Geekissimo

Microsoft: un anno senza Bill Gates. Cos’è cambiato?

 
Andrea Guida (@naqern)
3 Luglio 2009
10 commenti

È passato poco più di un anno da quando, il 27 Giugno 2008, Bill Gates ha dato il suo – apparente – addio alla carica di amministratore delegato di Microsoft. Ora, come tutti voi ben saprete, l’ex CEO si occupa solo della sua fondazione filantropica ed ha lasciato la “patata bollente” nelle mani dell’eccentrico Steve Ballmer. Ma è davvero cambiato qualcosa in quel di Redmond?

Noi, lo ammettiamo, facciamo fatica a dare una risposta a questo quesito. Basta pensare alla popolarissima campagna pubblicitaria laptop hunter, quella che ha visto una Microsoft più aggressiva che mai accanirsi contro Apple ed i prezzi dei suoi prodotti. E’ stata avallata anche da Gates o il vecchio “zio” avrebbe adottato un maggior fair play nei confronti di Jobs e soci?

E la nuova politica che pare aver messo al centro le esigenze dell’utente medio portando alla realizzazione di Windows 7, è frutto del flop di Vista o del buon lavoro di Ballmer? Chi può dirlo.


Intanto, diverse cariche, come quella dello Chief Operating Officer Kevin Turner, sono cambiate e stanno vedendo i cosiddetti FOS (Friends of Steve) avanzare nei ruoli decisionali a dispetto dei FOB (Friends of Bill), non più importanti come un tempo.

Le parole chiave di questo nuovo corso in casa Microsoft sembrano essere due: profitti e competitività. Ecco quindi sorprendere quasi per niente il taglio di molti posti di lavoro e l’atteggiamento dei dipendenti di alcuni nuovi settori (ricerca, Xbox, Zune) che sembrano quasi in competizione con quelli della”vecchia guardia” (Windows, Office).

Molto probabilmente, a causa della crisi globale e di una catena di eventi che è ormai sotto gli occhi di tutti, ciò sarebbe accaduto anche nel “regno” di Gates, mentre non ci sentiamo di dire la stessa cosa per l’inconsueto attivismo sfoderato dal gruppo di Redmond in questi ultimi periodi.

Insomma, in cantiere ci sono brand come Windows 7, Office 2010, Windows Mobile 7 e Project Natal che, chissà, senza l’aggressività di Ballmer forse sarebbero stati nel cassetto ancora per qualche tempo.

Ad ogni modo, di qualunque forma e grandezza siano le chiappette sedute sulla poltrona di CEO di Microsoft, l’importante è che le esigenze dell’utenza siano sempre messe al primo posto. E in questo momento, senza entusiasmarci troppo, possiamo dire che il nuovo “zio” sta percorrendo la strada giusta.

E voi, che ne pensate? È davvero cambiato qualcosa da quando Gates ha lasciato l’incarico di AD?

Via | ZDNet

Foto | Flickr
Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Windows 8 già in lavorazione!

Windows 8 già in lavorazione!

Le versioni di Windows sono un po’ come gli allenatori dell’Inter: si parla di quelli “che verranno” prima ancora che quelli “di turno” facciano il loro debutto ufficiale. E’ un […]

Microsoft svela le innovative funzioni di Windows 7. Saranno forse disponibili fra 18 mesi?

Microsoft svela le innovative funzioni di Windows 7. Saranno forse disponibili fra 18 mesi?

Personalmente il titolo del post desterebbe molta curiosità e correrei a leggere quest’ultimo in fretta e furia, come si suole dire. Ed è quello che credo farete anche voi, perciò […]

Windows 7, nuovo video dedicato alle (presunte) nuove funzionalità

Windows 7, nuovo video dedicato alle (presunte) nuove funzionalità

Ed eccoci tornati a parlare dell’attesissimo Windows 7, il prossimo sistema operativo di casa Microsoft che tanto sta promettendo a tutti noi geek. Sperando che le buone promesse vengano mantenute, […]

Windows 7, nuove immagini e dettagli in anteprima

Windows 7, nuove immagini e dettagli in anteprima

Ormai, vuoi per la non eccezionale accoglienza data da molti utenti a Vista, vuoi per le ormai solite aspettative di rivoluzione, la febbre per Windows 7 è iniziata a salire […]

Windows 7: Ecco qualche immagine in anteprima

Windows 7: Ecco qualche immagine in anteprima

Ormai in rete ne parlano tutti e sembra ufficiale, Windows 7 sarà lanciato nel 2009, e questa notizia ha già destato molte preoccupazioni e sgomento tra i nuovi utenti di […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • Io penso che le differenze si vedranno col tempo…
    Ma non ho capito in che senso “Bill Gates ha dato il suo – apparente – addio alla carica…”. E che cosa è una fondazione filantropica?
    Grazie.

    3 Lug 2009, 10:17 am Rispondi|Quota
  • #2Sommo Bruno

    Io credo che sono cambiati specilmente i servizi web. La nuova interfaccia dei siti Microsoft Live, Bing. Ballmer sta pontando molto sui servizi on-ine rispetto a bill forse.

    3 Lug 2009, 11:24 am Rispondi|Quota
  • #3gianluca

    x Sommo Bruno
    ma questo è dovuto alla nuova generazione dei servizi, l’avrebbe fatto anche lo zio se fosse ancora in carica.

    3 Lug 2009, 11:46 am Rispondi|Quota
  • #4Similgoogle

    “l’atteggiamento dei dipendenti di alcuni nuovi settori (ricerca, Xbox, Zune) che sembrano quasi in competizione con quelli della”vecchia guardia” (Windows, Office)” non è che la nuova Microsoft diventerà come la vecchia Apple?

    3 Lug 2009, 12:52 pm Rispondi|Quota
  • #5David

    fondamentalmente, per quanto qualcosa possa cambiare, la politica proprietaria di Microsoft resta la stessa. Alcuni cambiamenti in meglio sono da ritenersi fisiologici (o si migliora, o si muore), quoto gianluca su questo. Anche l’apparente apertura all’open source, perché va di moda, non è nient’altro che una pura strategia di marketing. MS resta la stessa schifezza tinta di un colore diverso, un po’ più glamour e 2.0.

    3 Lug 2009, 1:35 pm Rispondi|Quota
  • #6Andrea Guida (Naqern)

    @ [email protected]: nel senso che lo zio ha abbandonato la sua carica, ma nella vita mai dire mai. Quanto alla fondazione, dai un’occhiata qui.

    @ Similgoogle: probabile! 😀

    3 Lug 2009, 4:09 pm Rispondi|Quota
  • #7Ste

    Non ho mai provato molta simpatia per la politica microsoft, certo è che lo zio bill era qualcuno, e a livello personale non ha niente da spartire con una mezza scimmia come ballmer, un esaltato che fa cose del genere: http://www.youtube.com/watch?v=wvsboPUjrGc

    ed ha lo stesso che ha affermato che linux è come il comunismo, ed altre idiozie del genere…

    3 Lug 2009, 4:35 pm Rispondi|Quota
  • #8murray

    Le parole chiave di questo nuovo corso in casa Microsoft sembrano essere due: profitti e competitività

    profitti??? ma cosa mi dici mai?? la MS non è azienda……

    l’importante è che le esigenze dell’utenza siano sempre messe al primo posto. E in questo momento, senza entusiasmarci troppo, possiamo dire che il nuovo “zio” sta percorrendo la strada giusta.

    l’ utenza non esige prezzi più bassi?? ah..già! il profitto… (..cani….) no dai, però la strada è quella giusta…

    comunque, è cambiato qualcosa? No MS fogna era e fogna rimane.

    3 Lug 2009, 4:52 pm Rispondi|Quota
  • #9murray

    @ Ste:
    Quoto.
    PS: Ti assicuro che quando ho visto quel video la prima volta stavo male dal ridere… haahaha… e quello sarebbe un CEO?? starebbe molto meglio come cabarettista. 😉

    4 Lug 2009, 12:01 am Rispondi|Quota
  • #10Filmissimo.it: Community Cinema

    Sinceramente preferivo zio Bill a Ballmer !!

    4 Lug 2009, 7:02 pm Rispondi|Quota