben visto è sulla bocca di tutti il fatto che wikipedia non sia affidabile, inoltre dà spazio ad un sacco di teorie complottiste senza fondamento. Certe voci poi sono proprietà esclusiva di qualche amministratore e quindi guai a modificarle.
    Ti bastano queste argomentazioni?
    Non puoi paragonare wikipedia alla Treccani, sono progetti completamente diversi, il primo portato avanti da “gente comune”, il secondo da professionisti e se avere qualcosa gratis comporta il dover controllare l’affidabilità di ogni frase, allora si, preferisco pagare.

    Che sia sulla bocca di tutti non è un’argomentazione. Ai tempi di Galileo era sulla bocca di tutti che la terra era piatta, ad esempio, ma che importa?

    Leggi qua, riguardo all’affidabilità di Wikipedia:
    http://news.bbc.co.uk/1/hi/technology/4530930.stm
    E questo già nel 2005.

    Si dà spazio alle teorie complottiste ma anche alle controprove. Esempi:
    http://it.wikipedia.org/wiki/Dubbi_sull'allunaggio_dell'Apollo
    http://en.wikipedia.org/wiki/Collapse_of_the_World_Trade_Center

    Poi ripeto che pagare non garantisce l’affidabilità, ma solo una percezione di affidabilità.

    Come già ribadito aggiungo poi che non è vero che solo la “gente comune” aggiorna le pagine, ma anche centinaia di professionisti.

    Poi se dopo tutto questo dovessi passare per l’avvocato di Wikipedia, a me va bene, a sto punto.

    2 Apr 2009, 9:02 am Rispondi|Quota
  • #46PaceyIV

    Non è apparsa la smentita…

    http://encarta.msn.com/guide_page_FAQ/FAQ.html

    2 Apr 2009, 11:48 am Rispondi|Quota
  • #47Zip

    @ Mattia:
    Va bene, se vuoi dire l’ultima parola dilla pure, non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire, tanto per quel che mi interessa…

    3 Apr 2009, 5:56 pm Rispondi|Quota
  • #48save

    wikipedia soprattutto itailiana è una porcata mostruosa!!!!! Ma chi ha detto che la conoscenza è gratuita e libera!! Perché i libri universitari ve li regalano?? O costano 100 euro l'uno??? Cosa credete che i ricercatori che ricercano la conoscenza vivano di aria e amore?? Hanno anche loro uno stipendio!! non è giusto che encarta abbia chiuso, questo è il primo segnale della degenerazione della nostra società. Wikipedia è scritta da bifolchi per i bifolchi. Encarta è fallita perché avrebbe dovuto scrivere più articoli riguardo gargamella o magari la saga di naruto invece che parlare di branche scientifiche accademiche. C'è anche da dire che comunque encarta era un'enciclopedia limitata ma wikipedia non è la soluzione, la conoscenza non è un'opinione. Gli articoli scritt isu wikipedia devono essere controllati e soprattutto approfonditi.

    17 Giu 2010, 11:06 am Rispondi|Quota
Trackbacks & Pingback
  1. Microsoft interrompe lo sviluppo di Money - Geekissimo
  2. Microsoft interrompe lo sviluppo di Money - Geekissimo